Crea sito

PATATE RIPIENE AL TONNO

Patate ripiene al tonno in forno è un piatto gustoso e versatile perchè può essere antipasto o come contorno o piatto unico. Il ripieno delle patate possono variare a seconda dei gusti. inotre questo piatto incontra il piacere sia dei grandi sia dei piccini…

ricette_patateripienetonno (1)

per fare le patate ripiene al tonno ci occorrono:

4 patate (media gandezza)

100 gr philadelphia

2 scatolette tonno all’olio d’oliva

70 gr albume (pari ad un uovo grande)

una manciata di capperi

2 cucchiai cipolline sottaceto (meglio se in agrodolce)

pangrattato

prezzemolo

sale pepe

olio evo

 

Sbollentiamo in abbondante acqua salata le patate per almeno 15 minuti dal bollore. Poniamo attenzione a non esagerare con la cottura perchè poi dovranno finire di cuocere in forno. Facciamole raffreddare. Per questa preparazione ho preferito privarle della buccia. Andiamo con un cucchiaino o meglio uno scavetto a formare una conchetta sul lato superiore della patata. Quello che togliamo da questa operazione lo metteremo da parte in una ciotola perchè diventerà una parte del ripieno.

Prendiamo quindi il tonno e scoliamolo del suo olio di conservazione e aggiungiamolo al residuo delle patate che avremmo schiacciato con una forchetta. Aggiungiamo anche i formaggio cremoso e l’albume e cominciamo ad impastare gli ingredienti. Passiamo al mixer i capperi e le cipolline e uniamo al composto. Aggiustiamo di sale, pepe e uniamo  anche il prezzemolo.L’impasto dovrà avere una consistenza cremosa. Nel caso fosse troppo morbido aggiungiamo un pò di pan grattato.

ricette_patateripienetonno (2)

 

Non ci resta che riempire le nostre patate con il composto disponendole in una terrina da forno rivestita di carta apposita. Ungiamo leggermente le patate e a rifinire cospargiamo sopra il ripieno del pan grattato che farà una bella crosticina.

Inforniamo a 180° per una 20 di minuti o fino a che non saranno belle dorate.

ZUPPA CREMOSA ALLA ZUCCA

Zuppa cremosa alla zucca è un gustoso primo piatto caldo, ideale da preparare durante la stagione fredda, quando la zucca si trova sul mercato. Diventa cremosa con l’aggiunta di crema di formaggio e ottima se guarnita con un filo d’olio extravergine d’oliva, andiamo a vedere insieme la ricetta.

20150119_201729

per la zuppa cremosa alla zucca ci occorrono:

1 kg zucca gialla

1 cipolla media

3 cucchiai di olio evo

100 gr formaggio cremoso tipo philadelphia

brodo circa 1 lt scarso

parmigiano grattugiato

sale pepe

facoltativo: amaretti (che possono essere sostituiti con crostini di pane)

Mondiamo la zucca togliendo i semi i filamenti e sbucciandola togliendo tutte le parti verdi, quindi tagliatela a fette e poi a pezzetti.

Prendiamo una pentola sbucciamo e tagliamo grossolanamente la cipolla, poi facciamo  cuocere a fuoco dolce, con tre cucchiai di olio extravergine di oliva senza farla dorare . Dopo 5 minuti uniamo la zucca mescolando di tanto in tanto. Copriamola col brodo salate e pepate leggermente ( perchè andremo ad aggiustare il sale quasi a fine cottura quando il brodo sarà evaporato). Fate andare per circa 20/25 minuti chiudendo con un coperchio.

Quando la zucca sarà cotta possiamo semplicemente frullarla con l’aiuto di un mixer ad immersione (oppure usare il passaverdure attrezzato con il disco a fori piccoli). Rimettiamo la zuppa su fuoco basso e, quando riprende a bollire, unite il formaggio cremoso e mescolate bene. Togliamo dal fuoco dopo un minuto. Versiamo la zuppa in 4 scodelle con un filo di olio d’oliva e il parmigiano grattugiato. A piacere, potete sbriciolare alcuni amaretti, oppure servirla con piccoli crostini di pane.

