Crea sito

TORTA ALLE ROSE CON CREMA ALLA NOCCIOLA

Ormai è uno di quei dolci che fai, che ti danno soddisfazione, e che incontrano sempre piacere in chi li assaggia….vi propongo la torta alle rose con crema alla nocciola …più conosciuta come Nutella!

Tortarosenutella

Ingredienti

250 gr farina 00

250 gr Manitoba

100 gr zucchero

80 gr burro

250 gr latte

25 gr lievito di birra (1 cubetto)

2       uova

1        bustina di vanillina

Farcitura

400 gr Nutella

zucchero a velo (per rifinire)

Sciogliamo il lievito nel latte tiepido con 2 cucchiai di zucchero, in una terrina capiente mettiamo la farina, il burro e lo zucchero e con le mani andiamo a “sbriciolare” in modo che il burro si amalgami.Aggiungiamo le uova il  latte e lievito impastando fino a che non otteniamo un impasto liscio, quindi lo riponiamo in un recipiente coperto e lasciamo lievitare due ore raddoppiando il volume dell’impastoTrascorso il tempo prendiamo l’impasto e stendiamo col matterello formando un rettangolo (circa cm30x50) spesso mezzo centimetro. Spalmiamo la crema sulla pasta (siate genorosi, ma non troppo altrimenti esce in cottura) e la avvolgo su se stessa.Da questo cilindro tagliamo circa 12 pezzi che poniamo in una teglia circolare di 26 cm diametro foderata con carta da forno e lasciamo lievitare ancora un’ora coperta.

Tortarosenutella-4

Spennelliamo la torta con un po’ di latte e inforniamo a 180 (io ho il ventilato) per circa 40 minuti.Una volta sfornata lasciate raffreddare e cospargete con zucchero a velo, oppure del cacao…

Tortarosenutella-6

 

 

PENNE CREMA GORGONZOLA PERE E NOCI

Un’altra ricetta per un goloso finger food..che non può mancare per gli apericena di casa mia. Stasera ai miei amici offrirò penne crema gorgonzola pere e noci, servito in assaggio.

pennegorgo

E’ ovvio che in quantità maggiori si può ricavare un gustoso primo piatto. Per le penne crema di gorgonzola ci occornono:

350 gr penne

100 gr gorgonzola dolce

100 gr formaggio cremoso

1 pera

1 cipollotto

1 cucchiaino di paprika dolce

latte q.b.

sale

burro

1/2 bicchiere di vino bianco

una decina di gherigli di noce per guarnizione

Mettiamo a bollire l’acqua leggermente salata per la pasta.

Puliamo la pera dalla buccia privandola del torsolo e riduciamolo a cubettini. In una  padella di ceramica  con 2 noci di burro andiamo ad imbiondire il cipollotto precedentemente tritato molto fine e mettiamo a saltare la nostra pera. Dopo un paio di minuti sfumiamo col vino bianco   spolveriamo con un cucchiaino di paprika facciamo saltare un minuti poi togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

Sempre nella padella di ceramica andiamo a formare la nostra cremina col gorogonzola un poco di latte e il formaggio cremoso. Lasciamo riposare.

A questo punto scoliamo le nostre penne e mettiamole nella padella con la crema di formaggi e saltiamo per qualche minuto aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura.Andiamo a comporre i nostri “bocconcini” mettendo negli accessori le penne un cucchiaino di pere e mezzo gheriglio di noce a guarnizione….ricordando che ” al contadin non far sapere…quant’è buono il “cacio” con le pere!!!

