Crea sito

CARROT CAKE

Carrot cake, semplicemente torta alla carote…dolce tipicamente americano ma dicono che sia nato in veneto…comunque a me piace molto, ed ecco qua la mia ricetta.

carrotcake (1)

per fare la carrot cake ci occorrono:

150 gr farina integrale

250 gr farina miscela tremulini autolievitante

100 gr farina cocco

50 gr cacao amaro

100 ml olio di semi

100 gr zucchero di canna

3 uova

1 cucchiaino zenzero

1 fialetta aroma vaniglia

marmellata albicocche

per la copertura

200 gr philadelphia light

80 gr zucchero a velo

mandorle tritate

Puliamo le carote e tritiamo nel robot. In una terrina mettiamo le carote tritate assieme alla farina integrale mischiamo e lasciamo da parte. In un’altra terrina capiente sbattiamo le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio. Uniamo la farina mescolando il cacao amaro, lo zenzero, l’aroma alla vaniglia, l’olio di semi, il cocco disidratato ed infine le carote con la farina integrale. Mescoliamo bene in modo da incorporare tutto perfettamente. Versate il tutto in uno stampo foderato di carta forno precedentemente inumidita e ben strizzata. Preriscaldate il forno a 180° e cuocete per 50 minuti.

Preparate la crema con il formaggio cremoso e lo zucchero a velo e mettete a riposare in frigo.Trascorso il tempo di cottura sfornate la torta e lasciate raffreddare. Poi procedete tagliando a metà orrizzontalmente e farcite con la marmellata di albicocche.Ricomponete i due dischi ottenuti e con una spatola aggiungete la cream cheese terminando con una spolverata di mandorle tritate.

 

PIZZOCCHERI ALLA VALTELLINESE

pizzoccheri-11

Tempo di verze…l’aria si rinfresca, questo piatto mooolto sostanzioso ci dice proprio bene, i pizzoccheri alla valtellinese..raccolta la sfida “se si fosse nella Valtellina ci sarebbe un bel piatto di pizzoccheri..”  Che vuol dire? perchè a Prato i pizzoccheri non si possono riprodurre? Per fare i pizzoccheri alla valtellinese, le dosi sono per circa 8 boccucce, ci occorrono:

600 gr  grano saraceno

200 gr farina

250 gr burro  (in realtà andrebbe qualcosina di più ma uso anche un pò di olio)

non ho trovato il formaggio Casera tipico di questa ricetta e ho sotituito con

250 gr  asiago

250 gr fontina

200 gr parmigiano grattugiato

(i formaggi sono abbondanti che ci piacciono belli conditi)

400 gr patate

400 gr verze

acqua tiepida (quanto ne richiede la farina)

salvia , aglio

pepe sale e olio e.v.o.

Andiamo a preparare i pizzoccheri.Facciamo la fontana con le due farine un pò di sale e al centro andiamo a mettere l’acqua tiepida poco alla volta e iniziamo a impastare. Quando l’impasto avrà raggiunto una certa consistenza continuamo a impastare per circa 5 minuti. Stendiamo con il mattarello una sfoglia di 4 millimetri dalla quale andremo a ricavare delle strisce di circa 7 centimetri. Andiamo a sovrapporle e tagliamo in obliquo delle tagliatelle larghe almeni un dito.

Intanto in una pentola bella capiente in abbondante acqua salata mettiamo a cuocere le patate tagliate a tocchetti e le verze pulite a piccoli pezzi. (io le ho fatte cuocere 20 minuti, mi piacciono cotte bene..) Trascorso questo tempo di cottura aggiungiamo i pizzoccheri, che faremo cuocere 10 minuti. In un’altra padella mettere a rosolare aglio, burro e salvia.Raccogliamo i pizzoccheri con un colapasta (si può usare anche una schiumarola) e li versiamo in una pirofila, facendo degli strati di verze patate pizzoccheri un pò di olio e i formaggi, alternando fino ad esaurimento degli ingredienti finendo coi i formaggi.In ultimo irroriamo col burro fuso in precedenza.Serviamo i pizzoccheri alla vlatellinese caldi, caldi ,con una spolverata di pepe…e mi raccomando senza mescolare!!!

n.b. nel caso non fosse piu tempo di verze, si possono sostituire con coste e fagiolini in erba, sono comunque buonissimi!!!

