FRIGGITELLI RIPIENI

Friggitelli ripieni, sono dei piccoli peperoni verdi di forma allungata e possono essere preparati ripieni se troviamo la qualità un pò più grande. In questa variante il ripieno e fatto con ricotta e formaggio e uovo con alcune spezie, ma possono essere “imbottiti” con la carne macinata o con il tonno. Tra l’altro in questo caso, la cottura è stata fatta in tegame, così ho evitato il forno, che in questo periodo estivo è una soluzione ottima.

per la nostra ricetta ci occorrono:

le dosi di questa ricetta sono per 4 persone

friggitelli (calcolate almeno 3 a commensale)

300 gr ricotta

80 gr pecorino grattugiato

pan grattato

1 uovo

prezzemolo

curcuma

brodo

vino bianco

olio e.v.o.

per  il contorno

piselli

2 cipollotti

2 cucchiai di passata di pomodoro

(in questo caso ho aggiunto anche alcune polpette di carne)

Laviamo i friggitelli, tamponiamo l’acqua in eccesso e tagliamo con l’aiuto di un coltello la parte superiore col picciolo e incidiamo per la lunghezza il peperone per estrarre i semi ed i filamenti.

In una ciotola andiamo a preparare il ripieno mescolando la ricotta insieme al pecorino grattugiato, l’uovo, il prezzemolo e la curcuma. Aggiustiamo la consistenza dell impasto con il pan grattato. ( ho omesso il sale, perchè il pecorino è molto saporito).

Andiamo a riempire i frigitelli con il ripieno, tipo maritozzo, e poniamoli in un tegame con un filo d’olio e i cipollotti affettati e andiamo a cuocere sul fornello a fiamma vivace. Sfumiamo leggermente con del vino bianco e una volta evaporato, abbassiamo la fiamma e mettiamo un poco di brodo e cuociamo a tegame coperto.

A metà cottura aggiungiamo anche i piselli con un paio di cucchiai di passata di pomodoro e ancora un poco di brodo.

Quando il brodo si sarà asciugato, togliamo dal fuoco e serviamo.

POMODORI RIPIENI ALLA QUINOA

Pomodori ripieni alla quinoa una pietanza gustosa e salutare, un’alternativa ai classici pomodori ripieni di riso…andiamo a vedere insieme la ricetta…

ricette_pomodoriequinoa (2)

per i pomodori ripieni alla quinoa ci occorrono:

4 pomdori rossi del tipo ramato

quinoa (calcolate un bicchiere)

30 gr olive nere

10 gr capperi

60 gr pamigiano grattuagiato

100 gr mozzarella

prezzemolo

basilico

sale

olio evo

Cuociamo la quinoa in due bicchieri d’acqua leggeremente salata. Fare bollire 10 minuti poi spengere il fuoco lasciando risposare la quinoa coperta con un coperchio.

Tagliamo la calotta superiore dei pomodori e svuotiamoli con l’aiuto di una cucchiaino tenendo da parte la polpa. Schiacciamo la polpa e mescoliamo alla quinoa cotta, aggiungiamo il prezzemolo, il basilico spezzettato a mano, un cucchiaio di olio, i capperi tritati finemente, le olive sminuzzate e la mozzarella ridotta in piccoli cubetti. Fate riposare questo ripieno per una mezzora in modo che si insaporisca.

Riempiamo i pomodori del composto ottenuto con gli ingredienti e la quinoa. Spolverare il pomodoro con il formaggio grattugiato. Richiudere con la calotta.

Poniamo i nostri pomodori ripieni sopra la leccarda del forno rivestita della carta apposita leggermente oleata e cuocere in forno a 180 gradi fino a che i pomodori non saranno belli dorati. (considerate circa 30/40 min.) Servite appena intiepiditi.