PLUMCAKE ALL UVA FRAGOLA

Plumcake all uva fragola. Tempo di uva ed ecco un dolce soffice plumcake che può essere gustato a colazione o come deliziosa merenda pomeridiana

plumcackeall'uvafragola (3)per fare il plumcake all uva fragola ci occorrono:

4 grappoli uva fragola

2 uova + 4 albumi  (ho riutizzato albumi avanzati da una crema)

2 cucchiai di yogurth greco

120 gr farina autolievitante

30 gr cocco disidratato

150 gr zucchero

acqua

succo di limone

Laviamo l’uva fragola separando i chicchi e mettiamo a macerare in una ciotola con acqua e limone e due cucchiai di zucchero. Prepariamo 2 terrine nelle quali andremo a lavorare le uova. Separiamo i tuorli dall’albume. (nel caso non aveste gli albumi usate 4 uova intere).Andiamo a montare gli albumi a neve e teniamo da parte. Lavoriamo i tuorli con lo zucchero fino a che non saranno belli spumosi. Ottenuto questo andiamo ad aggiungere lo yogurth e la farina setacciata infine il cocco disidratato. Prendiamo l’impasto e andiamo ad incorporarlo agli albumi con movimenti dal basso verso l’alto in modo e rimanga tutto molto soffice. Rivestiamo con cartaforno leggermente inumidita uno stampo da plumcake e versiamo metà dellimpasto. Aggiungiamo metà dell’uva fragola a nostra disposizione, che avremo scolato e tamponato con un canovaccio. Aggiungiamo il restante impasto e rifiniamo con l’uva rimasta. Inforniamo a 180° per 30 minuti poi abbassiamo a 160° per altri 20 minuti. Lasciare raffreddare una quindicina di minuti e finire il raffreddamento al di fuori dello stampo. Buona colazione!!!!

 

 

RADICCHIO E CRESCENZA

Un secondo veloce, radicchio e crescenza, tipico dell’autunno/inverno quando il radicchio rosso è al top del sapore.

radicchiorossoecrescenzaper fare radicchio e crescenza ci occorrono:

500 gr radicchio rosso

250 gr crescenza

1 cipolla

un cucchiaino aceto di mele

un bicchiere brodo vegetale

olio

sale

pepe

parmigiano

Prendiamo il radicchio privandolo delle parti troppo dure bianche e tagliamo grossolanamente con un coltello il radicchio, laviamo ed asciughiamo tamponando con un canovaccio.

In una padella antiaderente mettiamo l’olio e la cipolla tritata e portiamo sul fuoco. Far saltare la cipolla qualche minuto a fiamma vivace finché non sarà lucida e brillante, quindi unire l’aceto e il brodo vegetale, un pizzico di sale. uocere per 5 minuti, coperto, a fiamma media.Trascorso il tempo indicato scoperchiamo, alziamo la fiamma ed andiamo ad unire il radicchio, aggiungiamo anche una generosa macinata di pepe. Cuocere per un paio minuti a fiamma media, fintanto che il radicchio non sarà appassito. A questo punto abbassimao ancora la fiamma e mettiamo a cucchicate la crescenza coprendo con una grattugiata di parmigiano. Attendere ancora un minuto poi spegnere e tenere coperto. Impiattiamo ancora caldo il nostro radicchio con la crescenza e accompagnamo da un paio di crostini di pane. Potete gustarlo anche con un bicchiere di birra scura…

ROTOLO ALLA CREMA CAFFE’

Rotolo alla crema caffe’ è un dolce fresco, ottimo come fine pasto, ma anche per una merenda con le amiche. Io lo ho realizzato per un incontro ospite dalla mia sister Dada dove ho rivisto due amiche carissime con cui condividiamo anche la passione per la cucina.. rotolocremacaffe Per realizzare il rotolo alla crema caffe’ ci occorre:

per il rotolo:

