Crea sito

PERSICO ZUCCHINE E PATATE

Persico zucchine e patate è in secondo piatto di pesce molto gustoso e velocissimo da preparare..andiamo a vedere la ricetta….

20140608_134137

per il persico zucchine e patate ci occorrono

un trancio di persico a persona

due zucchine verdi chiare

due patate

1 bicchiere vino bianco

farina q.b.

aglio in polvere

origano

sale

peperoncino in polvere

olio evo

Precedimento: Infarinianiamo leggermente i traci di persico. In una padella mettiamo un poco di olio, aglio in polvere e il peperoncino, facciamo dorare un poco e mettiamo a rosolare i filetti di persico. Una volta dorati da ambedue le parti andiamo a trasferire su una teglia da forno rivestita con la carta apposita. Andiamo a pulire le verdure spuntando le zucchine e pelando le patate. Con l’aiuto di una mandolina tagliamo a fettine fini sia le patate che le zucchine. Una volta terminata questa operazione andiamo a stendere prima le patate sopra il persico facendo si che ogni trancio abbia la sua crosta di patate. Saliamo leggermente e passiamo a fare uno strato sopra alle patate di zucchine. Mettiamo l’origano aggiustiamo di sale, olio e.v.o, e nel fondo di cottura un bicchiere di vino bianco. Mettiamo tutto in forno a 200° per 10 minuti poi abbassiamo a 180° per altri 10 minuti. Se la crosticina non fosse abbastanza dorata passate un paio di minuti al grill. Ricordatevi che i tempi e i calori della cottura variano molto dai tipi di forno, quindi tenete presente che dovrebbero dorarsi sia le patate che le zucchine, ottenuto questo il nostro piatto è pronto. Trasferite nel piatto di portata e gustate.

ZUCCHINE E POMODORI SECCHI

Zucchine e pomodori secchi possono essere un contorno gustoso che esaltano un secondo piatto di pesce, crostacei ma anche le uova. Questi sapori si sposano benissimo assieme facendo si che diventino molto stuzzicanti. Andiamo a leggere la ricetta.

20140617_193238

 

Per le zucchine con pomodori secchi ci occorrono:

5/6 zucchine chiare

10 pomodori secchi sotto olio

2 scalogni

1/2 bicchiere di aceto

origano

olio

sale

pepe

Laviamo e spuntiamo le zucchine e tagliandole a rondelle piuttosto fine, cuoceranno piu velocemente.Saliamole leggermente e mettiamole a scolare. In una padella mettiamo olio e facciamo rosolare gli scalogni. Una volta dorati aggiungiamo le zucchine facciamo prendere un pò la cottura eppoi aggiungiamo mezzo bicchiere di aceto. Facciamo sfumare e aggiustiamo di sale e pepe. Trascorso una decina di minuti aggiungiamo i pomodori secchi tagliati a listrelle. Facciamo prendere cottura ed infine aggiungiamo l’origano.

Lasciamo andare ancora 5 minuti. Le zucchine e pomodori secchi sono pronte per essere servite in tavola.

20140617_193140

 

LINGUINE ALLA VIAREGGINA

Le linguine alla viareggina, non sono altro che una mia personalissima variante alle piu famose linguine allo scoglio…vediamo insieme come si preparano.

20140608_132439

 

Ingredeinti x 6 …per fare le linguine alla viareggina ci occorrono:

500 gr linguine

200 gr cozze

150 gr vongole sgusciate

200 gr gamberetti

300 gr seppioline e totani

150 gr pomodori pachino

1 bicchiere vino bianco

1 cucchiaino di preparato da brodo

prezzemolo

peperoncino

aglio in polvere

olio e.v.o

Iniziamo facendo aprire le cozze in una padella con un filo di olio. Una volta aperte togliamo e teniamo da parte. Sempre in una padella andiamo ad aggiungere 4 / 5 cucchiai di olio e.v.o. una bella spolverata di aglio in polvere, e il peperoncino. Lasciamo dorare l’aglio e a questo punto cominciamo aggiungendo le vongole sgusciate…lasciamo andare un paio di minuti, e andiamo a mettere le seppioline e totani puliti e ridotti in piccoli pezzetti, lasciamo cuocere altri cinque munuti, dopodichè aggiungiamo i gamberetti. Sfumiamo con un bicchiere di vino bianco. Quando si sarà evaporato mettiamo un cucchiao di preparato per il brodo sciolto in mezzo bicchiere d’acqua. Lasciamo ritirare leggermente e infine aggiungiamo i pomodori pachino tagliati a cubetti facciamo cuocere a fiamma media ancora un minuto e togliamo dal fuoco. Noterete che il condimento resterà piuttosto liquido.

