MIGLIACCIO DOLCE

Migliaccio dolce è una torta di semolino tipica del periodo del carnevale napoletano e ha origini molto antiche. In questa mia versione, alla ricetta tradizionale ho aggiunto gocce di cioccolato fondente e bacche di goji. Andiamo a vedere la ricetta

per il migliaccio dolce ci occorrono:

200 gr semolino

1000 ml latte parzialmente scremato

50 gr di burro

500 gr di ricotta

180 gr di zucchero a velo (150 per la torta e 30 per decorazione )

4 uova

aroma all’arancia

 

1 bustina di vanillina

un pizzico di sale

gocce di cioccolato e bacche di goji

Preriscaldiamo il forno a 180° e mettiamo a bagno le bacche di goji in acqua calda.

In una casseruola a bordo alto andiamo a riscaldare il latte scremato con qualche goccia di aroma all’arancia. Appena comincerà a sfiorare il bollore, togliamo dal fuoco e versiamo  il semolino mescolando bene con l’aiuto di una frusta facendo attenzione a sciogliere tutti i grumi.

Rimettiamo sul fuoco e aggiungiamo una parte di zucchero (teniamo da parte l’eventuale corrispondente per lo spolvero finale..) e facciamo andare  a fuoco dolce per circa 5 minuti.

Lasciamo intiepidire, di seguito andiamo ad aggiungere al composto le uova, uno per volta mescolando per farle amalgamare bene, la ricotta setacciata, la busta di vaniglina, amalgamiamo, e aggiungiamo le bacche di goji strizzate bene e le gocce di cioccolato fondente. Mescoliamo ancora con cura.

Prepariamo una teglia antiaderente, ungiamo con del burro e spolveriamo con del pan grattato. A questo punto versiamo l’impasto.

Inforniamo la torta e cuociamo indicativamente per circa quarantacinque minuti. Regolatevi in base al vostro forno: l’aspetto in superficie sarà piuttosto dorato (io, nella foto, l’ho capovolta ma potete servirla con la parte ben dorata sopra), la consistenza deve essere quasi soda ma morbida, tenderà a compattarsi man mano che si raffredda.

 

Sformiamo il migliaccio dolce quando sarà ben freddo e spolverizziamolo con il rimanente zucchero a velo.

Conserviamolo in frigo, il giorno dopo, è ancora più buono.

CENCI RIPIENI ALLA CREMA

Cenci ripieni alla crema è una variante della ricetta classica, una pasta morbida e soffice con un ripieno di crema pasticcera golosissimo, veramente buone. Volendo potete prepararle anche con un ripieno di marmellata del gusto che più vi piace.

per fare i cenci ripieni alla crema ci occorrono:

400 gr farina

80 gr zucchero a velo

30 gr burro

2 cucchiai vino bianco

2 uova intere

1 bustina di vanillina

1/2 bustina lievito

aroma al rum

aroma limone

500 gr crema

olio di semi per friggere

zucchero a velo q.b.

Mettiamo nella ciotola della planetaria la farina setacciata, lievito istantaneo per dolci e la vanillina. Diamo un paio di giri a bassa velocità, proseguiamo aggiungendo il burro morbido, lo zucchero a velo, le uova, il vino bianco, l’aroma al rum e quello al limone e impastiamo. Quando il composto farà una palla, togliamo dalla ciotola della planetaria e finiamo di impastare a mano fino a quando  l’impasto rislterà liscio ed omogeneo.

Mettiamo l’ impasto dentro un contenitore di plastica con coperchio che lo contenga e poniamo in frigo per un’ora.

Prendiamo una parte dell’impasto e stendiamo aiutandoci con un mattarello fino ad uno spessore di 3/4 millimetri e ritagliamo dei rettangoli di 6 centimetri. Con un cucchiaino andiamo a mettere la crema al centro nella parte bassa e pieghiamo il pezzo di pasta libera sull’altro cosi da formare un quadrato che sigilleremo coi rebbi di una forchetta.

A questo punto prepariamoci per friggere. Mettiamo abbondante olio di semi in un tegame e portiamolo a temperatura. (il trucco per sapere quando è a tempertura, ponete uno stecchino nell’olio, quando intorno farà le bollicine..l’olio è a temperatura giusta). Friggiamo i cenci fino a doratura e mettiamo su un piatto con carta assorbente di modo che perdano l’unto in eccesso.