4 uova

150 gr zucchero

100 gr farina autolievitante

30 gr cocco disidratato

per la crema

200 gr Philadelphia

200 ml panna

1 tazzina di caffè

2 cucchiaini caffè solubile

100 gr zucchero

1/2 busta  dolceneve paneangeli

decorazione con granella di nocciole e scaglie di cioccolato

Accendiamo il forno a 180°. In una leccarda da forno andiamo a rivestire di carta apposita leggermente inumidita e strizzata. Cospargiamo un cucchiaio di olio di semi sulla carta (ci aiuterà a staccarla meglio una volta cotta) Prendiamo due terrine dividiamo le uova i tuorli da una parte e gli albumi dall’altra. Montiamo gli albumi a neve con l’aiuto di un pizzico di cremor tartaro. Per i tuorli andiamo ad aggiungere lo zucchero e con l’aiuto di fruste elettriche lavoriamo fino a che non otterremo un composto gonfio, spumoso e chiaro. (ricordate piu lavorate i tuorli e piu soffice sarà il pan di spagna…consiglio non meno di 10 minuti). Una volta ottenuto la giusta consistenza al composto andiamo ad aggiungere la farina setacciata e il cocco disidratato. Mescoliamo bene e accorpiamo al composto di albumi precedentemente montati, sempre mescolando con movimenti dal basso verso l’alto in modo che non si perda la sofficità.

A questo punto stendiamo l’impasto sulla leccarda ed inforniamo per 10 minuti.

Prepariamo la crema al caffè mettendo in una ciotola di alluminio raffreddata il philadelphia con una tazzina di caffè al quale avremo aggiunto due cucchiaini di caffè solubile (un concentrato). Lavoriamo con le fruste elettriche aggiungendo lo zucchero. Mettiamo anche la panna e la mezza busta di dolceneve e sbattiamo per 5 minuti. Otterremo una crema soffice e che non smonterà.

Togliamo il biscotto dal forno e giriamolo su un’altro pezzo di cartaforno anche questo leggermente unto e facciamo raffreddare un paio di minuti. Dopodichè stacchiamo la carta della cottura e arrotoliamo su se stesso. Lasciamo raffreddare ulteriormente. Una volta raffreddato procediamo con la farcitura. Prima all’interno arrotoliamo e posizioniamo il rotolo sul piatto di servizio. Decoriamo con un bello strato di crema anche tutto l’esterno aiutandoci con una spatola. Finiamo la decorazione con granella di nocciole e scaglie di cioccolato fondente.

 

SFOGLIA ALZAZIANA

Vi propongo la sfoglia alzaziana..è una rivisitazione mia personale della celebre pizza alzaziana. Vi devo dire che tutte le volte che la propongo và veramente a ruba!!!!

IMG_3577

Per fare la sfoglia alzaziana ci occorre:

1 confezione di pasta sfoglia (quella più alta)

200 ml panna da cucina

2 cipolle bianche

150 gr speck

150 gr emmenthal

aceto di mele

acqua tiepida

2 cucchiaini di zucchero

Prendiamo una ciotola che possa contenere le cipolle e riempiamo circa per metà. Aggiungiamo 3 cucchiai di aceto di mele e 2 cucchiaini di zucchero. Puliamo le cipolle bianche e tagliamo a rondelle abbastanza fini. Mettiamole a macerare nella marinatura che abbiamo preparato per almeno 2 ore. Passato questo tempo scoliamole dalla marinatura e mettiamo in un colino.

Preriscaldiamo il forno a 200°.

Prepariamo il fondo della sfoglia mettendo su una teglia foderata di cartaforno cercando di creare un pò di bordo tutto attorno. Bucherialliamo un pò il fondo della sfoglia con i rebbi di una forchetta e andiamo a riempire con la panna da cucina, stendendo sul fondo, aggiungiamo le cipolle adagiandole sulla panna. Prendiamo lo speck e riduciamo grossolanemente con una mezzaluna. Mettiamo anche questo ingrediente nella sfoglia sulle cipolle. Inforniamo per circa 20 minuti o fino a che non incomincia a dorare. Prendiamo il formaggio emmethal e andiamo a grattugiarlo anche questo grossolanamente, (con la grattugia da buchi piu larghi o addirittura a julienne) e quando saranno passati i minuti di cottura, estraiamo la nostra sfoglia e cospargiamo di emmenthal e inforniamo di nuovo abbassando a 180° per altri 10 minuti o fino a che l’emmenthal non sarà sciolto.