VOULEVANT COTECHINO LENTICCHIE

Voulevant cotechino lenticchie è un’idea nuova per presentare una ricetta classica. Si può servire come antipasto o come accompagnamento ad un secondo piatto, questa idea ha avuto grandissimi riscontri tra i commensali.

20141231_200627

per fare i voulevant cotechino lenticchie

12 voulevant

1 cotechino piccolo (circa 300gr)

sedano

carota

lenticchie piccole

zenzero

olio e.v.o.

2 scalogno

brodo vegetale

Iniziamo con la preparazione delle lenticchie ponendole in ammollo in acqua fredda per circa 2 ore. Prendiamo una padella antiaderente nella quale metteremo alcuni cucchiai di olio una grattugiata di zenzero e gli scalogni affettati facciamo andare a fiamma bassa per pochi minuti.

Sgoccioliamo le lenticchie, sciacquiamole e andiamo ad aggiungerle al soffritto, lasciamo andare un paio di minuti poi cominciamo a portare a cottura aggiungendo un paio di mestoli di brodo caldo. Lasciamo cuocere fino a che le lenticchie risulteranno tenere bagnando sempre con altro brodo.

Nel frattempo andiamo a cuocere il cotechino. Mettiamo in un tegame con acqua aggiungendo del sedano e una carota tagliati a rondelle Chiudiamo il tegame con un coperchio e lasciamo cuocere a fuoco medio per circa due ore.Quando il cotechino sarà cotto, scoliamolo e togliamo la pelle per poterlo affettare. Tagliamo prima in fette spesse circa 1 cm eppoi di nuovo a metà. Teniamo le metà per quanti voulevant vogliamo preparare e le fettine che avanzano riduciamole a cubetti e mescoliamo alla lenticchie che ormai saranno pronte e intiepidite.

Componiamo il nostro voulevant con il ripieno di lenticchie e cotechino e a decorazione sopra la mezza fettina dello stesso insaccato.

 

20141231_200635

CARPACCIO SALMONE E BUFALA

Carpaccio salmone e bufala all’arancia è un piatto appetitoso buonissimo anche in inverno, una preparazione a freddo e per una volta tanto senza accendere i fornelli…

20141224_203150

 

200 gr salmone affumicato

300 gr songino

1 mozzarella di bufala circa 250 gr

2 arance

olio

pepe

Preparazione: Prendiamo le 2 arance e grattugiamo un po la buccia tenendola da parte per la guarnizione finale. Spremiamo le due arance e con il succo andiamo a marinare il salmone. Trascorso un paio d’ore dalla marinatura cominciamo l’ esecuzione del piatto. Laviamo ed asciughiamo bene il songino e disponiamo sul piatto, sarà il letto sul quale disporremo le fette del salmone marinato. Sgoccioliamo il salmone dalla marinatura e disponiamo sul letto di songino. Filtriamo la marinatura ed in parte andiamo a versare a condimento. Tagliamo la burrata e adagiamola sul pesce. Condiamo con olio d’oliva e se gradite un poco di pepe.

TONNARELLI ZUCCHINE E PROSCIUTTO COTTO

Tonnarelli zucchine e prosciutto cotto è un primo piatto molto veloce se vogliamo possiamo chiamarlo “salva cena”. Le zucchine ed il prosciutto cotto sono a cubetti il tutto legato da una crema con uovo.