 

 

POLPETTE DI CECI

Polpette di ceci è un secondo piatto veloce preparato con ingredienti semplici. Tra l’altro, la cottura in forno regalerà una crosticina croccante alle polpette e un cuore morbido che conquisterà tutti i palati della vostra famiglia, quindi una ricetta tutta da gustare.

ricette_polpettediceci

per preparare le polpette di ceci ci occorrono:

200 gr ceci (anche quelli al vetro)

1 patata lessa

70 gr parmigiano grattugiato

1 uovo

pan grattato

sale e pepe

Andiamo a preparare le polpette iniziando lessando la patata. Una volta fatta questa operazione, scoliamo i ceci dall’ acqua di conservazione (io li passo anche velocemente sotto il getto dell’acqua tiepida).

Prendiamo una terrina e sbattiamo leggermente l’uovo con una forchetta assieme al sale e pepe. Uniamo la patata precedentemente schiacchiata mescolando fino ad ottenere una crema densa.

Trasferiamo i ceci in un frullatore e azionano l’utensile fino a che non avremo un composto abbastanza solido. Uniamo infine il composto di ceci alla crema precedentemente ottenuta mescolando bene e mettendo il parmigiano. Aggiustiamo di sale e pepe. Se il composto dovesse essere troppo morbido potete sistemare la consistenza con il pan grattato.

Ungiamo leggermente le mani e formiamo le polpette di dimensione all’incirca di una noce e passiamo nel pan grattato. Poniamo le polpette ottenute su una pirofila rivestita con cartaforno. Preriscaldiamo il forno a 180° ed inforniamo cuocendo per 20 minuti circa.

Serviamole ben calde. In questa occasione le ho accompagnate con una salsina di pomodoro leggermente piccante e della invidia con crema di philadelphia e uova di lompo.

 

 

 

 

PASTICCIO DI SPINACI

Pasticcio di spinaci un piatto molto gustoso dal cuore morbido con cottura in forno dalla superficie croccante.

ricette_pasticciodispinaci (1)per il pasticcio di spinaci ci occorrono:

500 gr. spinaci lessati
100 ml. besciamella
100 gr. parmigiano grattugiato
100 gr prosciutto cotto
100 gr mozzarella
30 gr pane grattugiato
1 scalogno
2 uova
sale q.b.
pepe q.b.

Prendiamo gli spinaci già lessati e strizzati bene dall’acqua di cottura e poniamoli in una casseruola con un poco di olio evo e lo scalogno tagliato fine. Facciamo andare qualche minuto a fuoco vivace poi abbassiamo l a fiamma aggiustiamo di  sale e lasciamo cuocere a fuoco lento fino a che gli spinaci non risulteranno asciutti. A quel punto togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare.

Quando saranno gli spinaci saranno freddi aggiungiamo le uova leggermente sbattute, il parmigiano e mescoliamo. Il composto dovrà risultare compatto, simile a quando si fanno e polpette. Se dovesse risultare troppo morbido aggiungere un pò di pan grattato.

Foderiamo con carta forno bagnata e strizzata la teglia del forno e poniamo metà dell’impasto. Mettiamo sopra all’impasto il prosciutto cotto (io ho preferito tritarlo un pò grossolanamente, ma se preferite potete adagiare anche le fette intere) la mozzarella precedentemente tagliata a cubetti e 2/3 di besciamella. Ricoprire il tutto con il composto rimasto pressando leggermente. Sopra mettiamo la besciamella rimasta e il pangrattato.

Spennelliamo la superficie del pasticcio con olio evo ed inforniamo a 180° per 25 / 30 minuti.

Una volta cotto lasciamo raffreddare una decina di minuti poi sformiamo il pasticcio con la carta forno e adagiamolo su una griglia per farlo intiepidire.

Potete servire tiepido come secondo, ma facendo dei quadrotti possiamo servirlo anche da antipasto, sarà buonissimo anche freddo.

ricette_pasticciodispinaci (2)

LASAGNE DI CAVOLO

Lasagne di cavolo una pietanza ricca di sapori, da considerarsi un piatto unico, cremoso ed appagante come solo le lasagne sanno essere ma con le verdure al posto della pasta!!!

ricette_cavoloinfondue (1)

per le lasagne di cavolo ci occorrono

1 cavolo verza

60 gr parmigiano grattugiato

500 ml besciamella

pangrattato

300 gr salsiccia

200 gr formaggio filante (es. mozzarella, galbanino, sottilette)

olio

pepe

sale.