Serviamo su un piatto da portata spolverizzando con zucchero a velo.

(un consiglio…per non fare abbassare la temperatura dell’olio, di modo che vengano belli gonfi, mettete 3/4 cenci non di più)

 

 

FRITTELLE DI RISO IN FORNO

Frittelle di riso in forno…carnevale tempo di dolci fritti…ma ho voluto provare le frittelle di riso cambiando la cottura. La consistenza e delle polpette cotte in forno…molto usate a casa mia…ma dolci e profumate. Andiamo a vedere la ricetta.

per le frittelle di riso in forno ci occorrono:

150 gr riso

400 ml latte

100 gr zucchero

aroma al limone

30 gr burro

1 uovo

100 gr farina

1/2 bustina di lievito

zucchero di canna per la farcitura

In una casseruola andiamo a mettere il riso con l’aroma del limone e lo zucchero. Mescolare di tanto in tanto e far cuocere il riso fino a che non si sarà assorbito tutto il latte.

Togliere dal fuoco e aggiungere il burro mescolando e lasciare raffreddare completamente. Quando il riso sarà freddo aggiungere l’uovo, la farina e il lievito setacciato.

Preriscaldiamo il forno a 180° e prepariamo la leccarda da forno con un tappetino di silicone (in mancanza usiamo la carta forno leggermente inumidita e strizzata.)

Con un cucchiaino andiamo a prelevare una noce di prodotto e andiamo a passare nello zucchero di canna e poniamo sulla leccarda. Cosi fino ad esaurimento dell impasto.

Andiamo a cuocere in forno per una 15 di minuti o fino a che non si saranno dorate le frittelle.

Sfornare,  lasciare raffeddare e gustare.

CIAMBELLE

Ciambelle fritte, sono una gustosa alternativa ai tradizionali dolci che si preparano in occasione del carnevale, morbide e soffici con una spolverata di zucchero saranno molto gustose.
20140223_205858

 

per le ciambelle ci occorrono:

per il lievitino

100 gr farina

2 cucchiaini zucchero

60 ml latte

1/2 bustina lievito secco

per l’impasto:

250 gr manitoba

200 gr farina

75 gr fiocchi di patate

3 uova

100 gr zucchero

50 gr burro

200 ml latte

scorza grattugiata limone

aroma alla vaniglia

pizzico di sale

zucchero per decorare

strutto per friggere

Iniziamo preparando il lievitino, in una ciotolina, mettiamo la farina il lievito secco e lo zucchero mescoliamo e uniamo il latte tiepido e mescoliamo bene e mettiamo a lievitare coperto da pellicola alimentare per circa 30-50 minuti.

Trascorso questo tempo, mettiamo a rinvenire i fiocchi di patate con il latte e andiamo a mettere in una ciotola capiente la farina, le uova, il sale, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone i fiocchi, il burro ammorbidito e quindi uniamo anche il lievitino che avrà raddoppiato il suo volume e impastiamo per amalgamarlo bene. Mettiamo il composto ottenuto in una ciotola coperta con pellicola trasparente nel forno spento e lasciamo lievitare l’impasto per tre ore.Trascorso il tempo indicato, prediamo delle palline di pasta alle quali faremo un buco con un dito e mettiamo su di una teglia con la cartaforno leggermente unta.Lasciamole lievitare per circa 2 ore sempre nel forno spento.

Friggiamo poi le ciambelle in olio caldo rigirandole,  poi facciamole sgocciolare su della carta assorbente da cucina, quindi spolverizziamole con dello zucchero.

Sono pronte per essere gustate!!!

CASTAGNOLE ALLA CREMA

Che carnevale sarebbe senza le castagnole alla crema? E quindi godiamoci questo peccato di gola…rigorosamente fritto…ecco la ricetta delle castagnole ripiene di crema pasticcera.