IMG_3574Togliete dal forno e lasciate leggermente raffreddare in modo che la sfoglia si compatti. Servitela a quadrotti grandi, buona degustazione!!!

 

SPAGHETTI SALMONE STRACCHINO

Il piatto del giorno è spaghetti salmone stracchino. Lasciatevi tentare dalla cremosità di questo condimento…anche questo primo piatto fa parte di quelli da realizzazione ultraveloce.

spaghettiintsalmonestracchino (1)

Per fare gli spaghetti salmone e stracchino ci occorrono:

150 gr spaghetti

100 gr salmone affumicato

100 gr stracchino cremoso

30 ml latte

aglio in polvere

vino bianco

olio

paprika

sale

Mettiamo sul fuoco la pentola con l’acqua per la pasta leggermente salata. Prendiamo il salmone affumicato e trituriamolo a pezzi grossolani. Io consiglio l’uso di una mezzaluna perchè con le lame elettriche tende ad appoallottolare e formare una poltiglia poco invitante. Prendiamo una padella e mettiamo due cucchiai di olio e l’aglio. Facciamo insaporire dopodichè togliamo l’aglio. Aggiungiamo il salmone con la paprika e saltiamo qualche minuto a fuoco vivace. Sfumiamo con mezzo bicchiere di vino bianco. (se non avete il vino adoperate qualche cucchiaio di aceto di mele con un poco di acqua…toglie quella patina di grasso al salmone rendendolo piu gustoso al palato..) Quando i liquidi saranno sfumati abbassiamo la fiamma molto dolce e andiamo ad aggiungere lo stracchino con il latte ottenendo un composto cremoso. Scoliamo a questo punto gli spaghetti al dente e mettiamo tutto dentro la padella con il salmone e lo stracchino. Mantechiamo tutto con qualche cucchiaio di acqua di cottura. Servite caldi.

POLPO E PATATE

Oggi vi propongo un classico…polpo e patate!!! Pietanza versatile che può essere servito per antipasto sia come secondo dal profumo di mare.

polpoepatate

Per fare questo piatto ci occorrono:

15oo gr  polpo (2 polpi grossetti già eviscerati)

600 gr patate

cipollotto

sedano

alloro

peproncino

aglio

prezzemolo

sale

olio e.v.o.

Mettiamo a lessare in una casseruola le patate,con la buccia per circa una mezz’ora dal bollore,(a me personalmente piacciono lessate, ma non sfarinate) lasciamo raffreddare e sbucciamo, tagliandole a tocchetti. Portiamo a bollore l’acqua con un pò di odori, cipollotto, sedano e alloro per la cottura dei polpi…immergiamo i nostri polpi tenendoli dalla testa per tre volte, perchè i tentacoli si arricciolino a questo punto lasciamo cuocere per circa 40 minuti (il tempo di cottura varia dalla grandezza dei polpi). Di solito si sente con una forchetta la morbidezza del polpo.Togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare un pochino. Procediamo pulendo i polpi dal becco, pelle,sciacquando sotto acqua corrente, dopodichè andiamo a tagliare a strisciolne e a pezzetti i tentacoli.

polpoepatate_1

A questo punto andiamo a mescolare il polpo con le patate e condiamo con abbondante olio, considerate che le patate tendono ad assorbire il condimento, aggiungiamo poi peperoncino, aglio e tanto, tanto prezzemolo. Lasciamo insaporire diverse ore (io preparo la mattina per la sera e metto in frigo). In questo caso leviamo dal frigo almeno mezz’ora prima di servire mescolando bene. Impiattate e buon appetito.