Prendiamo una testa di cavolo verza e tagliamola a tocchetti, laviamo ripuliamo delle foglie esterne e andiamo e sbollentarla in acqua salata fino a che non diventa tenera, poi la mettiamo a scolare bene dentro un colapasta.

Trascorso questo tempo, imburriamo una pirofila da forno, cospargiamo di pangrattato e andiamo a stendere uno strato con la verza, proseguiamo con la besciamella, quindi uno strato di salsiccia sbriciolata e il formaggio filante ridotto a tocchetti e infine del grana grattugiato; continuiamo ad alternare questi strati fino ad esaurimento ingredienti, terminando con il grana qualche pezzetto di formaggio filante e una generosa spolverata di pan grattato che aiuterà a fare una crosticina bella croccante in superficie.

Cuociamo le lasagne cavolo verza in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti, o comunque fino a che la superficie delle lasagne di cavolo, non risulta ben dorata

INSALATA DI MERLUZZO AL VAPORE

Insalata di merluzzo al vapore con verdure è un secondo piatto leggero e nutriente, che prevede che i filetti di merluzzo e le verdure vengano cotti al vapore e successivamente sminuzzati e uniti alle verdure prezzemolo all’aglio e ai capperi, è adatto a tutti grandi e piccini.

 

20150424_201951

 

Per fare l’insalata di merluzzo al vapore con verdure ci occorrono:

una confezione di filetti di merluzzo (circa 400 gr)

1 peperone giallo

2 zucchine

2 pomodori

1 carota

una manciata di piselli

olive nere

aglio

olio e.v.o.

sale e peperoncino q.b.

Andiamo a cuocere tutti i nostri ingredienti nella vaporiera che cuocerà i nostri alimenti in modo sano e leggero. (in alternativa in mancanza della vaporiera, potete lessare.)

Andiamo a cuocere le verdure. Laviamo il peperone puliamolo dai filamenti interni e mettiamo in un cestello assieme la carota. In quello superiore mettiamo gli zucchini anch’essi lavati e puliti dalle calotte alle estremità e i piselli. Vedrete che gli zucchini coi piselli saranno pronti prima degli altri, quindi togliete e tenete da parte, continuando la cottura del peperone e carota. Una volta cotte tutte le verdure andiamo a tagliarle a cubetti o come meglio preferite e mettiamole in una ciotola assieme al pomodoro tagliato e sgocciolato dall’acqua di vegetazione e le olive nere denocciolate. Aggiungiamo un po di olio e lasciamo riposare.

Cuociamo a vapore anche i filetti di merluzzo.Lasciamoli raffreddare, con l’aiuto di una forchetta sfaldiamoli e aggiugiamoli alle verdure. Mettiamo un poco di aglio in polvere del peperoncino, del prezzemolo tritato e aggiustiamo di sale. Lasciamo insaporire almeno una mezz’oretta prima di gustare.

ERBAZZONE

L’ erbazzone reggiano è simile ad una torta salata di verdure, nella mia preparazione ho usato uno stampo da plum cacke…

20140601_132028 Per fare l’erbazzone ci occorrono:

500 gr biete già lessate

3 scalogni

150 gr pancetta (facoltativo per i vegetariani)

100 gr parmigiano grattugiato

2 uova

300 gr pasta pane

sale

pepe

olio e.v.o.

Andiamo a preparare l’erabzzone. In una padella con 3 cucchiai di olio e.v.o. andiamo a far dorare gli scalogni tritati finemente. Una volta dorati aggiugiamo la pancetta tritata e facciamo colorire. Dopodichè andiamo a far saltare le biete precedentemente lessate e strizzate dall’acqua di cottura. Aggiustiamo di sale e pepe e facciamo andare fino a che non si saranno asciugate bene. A questo punto togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare. Prendiamo una casseruola (io in questo caso ho utilizzato una stampo da plum cacke ma potete utilizarla rettangolare o tonda a vostro piacimento ma che si aggiri intorno a 22 cm sennò dovete aurmentare gli ingredienti e la dose di pasta) e foderiamola con cartaforno inumidita e andiamo a stendere un pò piu della metà di pasta pane foderando il fondo e i lati.