BISCOTTI TIPO LINZER

Biscotti tipo linzer, gli originali sono biscotti austriaci preparati con farina di mandorle e tuorli sodi…io ho cambiato le farine ottenendo dei biscotti friabilissimi…

biscottilinzer (4)per fare biscotti tipo linzer ci occorre

150 gr farina 00

100 gr crusca integrale macinata finissima

70 gr nocciole tritate finemente

80 gr zucchero fine

50 gr burro

100 gr philadelphia

aroma vaniglia

1 uovo

marmellata di more

zucchero a velo

Prepariamo la frolla. In un robot tritiamo le nocciole. A queste aggiungiamo la crusca e tritiamo il tutto finemente. Fatta questa prima operazione mettiamo nel bicchiere anche la farina, lo zucchero, il burro e il philadelphia. Azioniamo il robot fino ad ottenere un impasto sabbioso. Trasferiamo tutto in una terrina dove aggiungeremo l’aroma alla vaniglia e l’uovo intero. Impastiamo il tutto velocemente e mettiamo a riposare in frigo 1 ora.

Prediamo la frolla e stendiamo su un foglio di cartaforno. Con uno stampino quadrato (io ho scelto questa forma, ma ognuno sceglie quella che piu piace..;) )tagliamo i biscotti. Nella metà dei biscotti ottenuti pratichiamo un’intarsio (anche questo può essere tondo, un cuoricino o una stellina..insomma quello che la vostra fantasia suggerisce) Mettiamo tutti i tagli disponendoli un pò distanziati fra loro, su una leccarda da forno, di nuovo in frigo per mezzora. Preriscaldiamo il forno a 170° estraiamo i biscotti dal frigo e mettiamo a cuocere (compreso i ritagli che saranno dei biscottimi ottimi da sgranocchiare con un caffè…o da sgranocchiare ebbasta..)  per 10 minuti. Lasciare raffreddare i biscotti poi procedere stendendo un velo di marmellata sul biscotto intero e ricoprire con il biscotto col foro e procedere cosi fino ad esaurimento. Spolverare con zucchero a velo. Si conservano anche per un paio di giorni. Se volete che durino qualche giorno di piu allora metteteli in una scatola di latta.

ZUCCA CON OLIVE (POTPOURRY MALEFICO)

Verdure di stagione: la zucca. Questa ricetta,  zucca con olive è un contorno che potremo usare anche nel menù di Halloween….

hallow09potpourrymaleficoper fare questo contorno zucca con olive, ci occorrono:

500 gr zucca
100 ml brodo vegetale
1 confezione di olive nere snocciolate
2 cipolle bianche
1/2 peperoncino “cornetto”
olio evo

vino bianco

Prepariamo la zucca pulendola da buccia e filamenti e tagliamo a cubetti piccoli (questo aiuterà molto la cottura). Prendiamo una padella e mettiamo a soffriggere la cipolla tagliata finemente nell’olio e.v.o. Quando sarà dorata, tagliamo il peperoncino a rondelline e mettiamo a saltare un paio di minuti. Sfumiamo leggermente con un poco di vino bianco. A questo punto aggiungiamo anche la zucca e lasciamo insaporire. Proseguiamo la cottura, aggiungendo un pò di brodo. Lasciamo cuocere a fiamma dolce, fino a che la zucca non avrà ritirato tutto il suo liquido. La zucca dovrà avere una consistenza morbida ma non spappolata. A completamento della cottura aggiungiamo le olive nere denocciolate tagliate a metà. Cuociamo ancora un paio di minuti e togliamo dla fuoco. Lasciare intiepidire quindi trasferiamo sul piatto di portata.

Nel menù di Halloween potrete intitolarlo “poutpourri malefico”.

 

 

 

MOUSSE DI TONNO CON RADICCHIO ROSSO E NOCI

Questo antipasto, mousse di tonno con radicchio rosso e noci, nasce dal binomio agrumi e pesce ..che a me piace da impazzire ed il suo gusto risulta estremamente delicato…

mousseditonno

Per fare la mousse tonno con radicchio rosso e noci ci occorre:

200 gr ricotta

170 gr tonno sgocciolato

60 gr   parmigiano

prezzemolo

Per il fondo

1  arancia

8 foglie di radicchio rosso

8 noci

pepe

succo d’arancia

olio evo

2 acciughe

sale

Iniziamo a preparare il nostro piatto. Mettiamo nel bicchiere del robot  il tonno la ricotta e frulliamo. Trasferiamo il tutto in una ciotola ed andiamo ad aggiungere il parmigiano e prezzemolo mescolando, la mousse avrà una certa consistenza. Lasciamo riposare in frigo coperto con una pellicola, almeno una mezzora.

