Crea sito

PANINO COME AL FAST FOOD

Panino come al fast food..sei a casa e non vuoi uscire ma hai voglia del panino più famoso? Ecco come prepararselo, in una farcitura personalizzata…

20150422_203411

Per il panino come al fast food ci occorrono

per il panino:

200 gr farina

100 gr manitoba

200 ml latte

40 gr burro

8 gr lievito fresco

20 gr zucchero

sale

Latte per pennellare

Semi di sesamo

Per la farcitura:

1 hamburger (in questo caso di tacchino) per panino

un uovo per panino

cipolla

peperone

pomodoro

insalata

senape

ketcup

Iniziamo facendo i panini: scaldiamo leggermente il latte per sciogliere dentro il lievito con un cucchiaino di zucchero. Lasciamo riposare 10 minuti e nel frattempo setacciamo le due farine. Mettiamo la farina in una ciotola e versiamoci il latte gradatamente facendolo assorbire. Aggiungiamo quindi il restante zucchero, il sale e il burro. Impastiamo a mano. Dobbiamo far lievitare l’impasto fino al raddoppio. Lievitato l’impasto andiamo a  fare dei panini calcolando un 100 gr. l’uno e appoggiamo su una teglia ricoperta di carta forno lasciando lievitare ancora per un 30 minuti. A questo punto spennellimao con del latte e spolveriamo con semi sesamo e lasciar lievitare ancora 30 minuti. Preriscaldiamo il forno a 180° e trascorso il tempo di lievitazione cuociamo fino a doratura.

Sforniamo e andiamo a preparare il panino. Prendiamo una padella antiaderente e ungiamo leggermente il fondo. Andiamo a tagliare a rondelle le cipolle, il peperone e il pomodoro. Puliamo l’insalata, scegliete un tipo croccante e teniamo da parte. Andiamo a grigliare la cipolla ed il peperone.Togliamo e teniamo da parte.

Dividiamo il panino in due parti, e tostiamolo nella paella padella antiaderente. Cuociamo gli hamburger e le uova. Adagiamo su un piatto la base del panino e fare uno strato di ketcup. Adagiamo sopra l’hamburger e sopra l’uovo. Aggiungiamo il peperone la cipolla il pomdoro e la lattuga. Mettere la senape o se preferite la maionese.Buon appetito!

 

ARANCINI DI MONTALBANO

Gli arancini di montalbano è il titolo di uno dei primi romanzi di Camilleri della serie del commissario Montalbano, io ho scelto questo nome per la ricetta degli arancini, che mi è stata insegnata dalla mia cugiacquisita Barbara che ha origini siciliane…

20131229_arancini (1)

per gli arancini di montalbano al ragù e mozzarella ci occorre:

500 gr. riso

100 gr pecorino grattugiato

3 tuorli

50 gr burro

1 bustina di zafferano

250 gr ragù

100 gr mozzarella

Per la panatura:

3 uova sbattute leggermente salate;
300 gr pan grattato

Iniziamo lessando il riso in poca acqua salata calcoliamo circa 1 litro abbondante in questa maniera faremo si che a cottura ultimata l’acqua sarà assorbita completamente. Così l’amido rimarrà tutto nella pentola e otterremo un riso molto asciutto e appiccicoso. Intanto sciogliamo lo zafferano in pochissima acqua. Sbattiamo leggermente con una forchetta i tre tuorli e unite al composto di riso. Uniamo anche il formaggio grattugiato e il burro mescoliamo per amalgamare il tutto, dopodiché  versiamo il riso in una teglia (io uso quelle da forno) e livelliamo per farlo raffreddare.

Con il riso ormai freddo (ci vorranno almeno un paio di ore), prendiamo un poco di riso e andiamo a formate uno strato sottile schiacciandolo sul palmo della mano tenendo la mano a “conchetta” formando un incavo al centro dove porrete un cucchiaio di ragù e la mozzarella precedentemente tagliata a dadini poi chiudiamo con un altro strato sottile di riso.Mdelliamo gli arancini a palla (come una arancia no?). Proseguiamo fino ad esaurimento degli ingredienti.

