PACCHERI AI FORMAGGI CREMOSI

Paccheri ai formaggi cremosi è un primo piatto ottimo al forno. Semplice e facile da preparare, è in piatto per chi apprezza particolarmente i latticini. Si può preparare in anticipo ed è possibile anche conservarla per un giorno in frigorifero, mettendola a gratinare solo poco prima di mangiarla.

 

per fare la ricetta dei paccheri alla crema di formaggi ci occorrono:

400 gr paccheri

300 ml besciamella

Per la crema di formaggi:

100 gr gorgonzola

100 gr pecorino grattugiato

100 gr parmigiano grattugiato

50 gr mozzarella

pangrattato q.b.

Procedimento

Mettiamo una pentola con acqua leggeremente salata a bollire per cuocere i paccheri. Quando avrà raggiunto il bollore mettiamo a lessare la pasta, considerando di tenere i paccheri al dente rispetto ai tempi indicati sulla confezione.

Puliamo il gorgonzola dalla sua “buccia” o crosta. Riduciamo la mozzarella grattugiandola o a cubetti e prepariamo gli altri formaggi a portata.

Scoliamo la pasta aggiungiamo un filo d’olio perchè non si attacchi mescoliamo e facciamola intiepidire.

Prendiamo una teglia (io in questo caso ne ho scelta una di coccio) e sul fondo andiamo a mettere qualche cucchiaio di besciamella.

Quando i paccheri si saranno intiepiditi andiamo ad aggiungere la besciamella rimasta mescolando e il pecorino ed il parmigiano grattugiato sempre amalgamando bene.

Accendiamo il forno a 180°.

Subito dopo andiamo a mettere nella teglia preparata in precedenza la metà della pasta e sopra allo strato andiamo ad  aggiungere una parte di gorgonzola ed una parte di mozzarella. Procediamo cosi anche con la seconda metà della pasta, che farà da ultimo strato. Cospargiamo la superficie di pan grattato e poniamo in forno coperto da carta stagnola per 10 minuti.

Trascorso questo tempo togliamo la carta stagnola e portiamo a gratinare il tutto. Quando i paccheri avranno formato una bella crosticina dorata, togliete dal forno e servite ben caldi.

RAVIOLI A CUORE PERE GORGONZOLA E NOCI

Ravioli a cuore pere gorgonzola e noci, una versione adattata per la cena di san Valentino, ma comunque la forma è carina da usare in qualsiasi occasione, e l’accostamento dei gusti formaggio e pere, per noi di casa, è sempre una delizia per il palato.

per il ravioli a cuore pere gorgonzola e noi ci occorrono:

(dosi per 2 persone) per la pasta all’uovo

100 gr. di farina 00

20 gr. di semola di grano duro

1 uovo

1 pizzico di sale

un poco d’acqua

per il ripieno:

1 pera

100 gr. gorgonzola

50 gr. formaggio cremoso

1 noce di burro

qualche cucchiaio di pecorino grattugiato

pepe nero q.b.

spumante secco

per il condimento:

burro q.b.

70 gr. noci tritate

Mettiamo le due farine con un pizzico a formare una fontana. Rompiamo l’ uovo al centro della fontana ed incorporiamo con l’aiuto di una forchetta, poi  impastiamo con le mani per una decina di minuti fino ad ottenere un composto elastico. Se l’impasto dovesse risultare troppo duro aggiungiamo un pochino di acqua. Formiamo una palla, copriamo con una pellicola e lasciamo riposare una mezz’ora.

Nel frattempo andiamo a preparare il ripieno. Prendiamo la pera togliamo buccia e torsolo e riduciamo tutto a cubetti molto piccoli. In una padellina mettiamo una noce di burro e facciamo sciogliere senza far friggere. Aggiungiamo i cubetti di pera e sfumiamo con poco di spumante e facciamo andare. Quando i cubetti di pera saranno ammorbiditi togliamo dal fuoco e incorporiamo gorgonzola, il formaggio cremoso, qualche cucchiaio di pecorino grattugiato e una grattugiata di pepe nero fino a ottenere un composto morbido.

Riprendiamo la pasta e stendiamo col mattarello una sfoglia sottilissima.

Con un cucchiaino mettiamo il composto di formaggio e pere su metà della superficie della sfoglia a distanza regolare. Ripieghiamo la parte di pasta su quella col i mucchietti di ripieno, togliendo l’aria dalle parti. Tagliamo i ravioli con un taglia biscotti a forma di cuore, premendo bene. Ripassiamo i bordi schiacchiando con le dita, di modo che non si riapriranno in cottura.