20141231_203654

per questa ricetta ci occorrono

180 g tonnarelli

2 zucchine verdi

100 g prosciutto cotto in una sola fetta

2 tuorli d’uovo

olio evo

latte q b

pecorino

aglio

sale e pepe

Iniziamo a preparare il nostro piatto. Laviamo e asciughiamo le zucchine. Tagliamo a dadini saliamo leggermente e mettiamo a scolare l’acqua di vegetazione. Prendiamo una padella antiaderente e con un filo di olio di oliva andiamo a dorare leggermente l’aglio. Aggiungiamo a questo punto le zucchine e cuociamo a fiamma dolce.Uniamo anche il  prosciutto cotto ridotto a cubetti. Mescoliamo e aggiustiamo di sale (cercate di tenere un pò scipito perchè con l’aggiunta del pecorino sarà già abbastanza saporito).Mettiamo a lessare i tonnarelli in acqua abbondante salata che dovranno essere tolti al dente. Raggiunta la giusta consistenza scoliamo la pasta, uniamo in padella al condimento di zucchine e prosciutto e aggiungiamo i tuorli d’uovo leggermente sbattuti e un paio di cucchiai di latte il tutto a fuoco molto basso. Aggiungiamo anche il pecorino grattugiato di modo che si crei una cremina. Togliamo dal fuoco e trasferiamo sul piatto di portata con una macinata di pepe nero.

TORTA AL CACAO E GOJI

Torta al cacao e goji , un gustoso dolce che è adatto anche a chi è vegano. Di facile realizzazione questa torta ha una sorpresa deliziosa l’uso delle bacche di goji che regala una nota acidula e piena di antiossidanti che unito al cioccolato sono un ottimo connubio per la gola e per il benessere.

tortaalcacaoegoj (1)
per la torta cacao e goji ci occorrono:
100 gr farina di grano saraceno
100 gr farina intergrale
50 gr maizena
50 gr  cacao amaro
130 ml latte di soia
10 gr lievito
50 gr zucchero di canna
20 gr bacche di goji
20 gr goccie di cioccolato
Mettiamo in acqua tiepida le bacche di goji per farle rinvenire (come si fà per l’uvetta sultanina). In una terrina capiente mescoliamo le farine il lievito ed il cacao. Aggiungiamo il latte di soia mescolando. Se il composto dovesse risultare troppo denso aggiungete un po di acqua delle bacche di goji. Mescolate sempre, e unite anche il goji e le gocce di cioccolato.
Prendiamo uno stampo per torta (io in questo caso ho usato uno stampo di silicone sagomato a rosa) versiamo il composto, battete leggermente lo stampo di modo che l’impasto si livelli e infornate in forno preriscaldato a 180° per circa mezzora. Fate la prova stecchino e se il dolce è pronto togliete dal forno. Lasciate raffreddare prima di sformare sul piatto di portata.
20141011_142834

MERLUZZO ALLA MEDITERRANEA

Merluzzo alla mediterranea, un secondo di pesce di facile preparazione sia per la reperibilità della materia prima sia perchè la ricetta è di semplice realizazione.

20141006_200111

 

per la ricetta del merluzzo alla mediterranea ci occorrono:

400 gr merluzzo

2 scalogni

capperi

8 pomodorini pachino

olive nere

arancia

origano

sale e pepe

Prendiamo una padella capiente e mettiamo qualche cucchiaio d’olio. Uniamo la cipolla tritata e facciamo rosolare a fuoco medio finché non sarà imbiondita. Aggiungiamo i filetti di merluzzo e cuociamo qualche minuto e facendoli dorare da entrambi i lati. Procediamo sfumando con il succo di una arancia alzando la fiamma, e facciamo evaporare, cosicché resti all’interno del tegame tutto il suo sapore e i filetti formeranno una “crosticina” che caratterizza la ricetta.

Una volta conclusa questa procedura, riportiamo la fiamma a fuoco medio e aggiungiamo i capperi dissalati, le olive nere e facciamo andare un paio di minuti. A questo punto uniamo anche i pomodorini pachino tagliati a metà, l’origano e aggiustate di sale e pepe. Copriamo con un coperchio e lasciamo andare per altri 8-10 minuti. Un paio di minuti prima della fine della cottura mettiamo una mezza fetta di arancia su ogni filetto. Togliete dal fuoco impiattate e serivite. In questo caso l’ho accompagnata con una insalata di finocchi e arance.