Passiamo gli arancini nell’uovo sbattuto di seguito nel pangrattato. Friggiamo gli arancini in abbondante olio bollente immergendo gli arancini aiutandoci con un mestolo forato.Per friggere gli arancini di riso, consiglio di utilizzare una friggitrice o un pentolino piuttosto piccolo e alto in modo che gli arancini siano completamente sommersi dall’olio durante la frittura.

Togliamo dall’olio quando saranno ben dorati e lasciamo scolare gli arancini su un foglio di carta assorbente.Serviamo gli arancini di montalbano caldi in modo che al primo morso facciano il “filo”

DOLCISSIMI STICKS

I dolcissimi sticks, sono facili da realizzare, li possiamo definire “biscottini” dal gusto dolce-salato…adattissimi a qualsiasi occasione, per chiudere un pranzo, un piccolo spuntino dolce, o da offrire agli amici anche per un apericena…

dolcissimisticks (1)

 

per fare i dolcissimi sticks ci occorono:

grissini torinesi

cioccolato

codette colorate

Prepariamo due vassoi ricoperti con la carta forno, uno ci servirà per la decorazione e l’ altro ci servirà per fare asciugare i bastoncini.

Andiamo a sciogliere il cioccolato al microonde in una tazza tipo mug che sia un pò alta e stretta, di modo che quando il cioccolato si sarà fuso il livello sia abbastanza in modo da potervi immergere i grissini. Prendiamo i grissini dividiamoli a metà nel senso della lunghezza (sarebbero stati troppo lunghi da maneggiare) e andiamo ad intingerli nel cioccolato girandoli leggermente e li facciamo sgocciolare sulla tazza facendo colare il cioccolato in eccesso.
Andiamo sul primo vassoio e mettiamo la decorazione ruotando i grissini in modo da ricoprirli. Possiamo recuperare la decorazione caduta nel vassoio e proseguiamo fino ad esaurimento dei grissini. A questo punto andiamo ad appoggiarli su l’altro vassoio per farli asciugare. Per velocizzare l’asciugatura una volta finito di decorare tutti i grissini gli andremo a mettere in rigo per una mezzora.

Io ho scelto di servirli in un bicchiere al momento del caffè, sono stati un vero successo. Potete usare anche il cioccolato al latte e o cioccolato bianco e anche le codette possono essere sostituite con zucchero colorato o altre decorazioni commestibili.

e adesso che fate? Non provate?

 

dolcissimisticks (2)

CESTINI DI PASTA

Cestini di pasta di lasagna ripieni di fettuccine piselli e prosciutto…un antipasto sizioso da servire anche per il menù delle feste…

cestinidipasta (4)

 

per fare i cestini di pasta ci occorrono:

dosi per 12 cestini ottenuti con stampino da muffin

6 pezzi di pasta di lasagna

250 gr tagliolini freschi

2 uova

120 gr prosciutto cotto a cubetti

120 gr piselli lessati

2 uova

100 ml panna fresca

sale pepe

parmigiano grattugiato qb

Lessiamo la pasta di lasagna in abbondante acqua salata. Mettiamo a sgocciolare su di un canovaccio e tagliamo ogni pezzo a metà in modo da ottenere 12 quadretti. Ungiamo con il burro lo stampino da muffin (il mio ha dodici buchette) e in ogni buchetto mettiamo il quadretto di pasta di lasagna.

Lessiamo anche i tagliolini in abbondante acqua salata e scoliamoli dopo 3 minuti abbastanza al dente. Trasferiamo in una terrina con qualche fiocco di burro e lasciamo raffreddare. In una ciotola sbattiamo leggermente le uova a cui aggiungeremo la panna ed il pepe. Con il composto andiamo a condire i tagliolini. Aggiungiamo quindi anche il prosciutto a cubetti e i piselli sempre mescolando.