 

A questo punto andiamo a lessare i ravioli in abbondante acqua bollente salata, e una volta venuti a galla, scoliamo con una schiumarola. trasferiamoli direttamente in una padella dove avrete fatto sciogliere del burro, saltiamo un attimo dopodichè aggiungiamo le noci tritate continuando a saltare in padella per un paio di minuti.

Impiattiamo e serviamo. Avendo a disposizione una burrata, in questo caso ho aggiunto un pochino dell’interno a crudo sui tortelli a cuore.

 

POLPO IN UMIDO SU POLENTA

Polpo in umido su polenta, un piatto completo di pesce, in questo caso il polpo cotto nel sugo di pomodoro e aromi, che si “sposa” benissimo con la polenta. Adatto sia per un pranzo che per una cena, con questa ricetta, porteremo sulla tavola tutta la bontà del pesce, unita ad una pietanza classica e sempre apprezzata della tradizione.

per il polpo in umido su polenta ci occorrono:

800 gr polpo

1 costina di sedano

1 carota

1 cipolla bianca

200 gr farina per polenta (nel mio caso quella rapida)

400 gr passata di pomodoro a pezzettoni

8 pomodori ciliegino

olive nere

capperi

vino bianco

olio e.v.o.

sale e pepe

Nota sul polpo: per questa ricetta andremo ad usare il polpo precedentemente cotto a vapore per 20 minuti.

Tagliamo il polpo a pezzi. Prendiamo una padella capiente a bordo altro e andiamo a scaldare qualche cucchiaio di olio e.v.o. dove andremo a soffriggere il sedano, la carota e la cipolla precedentemente pulite e tritate. Appena gli odori si saranno imbionditi, mettiamo il polpo a saltare per qualche minuto. Sfumiamo con un bicchiere di vino bianco e una volta evaporato aggiungiamo la polpa di pomodoro rustica, i pomodorini, le olive ed i capperi dissalati e tritati.

Proseguiamo la cottura per un paio di minuti aggiungendo un paio di mestoli di acqua. Lasciamo andare per 15-20 minuti con coperchio semichiuso, abbassando la fiamma e portando la cottura a fuoco dolce. A fine cottura aggiustiamo di sale e di pepe.

Nel frattempo prepariamo la polenta, in una pentola mettiamo un litro d’acqua, saliamo leggermente e quando sarà a bollore, togliamo dal fuoco e mettiamo la farina per la polenta a pioggia mescolando, aiutandoci con una frusta di modo che non si formino grumi. Rimettiamo sul fuoco e facciamo cuocere 5 minuti (o seguite i tempi e le modalità indicate sulla confezione).

Andiamo ad impiattare, mettendo la polenta nel piatto, praticando una fossa al centro che andremo a riempire con il polpo in umido. Serviamo a tavola ben caldo.

SPAGHETTI AL PESTO DI BROCCOLI

Spaghetti al pesto di broccoli pecorino e mandorle, un primo piatto light genuino e saporito con verdura di stagione. Un modo per fare mangiare i broccoli ai più piccoli, ma piacerà sicuramente anche ai grandi.

per gli spaghetti ai broccoli ci occorrono:

400 gr spaghetti

1 cima di broccolo

3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

sale e pepe qb

3 cucchiai di pecorino grattugiato

2 cucchiai di stracchino

una manciata di mandorle

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaio di olio al peperoncino (o un cucchiaio di olio e mezzo peperoncino)

3 acciughine sottolio

Iniziamo a preparare questa ricetta. Per prima cosa puliamo i broccoli, dividiamo in cimette e lessiamo in abbondante acqua salata per una decina di minuti. Trascorso questo tempo scoliamo e teniamo da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura dei broccoli.

Trasferiamo i broccoli in un frullatore con l’olio extravergine di oliva, il pecorino grattugiato, le mandorle, l’aglio, qualche cucchiaio di stracchino e le acciughine sottolio. Aggiungete l’acqua di cottura dei broccoli messa da parte e azioniamo il frullatore, fino ad ottenere un pesto cremoso (non deve risultare troppo denso).

Cuociamo gli spaghetti al dente in abbondante acqua salata, e trascorso il tempo di cottura, scoliamo la pasta e mantechiamola con il pesto di broccoli precedentemente preparato. Se necessario aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta e tenete da parte un po’ di pesto per l’impiattamento.