SEMIFREDDO AL CAFFE’

Un dolce semifreddo al caffe’. Un piccolo intermezzo per un pomeriggio oppure un dessert piccolo piccolo per chiudere un pranzo….

semifreddoalcaffè (1)per fare il semifreddo al caffè ci occorrono

per il biscotto

4 uova

80 gr farina

100 gr zucchero

pizzico di cremor tartaro

per la crema al caffè:

200 gr formaggio cremoso

100 ml panna

1 tazzina caffè

2 cucchiai caffè solubile

150 gr zucchero a velo

cocco in polvere per guarnire

Prepariamo il biscotto. Dividiamo i tuorli dagli albumi in due terrine diverse. Andiamo a montare a neve gli albumi con un pizzico di cremor tartaro. (questo fa si che non smontino) teniamo da parte. Nell’ altra terrina dove abbiamo messo i tuorli aggiungiamo lo zucchero e andiamo a sbattere con le fruste elettriche fino a che non otterremo un composto molto spumoso. A questo punto aggiungiamo la farina setacciata in modo che non faccia grumi e incorporiamola mescolando delicatamente. Andiamo quindi ad amalgamare agli albumi montati con movimenti da basso verso l’alto in modo che non smontino. Prendiamo una leccarda rivestita da carta forno e leggermente unta, ci aiuterà a staccare il biscotto a fine cottura. Con una sac-a-poche usa e getta andiamo a formare i biscotti che useremo per il semifreddo. Facciamo tanti bastoncini e mettiamo a cuocere in forno 10 minuti a 160°.

Nel frattempo prepariamo la crema al caffè. Prendiamo il formaggio cremoso e andiamo a stemperare con la tazzina di caffè. Aggiungiamo anche lo zucchero a velo e il caffè solubile. (consiglio di sciogliere il caffè solubile nella tazzina di caffè cosi da avere tutto molto fluido e concentrato). A parte montiamo la panna e mescoliamo alla crema di formaggio. Mettiamo in frigo per una mezzora. Una volta cotti i biscotti li mettiamo a raffreddare un quarto d’ora prima di rimuovere la carta forno. Procediamo assemblando il semifreddo. Poniamo tre biscotti nel piattino un pò distanziati, sopra la crema al caffè di nuovo tre biscotti e ancora crema al caffè. Cosi fino ad esaurimento delle porzioni. Spolveriamo con il cocco in polvere.

 

 

LINGUINE AL PESTO DI NOCI E PACHINO

Un primo piatto fresco e appetitoso linguine al pesto di noci e pachino…ero in giardino e mentre pensavo a cosa preparare per pranzo mi cade l’occhio sulle belle piantine di basilico…bene ne raccolgo un bel mazzetto e via…

pestoallenociepachino (2)

 

per fare le linguine al pesto di noci e pachino ci occorrono:

200 gr  foglie di basilico

100 gr  parmigiano

70 gr  noci

olio evo

pomodori pachino

una spolverata di aglio in polvere

Iniziamo il nostro primo piatto mettendo in una pentola l’acqua salata per la pasta. Proseguiamo preparando il pesto alle noci. Andiamo a mettere le foglie di basilico lavate e pulite accuratamente e asciugate, i gherigli di noce precedentemente sgusciati con una cucchiaiata di acqua di cottura nel bicchiere apposito, per far si che il minipinner faccia presa e via una bella frullata aggiundendo l’olio a filo. Accorpiamo anche il parmigiano grattugiato e ancora a filo l’olio finchè non otteniamo una bella consistenza cremosa. Intanto la pasta sarà a buon punto e quindi scoliamo le linguine al dente e trasferiamo tutto in padella con un cucchiaio di olio e.v.o. e una spolverata di aglio in polvere, compresi i pomodori pachino spaccati a metà, facciamo saltare qualche minuto ed ecco … il nostro piatto è realizzato. E’ veloce e profumatissimo….Gustate con allegria!!!

pestoallenociepachino-1