Con l’aiuto di una forchetta andiamo ad arrotolare i tagliolii e sistemiamoli dentro i quadrotti di pasta lasagna. Farciamo ulteriormente con i piselli e prosciutto rimasti sul fondo e cospargiamo ogni cestino cosi ottenuto con il parmigiano.

cestinidipasta (2)

Inforniamo il tutto a 180° per 15-20 minuti. Una volta che avremo la crostina dorata, togliamo dal forno e lasciamo intiepidire. Estraiamo i nostri cestini e serviamoli.

MUFFIN SALATI WURSTEL PECORINO E POMODORI PACHINO

Vi propongo i muffin salati wurstel pecorino e pomodori pachino, diventano un antipasto sfizioso o anche un accompagnamento ad un secondo semplice.. in questo caso ho usato la farina integrale e quindi secondo me sono anche piu digeribili…

muffinsalatiwurstel (4)

per fare i muffin salati wurstel pecorino e pomodori pachino ci occorre:

100 gr farina integrale

100 gr farina 00

200 ml albume o 4 uova

100 gr pecorino grattugiato

180 gr yogurt greco

3 wurstel di pollo

250 gr pomodori pachino

1 bustina lievito istantaneo

peperoncino

origano

sale

Puliamo di pomodori pachino e tagliamo in 4 parti saliamo leggermente e mettiamo a scolare l’acqua di vegetazione .Tagliamo anche i wurstel a cubetti e teniamo da parte. In una terrina mettiamo le farine e la bustina di lievito istantaneo mescolando bene. In un’altra terrina andiamo a lavorare gli albumi (o le uova) con lo yogurth e il sale e il peperoncino quando il composto sarà omogeneo andiamo ad incorporare le farine, aggiungiamo adesso il pecorino grattugiato e l’origano, infine andiamo ad accorpare all’impasto i wurstel a cubetti e i pomodori pachino.

Prendiamo lo stampo imburriamo leggermente la parte alta degli stampini e mettiamo in ogni buchetto i pirottini di carta. Per ogni muffin andranno circa 3 cucchiai di impasto (praticamente a filo del bordo di ogni stampino).

muffinsalatiwurstel (2)

Cuociamo in forno preriscaldato a 180° per circa 20 – 25 minuti.

Sformiamo e lasciamo raffreddare su una gratella prima di servire.

COCCOLI

Oggi ricetta dei coccoli. Una volta nelle friggitorie qui in toscana si potevano trovare i coccoli insieme alla polenta fritta. Cadute in disuso le friggitorie li possiamo trovare nei menù dei ristoranti serviti come antipasto accompagnati da stracchino e prosciutto crudo. Io li servo anche come secondo piatto accompagnando a salumi formaggi di vario tipo e tenendone da parte qualcuno senza sale anche con crema di nocciole!!

coccoli (1)

Per fare i coccoli ci occorre:

500 gr farina 00

400 ml acqua

30 ml olio

1 bustina lievito secco

2 cucchiaini zucchero

olio per friggere

Partiamo preparando il lievitino. In 200 ml di acqua tiepida sciogliamo lo zucchero. Aggiungiamo il lievito secco e 100 gr di farina. Lasciamo riposare mezz’ora coperto da un canovaccio. Trascorso questo tempo aggiungiamo la restante farina, l’olio un po di sale e l’acqua riamasta. Aiutatevi con un cucchiaio di legno unto per mescolare bene l’impasto che dovrà rimanere molto morbido. Lasciate lievitare almeno 2 ore coperto e al riparo da correnti. (Io di solito scaldo il forno con una bacinella d’acqua spengo e metto a lievitare lì dentro).