Se volete potete spolverizzare con un po’ di pecorino e pepe, e terminare con un goccio di olio extra vergine d’oliva.

FUSILLI INTEGRALI AL PESTO DI BROCCOLI E FUNGHI

Fusilli integrali al pesto di broccoli e funghi, sono un primo piatto sano e profumato dove i sapori delle due verdure si sposano benissimo.Di veloce esecuzione, vediamo insieme la ricetta.

per i fusilli integrali al pesto di broccoli e funghi ci occorrono:

(le dosi sono per 2 persone)

160 g fusilli integrali

150 g broccoli lessi

10 mandorle

6  funghi champignon

2/3 formaggio cremoso

parmigiano grattugiato

sale

olio

Mettiamo una pentola con acqua leggermente salata a bollire per la pasta.

In una padella andiamo a saltare con qualche cucchiaio di olio e.v.o. e uno spicchio di aglio i broccoli che avremo già lessato in precedenza.Togliamo lo spicchio d’aglio regoliamo di sale. Aggiungiamo qualche cucchiaio di formaggio cremoso stemperando con un cucchiaio di acqua della pasta e quando tutto sarà ben amalgamato togliamo dal fuoco.

Mettiamo nel mixer i broccoli e le mandorle qualche cucchiaio di parmigiano, azioniamo cosi da ottenere il pesto. Se dovesse risultare troppo denso aggiungere uno o due cucchiai di acqua di cottura dei fusilli.

In una padella capiente mettiamo a cuocere i funghi puliti e ridotti a lamelle con qualche cucchio di olio e.v.o. Facciamo cuocere a fuoco vivace per 10 minuti, non di piu.

Cuociamo i fusilli integrali al dente. Una volta scolati trasferiamo il tutto nella padella.

Facciamo saltare per un paio di minuti e uniamo il pesto di broccoli mescolando fino a che non si sarà amalgamato bene il tutto. Se vi piace possiamo aggiungere una spolverata di pepe che la renderà ancora più saporita.

Impiattiamo e gustiamo questo primo piatto.

 

LASAGNA BIANCA CON PANE CARASAU

Lasagna bianca con pane carasau è un’idea alternativa alla classica lasagna con la sfoglia all’uovo. Questo pane tradizionale della sardegna è molto sottile e croccante.E’ consumato in diversi modi, secco , o dopo averlo ri-idrato con l’acqua come accompagnamento ai salumi. Ed infine come lo ho utilizzato io, per fare una lasagna estiva leggera e molto fresca.

per fare la lasagna bianca con pane carasau ci occorrono:

Pane carasau (circa 100/150 gr)

80 gr bresaola

2 zucchine

200 gr mozzarella

parmigiano grattugiato

una confezione di pesto

pangrattato

olio

sale

brodo vegetale (per bagnare il pane)

Prepariamo gli ingredienti per la lasagna, cominciando dalle zucchine. Laviamo e spuntiamo la verdura e andiamo a grattugiare le zucchine, salandole leggermente e ponendole in un colino di modo che rilascino l’acqua di vegetazione.

Grattugiamo anche la mozzarella. Io ho usato quella in panetto, che si presta molto a questo uso.

A questo punto possiamo andare a comporre la nostra lasagna bianca con pane carasau.

Io ho adoperato delle ovoline monoporzione, ma potrete procedere nello stesso modo usando una teglia grande per tutti i commensali.

Andiamo a ungere l’ovolina e cospargiamo di pan grattato, movendola per fare aderine al fondo ed ai bordi, eliminando l’eccesso.

Alterniamo sulla teglia il pane carasau bagnato con qualche cucchiaio di brodo, un po di pesto, le zucchine, la bresaola e la mozzarella. Terminare con uno strato di pane carasau, mozzarella e coprite tutto con il parmigiano grattugiato.

Inforniamo nel forno caldo a 180°C per 10/15 minuti o fino a quando la mozzarella non comincerà a sciogliersi e il parmigiano avrà fatto una crosticina dorata.

Servite e gustate!!!

 

 

TAGLIATELLE INTEGRALI GAMBERETTI E FUNGHI

Tagliatelle integrali gamberetti e funghi, la pasta fresca integrale è molto versatile e permette di creare abbinamenti di gusti e sapori per ogni palato. In questo caso i gamberetti e funghi creano un primo piatto completo.

