Crea sito

INSALATA DI POLLO IN SALSA VERDE

Insalata di pollo in salsa verde è un piatto leggero e saporito che contiene pochissimi grassi ed è l’ideale per un pasto nutriente. L’ho assaggiato in un bar dove fanno punto pranzo ed ho voluto replicarlo a casa. Alla mia famiglia è piaciutomolto. Andiamo a vedere assieme la preparazione.

insalata di pollo in salsa verde

Per questa ricetta, insalata di pollo in salsa verde ci occorrono:

300 gr di petto di pollo

mix di spezie ( io lo faccio personalmente tritando :salvia, rosmarino, erba cipollina, poco peperoncino, sale)

per la salsa verde:

1 mazzetto di prezzemolo

1 uovo sodo

3/4 acciughe sottolio

una generosa manciata di capperi

aglio

sale e pepe

succo di limone

olio e.v. o

Preparazione

Andiamo a tamponare con la carta assorbente il petto di pollo e cospargiamo con il mix di spezie “massaggiando” la carne. Poniamolo nella vsca della vaporiera e cuociamo per 30 minuti. (consiglio: nella vasca di acqua della vaporiera, aggiungo sempre un pò di succo di limone o aceto bianco, trovo che sgrassi e rilascia un buon profumo). Trascorso il tempo di cottura, lasciamo raffreddare.

Nel frattempo che il pollo cuoce, prepariamo la salsa verde. Lessiamo un uovo, una volta cotto e raffreddato riduciamolo finemente con la punta di un coltello. Procediamo tritando anche il prezzemolo, capperi e le acciughe e poniamo il tutto in una ciotola. Irroriamo bene questo composto con olio evo e succo di limone aggiustando di sale e pepe, mescoliamo bene.

Se vi avanza della salsa verde potete conservala in frigo, in un barattolo di vetro, aggiungendo un pò di olio, per qualche giorno.

Sfilacciamo il petto di pollo con l’aiuto di una forchetta , dopodichè condiamolo con un cucchiaio di olio e.v.o. e disponiamo sul piatto di portata. Versiamo sul pollo anche la salsa verde.

Potete servire questo piatto accompagnandolo con un’ insalatina di rucola e olive. Questa insalata di pollo è buona anche gustata a freddo.

COTOLETTE RIPIENE FILANTI..oppure cordon bleu

Cotolette ripiene filanti …o meglio conosciute come cordon bleu, sono un secondo piatto perfetto per portare in tavola qualcosa di gustoso e sfizioso con pochissimi ingredienti. La differenza tra queste cotolette e le sue cugine piu famose (le cordon bleu) è che non sono fritte. Io lo ho servite con dei spinaci lessi. Andiamo a vedere insieme la ricetta.

per le cotolette ripiene e filanti ci occorrono:

8 fettine di tacchino

4 sottilette (io in questo caso avevo quelle al cheddar)

4 fette di prosciutto cotto

2 uova

pangrattato

latte

sale e pepe

olio d’oliva

Iniziamo con prendere le fettine di tacchino poniamole su di un tagliere e battiamole con un batticarne per renderle piu sottili. Sopra a 4 adagiamo una fettina di prosciutto cotto raddoppiandola sopra ancora la sottiletta e ricopriamo con una seconda fettina di carne.

In una ciotola sbattiamo leggermente le uova con il latte e un pizzico di sale. Delicatamente passiamo le cotolette prima nelle uova poi nel pangrattato e nuovamente nel composto di uovo e ancora una volta nel pangrattato. La doppia panatura farà si che il ripieno non fuoriesca.

Prepariamo una teglia da forno rivestita con della carta e adagiamo le cotolette ripiene con un filo d’olio e un pizzico di sale in questo modo risulteranno dorate ma non fritte e cuocetele in forno a 180° per circa 20 minuti , girandole a metà cottura.

INVOLTINI DI LONZA CON VERDURE

Involtini di lonza di maiale con verdure sono un secondo piatto che unisce carne e contorno in un unica preparazione. Inoltre è un piatto colorato e nello stesso tempo saporito. Il formaggio al suo interno e il fondo al pomodoro ci aiuterà a tenere la carne morbida.