Passato il tempo di lievitazione, prepariamo una pentola a bordo altro scaldiamo bene l’olio e aiutandoci con due cucchiai andiamo a prelevare la pasta e mettiamola a friggere. (Consiglio di non friggere tanti coccoli insieme perchè raffredderebbero l’olio e non risulterebbero belli gonfi e croccanti) Una volta belli gonfi e dorati togliamo dalla pentola e scoliamo su carta assorbente. Seriviamo ben caldi. Provateli vi piaceranno!!!

coccoli (3)

 

PENNE CREMA GORGONZOLA PERE E NOCI

Un’altra ricetta per un goloso finger food..che non può mancare per gli apericena di casa mia. Stasera ai miei amici offrirò penne crema gorgonzola pere e noci, servito in assaggio.

pennegorgo

E’ ovvio che in quantità maggiori si può ricavare un gustoso primo piatto. Per le penne crema di gorgonzola ci occornono:

350 gr penne

100 gr gorgonzola dolce

100 gr formaggio cremoso

1 pera

1 cipollotto

1 cucchiaino di paprika dolce

latte q.b.

sale

burro

1/2 bicchiere di vino bianco

una decina di gherigli di noce per guarnizione

Mettiamo a bollire l’acqua leggermente salata per la pasta.

Puliamo la pera dalla buccia privandola del torsolo e riduciamolo a cubettini. In una  padella di ceramica  con 2 noci di burro andiamo ad imbiondire il cipollotto precedentemente tritato molto fine e mettiamo a saltare la nostra pera. Dopo un paio di minuti sfumiamo col vino bianco   spolveriamo con un cucchiaino di paprika facciamo saltare un minuti poi togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

Sempre nella padella di ceramica andiamo a formare la nostra cremina col gorogonzola un poco di latte e il formaggio cremoso. Lasciamo riposare.

A questo punto scoliamo le nostre penne e mettiamole nella padella con la crema di formaggi e saltiamo per qualche minuto aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura.Andiamo a comporre i nostri “bocconcini” mettendo negli accessori le penne un cucchiaino di pere e mezzo gheriglio di noce a guarnizione….ricordando che ” al contadin non far sapere…quant’è buono il “cacio” con le pere!!!

SPIEDINI DI PASTA AL PROFUMO DI MARE

Spiedini di pasta al profumo di mare…un’idea per un’apericena o per un buffet…buoni da mangiare in un solo boccone!

Spiedinidipastadimare-6

Per gli spiedini di pasta al profumo di mare ci occorrono:

200 gr penne

100 gr gamberetti sgusciati

100 gr zucchini

50 gr prezzemolo

1 cipollotto

1 cucchiaino di pepe

olio e.v.o.

sale

il succo di 1 limone

 

Mettiamo a bollire l’acqua leggermente salata per la pasta . Puliamo le zucchine e tagliamole a cubetti (teniamo conto di una misura che poi si possa “infilzare”). In una padella con olio e.v.o. andiamo ad imbiondire un cipollotto, precedentemente tritato molto fine e mettiamo a rosolare le zucchine spolverando con un cucchiaino di pepe e sale, facciamo saltare alcuni minuti poi togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

Scottiamo in acqua salata i gamberetti puliti, solo qualche minuto poi togliamoli dall’acqua e scoliamoli bene. A questo punto saranno pronte anche le nostre penne, togliamo all’acqua di cottura trasferendo in un colpasta, poi di nuovo in una terrina dove aggiugeremo un filo d’olio, mescoliamo e lasciamo raffreddare.

Prepariamo un’emulsione con olio e.v.o. il succo di un limone e prezzemolo. Sbattiamo bene olio e limone.Questo sarà il condimento dei nostri spiedini di pasta. Assembliamo il tutto prendiamo uno stecchino e infilziamo un gamberetto, una penna, una zucchina, una penna e chiudiamo con un gamberetto. Appoggiamo il nostro spiedino di pasta sul piattino di servizio e condiamo con l’emulsione….una squisitezza!