Mettiamo a lessare in abbondante acqua salata le linguine. Una volta raggiunta la cottura al dente scoliamo dall’acqua di cottura e andiamo a mettere nella padella dove abbiamo i condimento. Facciamo saltare la pasta un paio di miunti a fuoco vivace e guarniamo con prezzemolo.

Serviamo nel piatto di portata e buon appetito

 

 

POLPETTE AL SUGO

Polpette al sugo…sono la classica ricetta della nonna che si tramanda di famiglia in famiglia, possono essere un secondo sempre gradito, o in piccole porzione anche un ottimo finger food. Andiamo a vedere come si preparano in casa mia

20140602_195028per fare le polpette al sugo ci occorrono:

300 gr di vitella macinata

2 uova

70 gr parmigiano

2 cucchiai yogurth greco

50 gr pan grattato

prezzemolo

1 cipolla

passata di pomodoro

peperoncino

sale

olio e.v.o.

In una ciotola capiente mettiamo la carne macinata. Aggiugiamo le uova e cominciamo a lavorare l’impasto. Di seguito mettiamo il pangrattato,lo yogurth,il parmigiano grattugiato, il prezzemolo e mescoliamo. L’impasto di carne dovrà risultare morbido ma compatto, aggiustiamo la consistenza con il pan grattato se dovesse essere troppo morbido, o con lo yogurt se dovesse risultare troppo duro. A questo punto ungetevi le mani e andate a formare le polpette. In questo caso le faremo grandi come una noce. Poniamo le polpette un di un vassoio via via che andiamo a formarle. Esaurito tutto l’impasto di carne, mettiamo a riposare le polpette una mezz’ora in frigo.

In una padella con olio e.v.o. mettiamo a sofriggere la cipolla tritata fine e il peperoncino. Mettiamo a dorare le nostre polpette e quando saranno colorate aggiungiamo la passata di pomodoro. Lasciare cuocere le polpette una ventina di minuti, aggiustiamo di sale. Serviamo le polpette ancora tiepide.

ERBAZZONE

L’ erbazzone reggiano è simile ad una torta salata di verdure, nella mia preparazione ho usato uno stampo da plum cacke…

20140601_132028 Per fare l’erbazzone ci occorrono:

500 gr biete già lessate

3 scalogni

150 gr pancetta (facoltativo per i vegetariani)

100 gr parmigiano grattugiato

2 uova

300 gr pasta pane

sale

pepe

olio e.v.o.

Andiamo a preparare l’erabzzone. In una padella con 3 cucchiai di olio e.v.o. andiamo a far dorare gli scalogni tritati finemente. Una volta dorati aggiugiamo la pancetta tritata e facciamo colorire. Dopodichè andiamo a far saltare le biete precedentemente lessate e strizzate dall’acqua di cottura. Aggiustiamo di sale e pepe e facciamo andare fino a che non si saranno asciugate bene. A questo punto togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare. Prendiamo una casseruola (io in questo caso ho utilizzato una stampo da plum cacke ma potete utilizarla rettangolare o tonda a vostro piacimento ma che si aggiri intorno a 22 cm sennò dovete aurmentare gli ingredienti e la dose di pasta) e foderiamola con cartaforno inumidita e andiamo a stendere un pò piu della metà di pasta pane foderando il fondo e i lati.

Riprendiamo le biete che si saranno raffreddate e aggiungiamo le uova mescolando bene in modo che si incorporino alle verdure, infine il parmigiano grattugiato, sempre mescolando. Trasferiamo il ripieno nello stampo pareggiandolo e sbattendo leggermente il fondo in modo che non rimanga aria. Ricopriamo con la pasta pane rimasta bucandolo con i rebbi di una forchetta per fare fuoriuscire il vapore in cottura. Inforniamo a 180° per mezz’ora o fino che la pasta pane avrà assunto un bel colorito dorato.

20140601_131821

Sforniamo il nostro erbazzone e serviamolo tiepido o addirittura freddo.