Un piccolo suggerimento: la carne di maiale dovrà essere ben cotta, ma non stracotta altrimenti risulterà secca e poco appetitosa.

per gli involtini di lonza con verdure ci occorrono

12 fettine lonza di maiale
2 carote
2 finocchi
formaggio edamer in fette
40 gr farina
1 bicchiere vino bianco
passata di pomodoro a pezzettoni
olio extravergine di oliva
sale e pepe
filo da cucina
Prendiamo le fettine di lonza e mettiamole su di un tagliere, copriamo con un foglio di carta forno e cerchiamo di appiattirle con un batticarne (io non avendolo, ho adoperato il dorso di un bicchiere) per renderle più sottili e morbide.
Pulite le verdure e andiamo a cuocerle a vapore (in una vaporiera) per circa una decina di minuti di modo che risultino “al dente”.
A questo punto andiamo a formare involtini ponendo al centro di ogni fettina di carne le verdure una mezza fetta di formaggio edamer e chiudiamoli con spago da cucina.
Passiamo gli involtini nella farina  e pendiamo una padella capiente dove faremo rosolare con qualche cucchiaio di olio e.v.o uno spicchio di aglio. Quando sarà dorato, togliamo l’aglio e poniamo a cuocere gli involtini. Facciamoli rosolare per 5 minuti a fuoco vivace, poi sfumiamo con il vino bianco, una volta che sarà evaporato aggiungiamo la passata di pomodoro, aggiustiamo di sale e pepe, abbassiamo la fiamma e cuociamo per 10 minuti con il coperchio.
Serviteli tiepidi o caldi.

PETTO DI POLLO RIPIENO AGLI SPINACI

Petto di pollo ripieno agli spinaci è una valida alternativa per gustare questa parte prelibata del pollo. Si pratica una tasca, dove andiamo ad inserire le verdure e il formaggio. La cottura in forno con la superficie irrorata dalla passata di pomodoro lo fa assomigliare al classico calzone di pizza.

per il petto di pollo ripieno agli spinaci ci occorrono:

un petto di pollo intero

300 gr spinaci lessati

60 gr emmenthal grattugiato

passata di pomodoro verace

origano

aglio in polvere

olio e.v.o

sale e pepe

Prendiamo il petto di pollo e tagliamo a metà in due parti. In ciascuna delle due parti, andiamo ad incidere la carne in modo da poter creare una tasca. Teniamo da parte.

Prendiamo una padella con qualche cucchiaio di olio e.v.o. e un poco di aglio in polvere e facciamo andare fino a che l’aglio non sarà dorato. Aggiungiamo gli spinaci lessati e ben strizzati. Facciamo saltare 5 minuti. Lasciamo raffreddare.

Riempiamo le tue tasche di pollo con gli spinaci cotti e l’emmethal grattugiato. Per sicurezza andiamo a chiudere i lembi con degli stuzzicadenti che poi, a fine cottura andremo a rimuovere.

Prepariamo una pirofila e sul fondo un paio di cucchiai di olio e un paio di cucchiai di passata di pomdoro, poniamo i petti di pollo, saliamo e pepiamo. Sopra il petto ripieno mettiamo ancora qualche cucchiaio di passata di pomodoro, olio e origano.

In forniamo a 180° per circa una ventina di minuti. Togliamo dal forno, rimuoviamo gli stecchini e impiattiamo con il suo sughetto.

A vista sembrano dei calzoncelli. Io gli ho serviti, in questo caso, accompagnati da funghi cardoncelli, buon appetito

PASTICCIO DI CARNE CON FUNGHI

Pasticcio di carne con funghi è un piatto unico che generalmente si può preparare il giorno prima conservandolo in frigo e ripassandolo in forno il giorno successivo facendoli fare una deliziosa crosticina con il pangrattato e la mozzarella.

per il pasticcio di carne con funghi ci occorrono:

400 gr di carne macinata

1 carota

1 sedano

1 cipolla

200 gr funghi champignon

vino bianco

olio di oliva

sale e pepe

aglio in polvere

pangrattato

mozzarella grattugiata

Prepariamo un trito con il sedano la carota e la cipolla. In una padella capiente mettiamo un paio di  cucchiai di olio d’oliva e andiamo a soffriggere le verdure. Aggiungiamo la carne macinata e rosoliamola bene. Facciamo cuocere almeno 5 minuti. Sfumiamo con un bicchiere di vino bianco e una volta evaporato aggiustiamo di sale e pepe e cuociamo per altri 10 minuti.