CORNETTI SALATI

Sfiziosissimi antipasti o fingerfood i cornetti salati. Si possono accompagnare con una varietà di salsine e tantissimi ripieni. Vi propongo cornetti salati al salame con mousse di formaggi.

saltinifingerfood (1)

Per fare i nostri cornetti salati alla mousse di formaggi ci occorrono:

Per i cornetti:

2       confezioni pasta sfoglia

100 gr  salame piccante

burro salato

albume di uovo

sale

semi di papavero

Per la mousse ai formaggi

100 gr   brie

100 gr   emmenthal

100 gr   panna da cucina

burro, latte.

saltinifingerfood (5)

Prendiamo i fogli di sfoglia e procediamo tagliandoli a triangolo. Pratichiamo un picccolo taglietto alla base del triangolo e arrotoliamo su se stessi ottenendo dei cornetti. Poniamo sulla placca da forno foderata con la carta apposita e cospargiamo i nostri cornetti con l’aiuto di un pennello l’albume d’uovo e sopra mettiamo il sale e semi di papavero a guarnire. Inforniamo a 180° i primi 20 minuti poi abbassiamo a 150° per restanti 10 minuti.Lasciamo raffreddare i cornetti salati.

Prepariamo intanto la ai formaggi, sciogliamo in un pentolino una noce di burro aggiungiamo i formaggi a dadini e un pochino di latte. Facciamo scogiere a fuoco dolce e infine aggiungiamo la panna che rendrà il tutto molto cremoso.Lasciamo raffreddare e versiamolo nelle coppette apposite.

I cornetti gli andremo a farcire con quello che più ci piace. Io in questo caso ho farcito con un leggero strato di burro salato all’interno del cornetto aperto e fette di salame piccante.

 

Potrete gustare i cornetti salati immergendoli nella mousse ai formaggi.

TIGELLE

Semplicemente…tigelle!!! Cotte con la sua piastra arrivatami per mano della mia sister Donatella, direttamente dal mercato di Pianoro, oggi per un pranzo fra amici, ecco la mia produzione!!! Cosa dire sono sempre un gran successo.

tigelle (1)le tigelle sono ottima alternativa alle crescentine o gnocco fritto, anche perchè non sono fritte. Anche queste si accompagnano con tutti i tipi di affettati, formaggi verdure grigliate o sottolio, ma anche in dolce con marmellate o nutella.

Per fare le tigelle ci occorre:

850 gr   farina 00

150 gr   fiocchi di patate

2           cubetti di lievito

250    acqua frizzante

200    latte

2 cucchiaini di zucchero

50 ml olio

2 cucchiaini di sale

Procedimento:

Scaldiamo un pochino il latte e dentro andiamo a  mettere il lievito con due cucchiaini di zucchero, mescolando per far sciogliere il lievito e lasciamo che si formi una schiumetta in superficie. In una ciotola capiente mettiamo la farina i fiocchi di patate e il sale, mescolando, aggiungiamo l’ olio e sempre mescolando incorporiamolo alle farine. Iniziamo ad impastare mettendo il latte con il lievito eppoi l’acqua.Copriamo l’impasto ma prima, pratichiamo una croce sopra che faciliterà la lievitazione. Lasciamo riposare per circa 2 ore  dentro il forno spento.

Quando l’impasto risulterà pronto, quindi raddoppiato di volume, preleviamo un poco di pasta per volta, facendo delle pallette grandi come un’ albicocca. (circa 35 gr l’una). Lasciamo lievitare un altra mezz’ora coperte con un canovaccio.

A questo punto iniziamo a scaldare la piastra apposita…e metto a cuocere le pallette di pasta lievitata, che chiudendo la piastra diventereanno dei dischi. Si cuociono rigirandole prima da un lato eppoi dall’altro.

tigelle (2)

Si servono ben calde e aprendole a mò di panino si farciscono con quello che a uno piace di piu dal salato al dolce…provatele!!!