20140126_121443

per fare le castagnole alla crema ci occorrono:

per le fritelle

500 ml di latte

300 gr farina

100 gr fiocchi di patate

4 uova

120 gr zucchero a velo

120 gr zucchero

1 bustina di lievito per dolci istantaneo

buccia di limone grattugiato

olio di semi per friggere

Per la crema pasticcera

300 ml latte

100 gr zucchero

30 gr maizena

4 tuorli

buccia intera di limone

zucchero per guarnire

Prepariamo la crema pasticcera e lasciamola riposare con una pellicola a contatto in modo che non crei la crosticina.

Prendiamo una ciotola molto capiente mettiamo le uova, lo zucchero e iniziamo a lavorare il composto bene con uno sbattitore elettrico, aggiungiamo la scorza grattugiata di limone. A questo punto setacciamo la farina, il lievito e lo zucchero a velo, e andiamo ad incorporarlo al composto di uova, e sempre lavorando con lo sbattitore elettrico, aggiungiamo il latte, così andremo ad ottenere un composto morbido ed elastico.
In una pentola capiente e con i bordi alti, andiamo a fare scaldare l’olio. Per vedere quando l’olio avrà raggiunto la temperatura prendete un piccolo pezzo di pasta e immergetelo nell’olio, appena si formeranno tante bollicine, ci siamo possiamo cominciare a friggere, con due cucchiaini prendiamo un po’ del composto, cerchiamo di fare una pallina grande quanto una noce e friggiamola nell’olio, quando tornerà a galla significa che è pronta. Per mantenere costante la temperatura dell’olio, friggiamo non più di 4 castagnole alla volta. Le castagnole le andiamo a prelevare con le apposite pinze ed andiamo ad adagiarle su della carta assorbente. Dopodichè le passiamo nello zucchero per guarnirle.

20140126_121123
Per farcire le castagnole, tagliamo la frittella per il lungo ma senza separare le due parti, e con l’aiuto di un cucchiaino inseriamo la crema pasticcera. Mettiamo le castagnole su un piatto da portata, e serviamo.

 

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

HELLOMOTO

PER LE ZEPPOLE :

65 gr  farina 00

50 gr  burro

12o ml   acqua

1     cucchiaino raso di zucchero semolato

2     uova

un pizzico di sale

PER LA CREMA PASTCCERA:

4       tuorli

100 gr zucchero

50 gr  farina

500ml  latte

1       bustina vanillina

1       scorzetta di limone

PER GUARNIRE:

10 ciliege candite, zucchero a velo

Queste zeppole si preparano di solito per la festa del Papà, questt’anno ho anticipato un pochino, perchè comunque sono sempre buone…la ricetta che segue è con cottura al forno

Prepariamo la pasta per le zeppole versando in un pentolino l’acqua con il burro a tocchetti, aggiungendo il pizzico di sale, lo zucchero e portare a bollire con fuoco molto dolce. Quando il burro sarà sciolto togliamo dal fuoco e versiamo la farina tutta in una volta. Rimettiano sul fuoco e lavoriamo con un cucchiaio di legno fino a che l’ impasto si raccoglie in una palla. Togliamo dal fuoco ed aggiungiamo uno alla volta i tuorli sempe mescolando, si otterrà un impasto piuttosto sodo.Prendiamo una tasca da pasticcere munita da bocchetta a stella e su una placca da forno rivestita della carta apposita facciamo dei cerchi..come questi

Mettete ora la placca nel forno già caldo a 210° circa.  Lasciate cuocere per 20 minuti, senza mai aprire lo sportello del forno durante i primi 15 minuti. Quando i bigné sono dorati abbassate la temperatura a 180° per altri 5 minuti.

Nel frattempo avremo prerato la nostra crema pasticcera così in un pentolino mettiamo lo zucchero con i tuorli mescolando, aggiungiamo la farina setacciata sempre mescolando evitando che si formino dei grumi ,versiamo lentamente il latte sempre mescolando unendo la vanillina e la scorzetta di limone. Portiamo tutto ad ebollizione a fuoco dolce, lasciamo bollire a fiamma bassissima per 2/3 minuti. A questo punto lasciamo raffreddare la crema, e con questa farciamo le nostre zeppole, prima aprendole a metà, poi le richiudiamo e con la sacca da pasticcere mettiamo un pò della nostro crema e riempiamo il buco delle zeppole con un ciuffo di crema e sopra una ciligia candita.

spolverizziamo con zucchero a velo…..