Procediamo lavando e asciugando il nostro radicchio.Tagliamo a listrelle e posizioniamo nelle coppette di servizio. Prediamo l’arancia e tagliamo una fetta per ogni coppetta. La fetta la divideremo in quattro parti e le inseriremo dentro ma ai lati della coppetta. A questo punto emulsioniamo l’olio con l’acciughe e il succo di arancia spremuta. Con quest’ emulsione andiamo a condire il nostro radicchio aggiustando di sale. Spolveriamo generosamente col pepe. Cospargiamo il tutto con delle noci tritate.Andiamo a formare delle quenelle con la nostra mousse e le posizioniamo al centro. Il nostro piatto di apertura è pronto…

CALZONE

Il calzone, o pizza ripiena oppure panzerotto.. oggi per la serie “mani in pasta” mi sono cimentata in questa realizzazione… e calzone ripieno salsiccia e cariciofi sia!!!..

calzone (4)

Per fare il calzone ripieno ci occorrono:

Per la pasta:

300 gr farina per pizza 3mulini

80  gr fiocchi di patate

120 gr manitoba

1 bustina mastrofornaio

400 ml acqua

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaio di sale

50 ml olio evo

Per il ripieno:

salsiccia

mozzarella

carciofi

Per guarnire

passata di pomodoro

sale

origano

olio

Prepariamo la pasta per il calzone, mettendo le farine in una terrina, mescolando bene il sale. In un bicchiere mettiamo un pò di acqua tiepida con un cucchiaio di zucchero e la bustina del lievito. Mescoliamo bene e attendiamo che faccia la classica schiumetta. Nel frattempo aggiungiamo alle farine anche l’olio, poi l’acqua con il lievito e piano piano aggiungiamo anche la restante acqua. Cominciamo ad impastare fino a che otterremo un palla liscia ed elastica. Lasciamo riposare l’impasto dentro la terrina infarinata, coperta con un canovaccio e al riparo da correnti. Lasciamo lievitare 2 ore. Trascorso questo tempo, prendiamo l’impasto e stendiamo dentro una teglia. Nella metà andiamo a mettere la salsiccia spezzettata grossolanamente con le mani, i carciofi a spicchi piccoli ed infine la mozzarella. (io la schiaccio con il passapatate..) Richiudiamo con la pasta formando una mezzaluna, chiudendo bene i bordi, premendo con le dita. Sopra andiamo a mettere la passata di pomdoro , precedentemente preparata con olio e origano.

Inforniamo tutto a 220° in forno già preriscaldato per 15 minuti.

calzone (2)

MERINGATA AL COCCO

Per i dolci della domenica e non…meringata al cocco, amatissima da tutti, torta quasi gelato soffice e golosa….
meringata al cocco

Pochi semplici ingredienti per fare la meringata al cocco ci occorrono:

savoiardi

300 ml panna da montare

1 bustina pannafix

150 gr meringhe

zucchero

alkermes

cocco disidratato

Iniziamo col ghiacciare la terrina in acciaio dove andremo a montare la panna. Passato il tempo di refrigerazione andiamo a montare la panna con lo zucchero a velo. A metà montaggio mettiamo anche la bustina di pannafix che ci aiuterà a mantenere la panna ferma per lungo tempo, cosi possiamo far riposare in frigo il dolce che sarà piu buono il giorno dopo.

Prepariamo la bagna per i savoiardi con alkermes un poco di acqua e un cucchiaio di zucchero. Immergiamo i biscotti velocemente e posizioniamoli sul piatto di portata fino a fare un primo strato. Ricopriamo con la panna montata e le meringhe sbriciolate. Procediamo con un’altro strato di savoiardi passati nell’alkermes e ricopriamo con la panna e le merignhe sbirciolate. Decoriamo con meringhe intere e cocco disidratato.

Mettiamo a riposare in frigo. Servire appena tolto dal refrigeratore.

meringata al cocco (2)

 

TORTELLI AL BRANZINO

Oggi vi propongo un primo di pasta fresca: i tortelli al branzino!

tortellidipescePer questi tortelli ho scelto un condimento in bianco branzino e porcini. Per fare questo piatto ci occorrono:

Per la pasta:

150 gr  semola rimacinata

150 gr  farina 00

3             uova

Per il ripieno:

300 gr patate lesse

100 gr polpa di granchio

30 gr    prezzemolo

aglio  sale  e  paprika

vino bianco

Per il condimento:

300 gr branzino

200 gr porcini

prezzemolo

scalogno

un bicchierino di brandy

olio sale pepe

Prepariamo la nostra sfoglia impastando le farine a fontana e incorporando le uova. Lasciare riposare una mezzoretta sotto una ciotola di vetro.

