Crea sito

GNOCCHETTI TRICOLORI AL PESCE

Gnocchetti tricolori al pesce sono un primo piatto semplice ma gustoso, gli gnocchetti di patate risultano morbidi ed il condimento si sposa benissimo con molte varietà di pesce, molluschi e frutti di mare.  Sono davvero gustosi: non vi resta che provarli…andiamo a vedere insieme la ricetta.

per gli gnocchetti al pesce ci occorrono:

500 gr gnocchetti (in questo caso ho scelto le chicche tricolore di patate)

300 gr cozze sgusciate

100 gr gamberetti

300 gr calamaretti

1 pomodoro

1 zucchina

mezzo bicchiere vino bianco

prezzemolo

aglio

sale pepe

Iniziamo la preparazione di questo piatto pulendo le cozze, togliendo il filamento che fuoriesce dalle valve e sciacquiamole con cura sotto l’acqua corrente. Laviamo i calamaretti  sotto l’acqua corrente, ponendo attenzione ad eliminare eventuali residui di sabbia dalle ventose dei tentacoli. Tagliamoli ad  anelli. Puliamo anche i gamberetti, togliendo il carapace.

Poniamo le cozze in un tegame con qualche cucchiaio di olio e l’aglio schiacciato. Mettiamo su fuoco vivace e copriamo per far  dischiudere le cozze, togliendole via via che si aprono; quindi sgusciamole e filtriamo il fondo di cottura con un colino.

Puliamo e spuntiamo la zucchina e riduciamola a cubetti.

Riprendiamo il tegame mettiamo olio e schiacciate l’aglio, facendolo soffriggere a fiamma bassa. Quando sarà dorato aggiungiamo i cubetti di zucchina ed i calamaretti, facciamo cuocere per 5 minuti poi aggiungete i gamberi sgusciati e sfumate con il vino. Lasciamo andare ancora un paio di minuti. Togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

Lessiamo gli gnocchetti in abbondante acqua bollente salata. Quando affiorano, togliamoli con una schiumarola e passateli nella padella con il pesce pronto.

Riduciamo a cubetti il pomodoro e mettiamo gnocchetti con i pesce sul fuoco con il sughetto precedentemente filtrato e le cozze.

Facciamo saltare in padella un alcuni di minuti a fiamma vivace, aggiustiamo di sale e pepe, e per finire il prezzemolo tritato.

Impiattiamo con del prezzemolo fresco tritato grossolanamente e servite subito.

 

PETTO DI POLLO RIPIENO AGLI SPINACI

Petto di pollo ripieno agli spinaci è una valida alternativa per gustare questa parte prelibata del pollo. Si pratica una tasca, dove andiamo ad inserire le verdure e il formaggio. La cottura in forno con la superficie irrorata dalla passata di pomodoro lo fa assomigliare al classico calzone di pizza.

per il petto di pollo ripieno agli spinaci ci occorrono:

un petto di pollo intero

300 gr spinaci lessati

60 gr emmenthal grattugiato

passata di pomodoro verace

origano

aglio in polvere

olio e.v.o

sale e pepe

Prendiamo il petto di pollo e tagliamo a metà in due parti. In ciascuna delle due parti, andiamo ad incidere la carne in modo da poter creare una tasca. Teniamo da parte.

Prendiamo una padella con qualche cucchiaio di olio e.v.o. e un poco di aglio in polvere e facciamo andare fino a che l’aglio non sarà dorato. Aggiungiamo gli spinaci lessati e ben strizzati. Facciamo saltare 5 minuti. Lasciamo raffreddare.

Riempiamo le tue tasche di pollo con gli spinaci cotti e l’emmethal grattugiato. Per sicurezza andiamo a chiudere i lembi con degli stuzzicadenti che poi, a fine cottura andremo a rimuovere.

Prepariamo una pirofila e sul fondo un paio di cucchiai di olio e un paio di cucchiai di passata di pomdoro, poniamo i petti di pollo, saliamo e pepiamo. Sopra il petto ripieno mettiamo ancora qualche cucchiaio di passata di pomodoro, olio e origano.

In forniamo a 180° per circa una ventina di minuti. Togliamo dal forno, rimuoviamo gli stecchini e impiattiamo con il suo sughetto.

A vista sembrano dei calzoncelli. Io gli ho serviti, in questo caso, accompagnati da funghi cardoncelli, buon appetito

FARFALLE INTEGRALI AL RAGU DELLA MAMMA LUCIA

Farfalle integrali al ragu della mamma Lucia ossia alla bolognese, che è un classico ragù di carne all’italiana. Il segreto per la buona riuscita di questo piatto, è la realizzazione di un ragù perfetto. Andiamo insieme a vedere la ricetta

per le farfalle integrali al ragù ci occorrono:
450 gr macinato manzo
350 gr macinato suino
750 ml passata di pomodoro
50 gr sedano
50 gr cipolla rossa
50 gr carota
1 bicchiere di vino rosso
2/3 cucchiai olio d’oliva
sale grosso
pepe nero
acqua q.b.
Iniziamo preparando le verdure per il soffritto, pulendo e tritando carota sedano e cipolla. In una tegame capiente mettiamo un paio di cucchiai di olio e aggiungiamo il trito di verdure e lasciamo andare una decina di minuti a fuoco dolce. Quando il soffritto sarà appassito aggiungiamo la macinata di carne di manzo e maiale. Mescolate bene e mettete una manciata di sale grosso e qualche macinata di pepe nero. Lasciamo fuoriuscire i succhi della carne ed una volta asciugati andiamo a sfumare con il bicchiere di vino rosso. Una volta evaporato possiamo andare ad aggiungere la passata di pomodoro con un paio di bicchieri di acqua. Mescoliamo e lasciamo sobbollire per un’ora. Trascorso questo tempo controlliamo la cottura, aggiustiamo di sale e se risultasse troppo ritirato aggiungiamo ancora un bicchiere di acqua. Lasciamo ancora sobbollire per un’altra ora. Trascorso questo tempo il sugo dovrà essere pronto, assaggiate e se occorre aggiustare di sale e pepe.
In una pentola con acqua leggermente salata portiamo ad ebbollizione l’acqua e andiamo a cuocere la pasta in questo caso le farfalle integrali. Al termine della cottura scoliamo la pasta e andiamo a saltare in una padella con qualche cucchiaio di sugo.
Impiattiamo e aggiungiamo un cucchiaio di sugo sulle farfalle integrali.
Pronti per gustare questo ottimo primo piatto?