Intanto andiamo a pulire i funghi e affettiamoli. Mettiamo anche questi in una padella con qualche cucchiaio di olio d’oliva saliamo e aggiungiamo anche un pò di aglio in polvere e facciamo cuocere una decina di minuti.

Trasferiamo il macinato in terrine da forno monoporzione e ricopriamo la carne con i funghi.

Andiamo a chiudere con il pangrattato e della mozzarella grattugiata.

Cuocete in forno a 200° per 15 minuti. Il pasticcio di carne e funghi è pronto per essere servito

 

LONZA DI MAIALE CIPOLLE E MELE

Lonza di maiale cipolle e mele per un secondo piatto saporito. È un abbinamento che risale al Medioevo, quando ancora le patate non erano arrivate e la frutta veniva cucinata con la carne. Ricetta tipicamente invernale, andiamo a vedere insieme la preparazione.

20161219_2033181

per questo piatto ci occorrono:

300 gr lonza di maiale tagliata a fettine

2 mele piccole (scegliete un tipo piuttosto friabile)

2 cipolle dorate

una manciata di uva sultanina

20 gr burro

brodo q.b.

sale pepe

Procedimento: puliamo e affettiamo le cipolle dorate. Affettiamo a spicchi privandole del torsolo e della buccia anche le mele. Poniamo queste ultime in una ciotola irrorandole con del succo di limone o se prefrite, di arancia.

In una padella capiente andiamo a sciogliere il burro e mettiamo le cipolle a passire. Aiutatevi con qualche cucchiaio di acqua oppure di brodo. Quando le cipolle saranno passite mettiamo a cuocere le fettine di lonza di maiale.Aggiustiamo di pepe e sale e rosoliamo da tutte e due le parti.

Quando tutte le fettine di lonza saranno belle dorate aggiungiamo le mele con l’uvetta precedentemente ammollata e copriamo con un coperchio cuocendo a fuoco dolce.

Se si dovesse asciugare troppo, aggiungere qualche cucchiaio di brodo.

Quando le mele si saranno ammorbidite, avremmo raggiunto la cottura desiderata.

Impiattiamo mettendo sul fondo le cipolle, sopra la lonza di maiale e per finire le mele con l’uvetta. Gustate e buon appetito

 

 

TASCHE DI POLLO MEDITERRANEO

Tasche di pollo mediterraneo, una variante gustosa per cucinare il petto di pollo. In questo modo la carne risulterà molto morbida e il piatto avrà un aspetto invitante.

20161115_2023181

per la tasca di pollo mediterraneo ci occorrono:

in questo caso le dosi sono per 2 persone

1 petto di pollo (calcoliamo 1/2 petto di pollo a commensale)

per il ripieno

150 gr  spinaci saltati

4  fette di prosciutto crudo

80 gr mozzarella grattugiata

250 ml  passata di pomodoro

olio

sale

pepe

aglio in polvere

origano

In una padella saltiamo con un cucchiaio di olio e l’aglio in polvere gli spinaci lessati. Aggiustiamo di sale e dopo una cottura di 5 minuti, togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

Tagliamo in due, nel senso della lunghezza, i petti di pollo, eliminiamo l’ossicino e la cartilagine. Con un coltello affilato pratichiamo un taglio verticale formando una tasca, senza tagliare fino in fondo, saliamo e pepiamo.

Andiamo a riempire le tasche con due fette di prosciutto crudo due cucchiai di spinaci saltati e la mozzarella grattugiata. Chiudiamo le tasche con degli stecchini, in modo che in cottura la mozzarella non fuoriesca.