Riprendiamo le biete che si saranno raffreddate e aggiungiamo le uova mescolando bene in modo che si incorporino alle verdure, infine il parmigiano grattugiato, sempre mescolando. Trasferiamo il ripieno nello stampo pareggiandolo e sbattendo leggermente il fondo in modo che non rimanga aria. Ricopriamo con la pasta pane rimasta bucandolo con i rebbi di una forchetta per fare fuoriuscire il vapore in cottura. Inforniamo a 180° per mezz’ora o fino che la pasta pane avrà assunto un bel colorito dorato.

20140601_131821

Sforniamo il nostro erbazzone e serviamolo tiepido o addirittura freddo.

TORTINO BROCCOLI GAMBERETTI E SALMONE

Tortino broccoli gamberetti e salmone, un modo nuovo per mangiare verdure e pesce avvolti in un croccante di farine integrali…

20140201_124436

per fare il tortino di broccoli gamberetti e salmone ci occorrono:

Per la base:

300 gr farina integrale

150 gr philadelphia

1 uovo

1 tuorlo

sale

per le crepes:

2 uova

125 gr farina integrale

150 ml latte

1 cucchiaio yoghurt greco

sale

per il ripieno:

200 gr gamberetti

150 gr salmone affumicto

300 gr broccoli

1 cipolla bianca

olio e.v.o.

peperoncino

prezzemolo

un bicchierino di whisky

parmigiano grattugiato

pangrattato

Iniziamo a preparare il guscio che andrà a formare il nostro tortino. Prepariamo una sbriciolata salata con la farina integrale, il sale e andiamo ad incorporare il formaggio cremoso. Con le mani fregando fino a che i blocchi di formaggio cremoso andranno a  sparire, andiamo ad ottenere un impasto sabbioso. Aggiungiamo a questo punto l’uovo intero e il tuorlo. Con le mani sempre sfregando cominceremo ad ottenere tante briciole. L’impasto è pronto, foderiamo uno stampo a cerniera con cartaforno inumidita e adiamo a sistemare le briciole prima sul fondo, pressando leggermente andiamo ad unire le briciole, continuando anche ai bordi fino a foderare tutta la tortiera. Mettiamo in frigo, e facciamo riposare una mezzora.

Intanto andiamo a lessare il broccolo in acqua leggermente salata (lo so non fà un gran bell’odore..però sarà buonissimo). In una padella mettiamo un poco di olio e andiamo a far passire la cipolla con il peperoncino. Quando sarà bella dorata (aggiungete un pochino d’acqua non fatela bruciare) aggiungiamo il salmone tagliato a piccoli pezzetti e i gamberetti, sfumiamo col bicchierino di wisky. Quando sarà evaporato, aggiungiamo il prezzemolo e togliamo dal fuoco. Lasciamo raffreddare.

Prepariamo la pastella per le crepes. In una ciotola mettiamo la farina integrale il sale e aggiungiamo il latte poco alla volta e con una frusta mescoliamo. Aggiungiamo anche le uova e il cucchiaio di yoghurt sempre sbattendo leggermente con la frusta. Lasciamo riposare la pastella.

Accendiamo il forno a 150° e quando sarà a temperatura inforniamo il guscio di sbriciolata integrale per 15 minuti.

In un padellino unto con olio andiamo a formare le crepes. Facciamo scaldare bene il padellino e mettiamo un mescolo di composto cercando di farlo spandere bene sul forno del padellino. Appena l’impasto formerà le tipiche bollicine e il momento di girarla. Formiamo almeno 4 crepes di circonferenza simile alla tortiera. Teniamo da parte.

Togliamo il guscio dal forno e lasciamo raffreddare. Scoliamo il broccolo e schiacciandolo con una forchetta andiamo ad amalgamare ai gamberetti e il salmone mescolando in modo che si formi una cremina.