Intanto prepariamo il ripieno mettendo la polpa di granchio in un padellino con olio aglio e paprika facendolo insaporire per cinque minuti, sfumandolo col vino bianco. Spengiamo il fuoco e aggiungiamo il prezzemolo. Prendiamo le nostre patate già lessate schiacciamo con una forchetta ottenedo una purea e mescoliamo alla nostra polpa di granchio aggiustando di sale.

Stendiamo la pasta e andiamo a mettere un cucchiaio di ripieno, ben distanziato, nella parte bassa della sfoglia  eppoi ripieghiamo la pasta a ricoprire e aiutandoci con un tagliapasta formiamo delle belle mezzelune.

A questo punto mettiamo a bollire acqua e sale in una pentola capiente.

Nel frattempo prepariamo il nostro condiemento saltando il branzino in padella con olio e scalogno aggiustando di sale e sfumato con brandy.

In un altro padellino cuociamo i nostri porcini precedentemente puliti e tagliati a tocchetti con olio e aglio.

Uniamo a fine cottura i porcini al branzino che avremo leggermente sminuzzato e aggiungiamo il prezzemolo.

Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore mettiamo i nostri tortelli a cuocere e appena torneranno a galla gli toglieremo con una ramina trasferendoli nella padella con il condimento.

Saltare qualche minuto e impiattare…sono uno spettacolo per le papille gustative!!!

WURSTEL E HAMBURGER DA OKTOBER FEST

WURSTEL E HAMBURGER DA OKTOBER FEST !!!E’ iniziato ottobre….e un’idea per un secondo piatto, se volete semplice, ma moooolto gustoso 🙂

wurstelehamburger

Per immergergi nell’atmosfera giusta e con gusto per questo piatto ci occorrono:

4 wurstel affumicati

4 hamburger ( carne mista tra suino e manzo)

4 fette di fontina

4 cipolle bianche

passata di pomodoro

spezie a piacere

senape chiara

1/2 lt birra

olio e.v.o.

sale , pepe

In una padella capiente mettete a rosolare in olio e.v.o. le cipolle pulite ed affettate..unite i wurstel e gli hamburger e profumate con una bella grattugiata di noce moscata, aggiustiamo di  pepe e sale, fate rosolare un pò anche questi eppoi sfumate con la birra…

Sopra gli hamburger, dopo averli girati andiamo a mettere le fette di fontina in modo che col calore si fondano. Aggiungiamo al “sughetto”di cottura qualche cucchiaio di passata di pomodoro. Lasciamo retringere il suchetto e appena la fontina sarà sciolta la pietanza è pronta. Non ci resta che impiattare i wurstel e gli hamburger e servire con senape dolce e una bella birra fresca!!!! Sarebbero da servire accompagnati con i Bretzel,ma non potendogli reperire, ho scelto dei taralli salati. Chissà che prima o poi mi cimenti…..

PAN CON L’UVA

Questo è un dolce autunnale tipico toscano che, è solo una delle tante versioni, quella che da anni si usa fare qua a casa mia. Ricetta insegnatami da una gentile signora mia dirimpettaia del centro e pratese da come si suol dire “da 7 generazioni” che giustamente la chiama “il pan con l’uva”,  aggiustata da me secondo i miei gusti.

Ingredienti per una teglia rettangolare mediogrande:

800 gr. di uva nera (o meglio ancora il tipo “fragola”)
450 gr. di farina “00”
7 cucchiai di zucchero semolato
7 cucchiai di olio di semi di arachidi
1 bustina di lievito per dolci
1 bicchiere d’acqua tiepida

zucchero e olio per copertura

Preparate una fontana con la farina ed aggiungetevi un bicchiere d’acqua tiepida, unite anche lo zucchero, i cucchiai d’olio, il lievito. Dividete l’ impasto in due parti considerando che la parte del fondo deve essere un po’ più abbondante del secondo strato di copertura. Stendetelo in una teglia da forno e riempitelo con gli acini di uva lavati e ben asciugati facendo attenzione a non pressarli troppo.

(volendo si può riservare una parte degli acini per la guarnizione esterna, ma io non lo faccio) ripiegando i bordi di pasta verso l’interno.

Passare alla copertura col secondo strato di pasta. Chiudere bene ai lati.

Distribuire 2 cucchiai di zucchero e uno di olio di semi e fate cuocere in forno a temperatura 180° per 40 minuti.

Buona merenda a tutti…