Per realizzare le tagliatelle integrali gamberetti e funghi ci occorrono:

300 gr farina integrale

3 uova

250 gr gamberetti in salamoia

250 gr funghi champignon

aglio in polvere

prezzemolo tritato

1 cucchiaio di formaggio cremoso

olio e.v.o.

sale e peperoncino

Iniziamo la preparazione dalla pasta fresca: versiamo la farina integrale in una ciotola capiente, facciamo una conca al centro per creare la classica a fontana e rompiamo una alla volta, le uova a temperatura ambiente. A questo punto impastiamo con le mani fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Avvolgiamo nella pellicola trasparente e lasciamo riposare per 30 minuti.

Occupiamoci del condimento: puliamo i funghi con un panno morbido e tagliamoli a cubetti.In una padella (bella capiente) con qualche cucchiaio di olio e.v.o. fate imbiondire un cucchiaino di aglio in polvere, uniamo i funghi,coprite con coperchio e facciamo cuocere i funghi 5 muniti.

Trascorso il tempo di riposo, riprendiamo la pasta fresca, prendiamo un pezzo dal panetto e stendiamo in una sfoglia sottile con l’apposita macchinetta manuale o elettrica. (ricordatevi di richiudere il panetto rimasto di modo che non prenda aria) avanti cosi fino ad esaurimento della pasta. Sparpagliamo le tagliatelle e mettiamo su un vassoio infarinato per non farle attaccare.

Al condimento andiamo ad aggiungere i gamberetti scolati dal liquido di conservazione e sciacquati sotto acqua corrente. Saltiamo un minuto ed aggiungiamo il cucchiaio di formaggio cremoso. Spegniamo e teniamo da parte.

Mettiamo a lessare le tagliatelle in abbondante acqua salata. Cuociamo per pochi minuti eppoi prendiamole con la schiumarola e passiamole direttamente nella padella, che avremo rimesso sul fuoco.

Saltiamo le tagliatelle nel condimento aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Finiamo il piatto con del prezzemolo fresco tritato. Impiattiamo e serviamo le tagliatelle integrali gamberetti e funghi.

PEPERONI RIPIENI QUINOA E VERDURE ALLA MEDITERRANEA

Peperoni ripieni quinoa e verdure alla mediterranea sono un primo piatto adatto al periodo, quando ancora è piacevole accendere il forno. Come tutte le verdure ripiene, risultano allettanti e nella mia famiglia hanno sempre un discreto successo.

per i peperoni ripieni alla quinoa e verdure alla mediterranea ci occorrono

dosi per 2 persone

2 peperoni
60 gr quinoa
1        pomodoro
1        zucchina
1        melanzana
1 spicchio di aglio
olio etxravergine d’oliva qb
formaggio grattugiato qb
sale

Cuociamo in una casseruola, la quinoa  in due bicchieri d’acqua in pizzico di sale e un cucchiaio d’olio d’oliva, a fuoco medio, coprendola con un coperchio per circa 15 minuti fino a che non avrà assorbito l’acqua . Teniamo da parte.

Puliamo e svuotiamo i due peperoni tagliandoli nel mezzo ed eliminiamo anche i filamenti esterni. Saliamoli leggermente e mettiamoli a scolare del liquido di vegetazione.

Riduciamo la zucchina e la melanzana a tocchettini. In una padella soffriggere l’aglio con un filo di olio.  Uniamo le verdure regoliamo di sale e pepe e cuocere a fiamma bassa. Nell’ultimo minuto di cottura aggiungiamo il pomodoro ridotto a pezzetti.

Prendiamo la quinoa e andiamo a condire con le verdure saltate mescolando bene. Aggiungiamo anche il parmigiano grattugiato tenendo qualche cucchiaio da parte. Riempiamo quindi con il composto appena preparato i peperoni effettuando una leggera pressione. Mettiamo su una teglia rivestita di carta forno, ungiamo con un filo di olio  spolveriamo col parmigiano rimasto e cuocere in forno caldo a 200°C per circa 25 minuti.

In questo caso ho servito i peperoni ripieni con un crostino di pane intergrale con formaggio cremoso e granella di mandorle.

LINGUINE DI ZUCCHINE CON CREMA DI GAMBERETTI

Linguine di zucchine con crema di gamberetti o zoodles sono un  primo piatto fresco light e senza glutine . Molto buoni da mangiare e si prestano a tantissime varianti di condimenti. L’unico inconveniente per prepararli è che avete bisogno dello strumento apposito, che però potete trovare anche per pochi euro in tutti i negozi di articoli per la casa.