Ora andiamo a comporre il nostro tortino. Prendiamo la tortiera col il guscio di pasta e andiamo a mettere il composto cremoso di verdure e pesce. Chiudiamo con una crepes. Mettiamo ancora il composto cremoso e chiudiamo con una crepes e cosi fino ad esaurimento a chiudere con una crepes. Sull’ultimo strato mettiamo del pangrattato e del parmigiano grattugiato. Inforniamo a 150° per 20 minuti.

20140201_124252

Togliamo dal forno e lasciamo raffreddare. Leviamo il tortino dallo stampo e mettiamo sul piatto di servizio. Servite in tavola appena tiepido.

 

 

 

 

TERRINA DI FINOCCHI

Terrina di finocchi. Di solito faccio cose golosissime, ma non tutti i giorni. Questo piatto è leggero ed è un buon compromesso per compensare un pò di calorie…

terrinadifinocchioper fare la terrina di finocchi ci occorrono:

700 gr finocchi

200 gr fiocchi di latte

50 gr sottilette

100 gr parmigiano grattugiato

50 gr pangrattato

erba cipollina

sale pepe

olio e.v.o.

Iniziamo la realizzazione del nostro piatto, lessando i finocchi in acqua leggermente salata. A cottura (devono essere ammorbiditi ma no spappolati, mi raccomando) scoliamoli bene dall’acqua lasciandoli una mezz’oretta nel in un colapasta. Prendiamo una terrina (io ho usato quella da plumcake) e ungiamola con olio. A questo punto col pan grattato rivestiamo l’interno della terrina mettendo un paio di manciate di pangrattato e muovendo la terrina. Ora procediamo alternando uno strato di finocchi con i fiocchi di latte, insaporendoli con l’erba cipollina il pepe, una generosa manciata di parmigiano e cosi fino a fine ingredienti.

Finiamo con uno strato di finocchio al quale aggiungiamo un pò di sale, facciamo uno strato con le sottilette, pangrattato e parmigiano.

Poniamo a cuocere in forno a 200° per 20 minuti o fino a che la crosticina non sarà bella dorata.

Una volta cotto, lasciamo leggermente intiepidire, sformiamo e serviamo.

ROTOLO AGLI SPINACI

Un piatto sfizioso..rotolo agli spinaci. Una versione alternativa di quello dolce che a casa mia và per la maggiore, ma questa volta in veste salata, piatto freddo e ricco di formaggi.

rotolosalatospinaci (4)per fare il rotolo agli spinaci ci occorrono:

4 uova

500 gr spinaci lessati

100 gr di farina

sale

200 gr robiola

100 gr pecorino grattugiato

100 gr prosciutto cotto in un unica fetta

olio e.v.o.

Frulliamo gli spinaci precedentemente strizzati dall’acqua di cottura con due cucchiai di olio e.v.o. Separiamo i tuorli dagli albumi, i tuorli gli aggiungiamo al composto di spinaci con qualche pizzico di sale. Aggiungiamo anche la farina mescolando bene. Montiamo gli albumi a neve e andiamo ad incorporare al precedente impasto mescolando dall’alto verso il basso per non smontare gli albumi ed incorporare aria.

Procediamo prendendo una teglia rivestita con cartaforno inumidita e leggermente unta. Stendiamo il nostro impasto di spinaci e uova e cuociamo in forno a 180 gradi per 15 minuti.  A cottura ultimata, togliamo dalla teglia e lasciamo raffreddare su una griglia.

Per il ripieno, mescoliamo la robiola con il pecorino grattugiato e tagliamo a dadini il prosciutto cotto. Stendiamo il composto di formaggi sul rotolo agli spinaci il prosciutto cotto e arrotoliamo su se stesso aiutandoci col foglio di carta. Chiudiamo il rotolo con pellicola alimentare e mettiamo in frigo per almeno due ore.

Al momento di servire, affetteremo il nostro rotolo sul piatto di portata.

Potete arricchire anche con qualche salsa in accopagnamento, tipo maionese o senape servita in ciotoline a parte.