20160824_130107

per le linguine di zucchine con crema di gamberetti ci occorrono:

zucchine (calcolate almeno 2 a testa…io considerando piatto unico 3 a testa)

200 gr gamberetti in salamoia

150 gr formaggio cremoso

aglio

peperoncino

olio

qualche cucchiaio di latte

prezzemolo

sale

Laviamo e spuntiamo le zucchine, quindi, con l’apposito apparecchietto, andiamo a creare gli zoodles o linguine, seguendo le istruzioni. Il mio funziona come una specie di temperamatite gigante con manico: quindi lascio un pò di parte dura sulla cima della zucchina infilo nell’attrezzino e fermandolo col manico, giro.

Proseguiamo preparando il condimento: in una padella capiente, rosoliamo l’aglio con un paio di cucchiai d’olio, poi aggiungiamo una spolverata di peperoncino e facciamo insaporire per qualche minuto.

Mettiamo a questo punto il formaggio cremoso facendo sciogliere con qualche cucchiaio di latte. Una volta ottenuta la crema, uniamo anche i gamberetti scolati dalla salamoia, sciacquati sotto acqua corrente e tamponati leggermente.

Mescoliamo il tutto e poniamo le zucchine ormai diventati linguine a saltare un paio di minuti, spolverando di prezzemolo.

Impiattiamo e serviamo ai nostri commensali.

FETTUCCINE INTEGRALI POLPO COZZE POMODORINI

Fettuccine integrali polpo cozze pomodorini è un primo piatto saporito, molto adatto ad essere consumato come piatto unico, sia per un pranzo o una cena a base di pesce.

20160724_133132

per le fettuccine integrali poIpo cozze pomodorini ci occorrono

per le fettuccine (circa 320 gr di pasta)

120 gr di farina integrale

100 gr di farina di grano duro

2 uova

un cucchiaio di olio

un pizzico di sale

per il condimento:

300gr di cozze già pulite

1 polpo piccolo (circa 600 gr) già pulito

1 cipolla

2 spicchi d’aglio (in alternativa aglio in polvere)

2 dl vino bianco secco

peperoncino

olio e.v.o.

prezzemolo

Iniziamo col preparare le fettuccine: mischiamo le farine, facciamo la classica fontana e nel mezzo rompiamo le uova e cominciando ad incorporare alla farina. A questo punto andiamo ad impastare fino a che non otterremo un impasto sodo ed elastico. Facciamo riposare in un contenitore ermetico o avvolta in pellicola trasparente per una mezz’oretta.

Aiutandoci con la sfogliatrice (chi è brava può stendere col mattarello) tiriamo la sfoglia all’incirca dello spessore 2 mm, un pò spessa, ma potremo ridurre ulteriormente lo spessore in base ai nostri gusti. Infariniamo leggermente le sfoglie e lasciamo riposare per qualche minuto in modo che si asciughino un pò e poi procederemo con il taglio.

Trascorso questo tempo passiamo le sfoglie nella macchinetta tagliando e otterremo le fettuccine. Allarghiamo su un vassoio leggermente infarinato e lasciamo asciugare una mezz’oretta.

Dedichiamoci alla preparazione del condimento. Portiamo ebollizione abbondante acqua e uniamo il polpo lasciando lessare 40 minuti con il coperchio. Trascorso questo tempo spegere il fuoco e lasciare intiepidire nel liquido di cottura. Togliamo il polpo sgoccialato e procediamo tagliandolo a pezzetti: dovrà risultare tenero.
Tagliamo dei pomodorini spaccandoli nel mezzo. Tritiamo la cipolla finemente.
Mettiamo a lessare le fettuccine integrali in abbondante acqua salata.
Prepariamo una padella capiente, dove successivamente spadelleremo le fettuccine, e mettiamo a scaldare l’olio con i due spicchi d’aglio leggermente schiacciati e il peperoncino. Appena l’aglio sarà imbiondito togliere e aggiungere la cipolla.
Appena sarà passita uniamo le cozze. Facciamo andare qualche minuto e uniamo anche i pezzi di polpo. Sfumiamo col vino.
Scoliamo le fettuccine integrali e mettiamo a saltare in padella con i pomodorini e qualche cucchiaio di acqua di cottura. Aggiustiamo di sale, togliamo dal fuoco e uniamo il prezzemolo.
Impiattiamo e servite.