In una casseruola facciamo scaldare due cucchiai di olio e mettiamo le nostre tasche a rosolare. Aggiustiamo di sale, pepe e aglio in polvere, giriamo cuocendo un paio di minuti per parte.

Una volta che le tasche di pollo saranno rosolate, aggiungiamo la passata di pomodoro qualche pizzico di sale e qualche cucchiaio di acqua. Facciamo andare per 5 minuti, giriamo di nuovo le tasche, aggiungiamo l’origano e completiamo la cottura.

20161115_2021562

In questo caso, ho servito le tasche di pollo mediterraneo con funghi pleurotus trifolati.

Servire caldo, quando ancora la mozzarella è bella filante…

 

 

INVOLTINI DI LONZA CON RADICCHIO

Involtini di lonza con radicchio un secondo piatto preparato con questa parte del maiale,una carne tenera che sia adatta bene alla preparazione di involtini da cuocere al forno o alla griglia abbinata in questa ricetta, al radicchio e l’emmethal dove l’amaro di questa verdura si addolcisce con questo tipo di formaggio.

ricette_involtinilonzaradicchioper gli involtini di lonza con radicchio ci occorrnono:

lonza di maiale a fettine 6 (ne ho calcolate 3 a persona )

1 cespo di raddichio rosso tondo

100 gr  emmenthal (un pezzo dove dovranno uscire 6 bastoncini)

un poco di zucchero

vino bianco (un pò piu di mezzo bicchiere)

sale e pepe nero q.b.

olio extravergine d’oliva q.b.

In una padella capiente con un poco di olio e.v.o. dopo aver pulito e lavato le foglie di radicchio, andiamo a farle passire velocemente con un pizzico di zucchero, sale e pepe.

Il formaggio dobbiamo tagliarlo in modo da ottenere bastoncini lunghi quanto la larghezza delle fettine di carne e larghe mezzo centimetro

Prendiamo a questo punto le fettine di lonza di maiale, battiamole leggermente con un batticarne per assottigliare lo spessore, saliamo e farciamo con un paio di foglie di radicchio e un bastoncino di emmenthal e pepiamo.

Arrotoliamo l’involtino e andiamo a disporlo in una padella con un poco di olio.

Continuiamo fino ad esaurire tutte le nostre fettine.

Rosoliamo la carne in tutti i suoi lati e a quasi fine cottura sfumiamo con un poco di vino bianco.

In questa occasione ho servito gli involtini di lonza con radicchio accompagnati a verdure lesse ripassate in padella.

 

BUFFALO CHICKEN WINGS

Buffalo chicken wings, alette di pollo dal sapore agrodolce o piccante, piatto tipico americano,  oramai esportato un po’ in tutte le catene di fast food internazionali, da McDonald a Burger King, ovviamente ho provato a farle a casa..è il risultato è stato fantastico

20150917_203400

ingredienti per 2 persone..per le buffalo chicken wings ci occorrono:

8 alette di pollo

1 cucchiaio di paprika dolce

1 cucchiaio pepe

1 cucchiaio aglio in polvere

sale

per la salsa:

4 cucchiai di passata pomodoro

1 cucchiaio di salsa aceto balsamico

1 cucchiaio miele

tabasco (esagerate)

Laviamo e asciughiamo le alette, priviamole delle punte, che scarteremo (usatele magari per un brodo) e il rimanente dovrà essere diviso in due tagliando dove c’è più pelle.

In una terrina andiamo a mescolare il sale, la paprika, l’aglio e il pepe e poniamo le alette e mescoliamo in modo che tutti i pezzi si condiscano e si insaporiscano bene, Lasciate riposare coperte almeno un’ora.

Foderiamo una teglia del forno con la carta apposita, e adagiamo le alette e facciamo cuocere a 200° per 40 minuti girandole a metà cottura.

Mentre le alette cuociono in forno, prepariamo la salsa mescolando la passata di pomodoro con la crema di aceto balsamico il tabasco e il miele. (assaggiate la salsa per aggiustare la dolcezza e la piccantezza a vostro gusto…)

Trascorso il tempo di cui sopra, togliamo la teglia dal forno e andiamo a cospargere la salsa sulle alette con l’ausilio di un pennello. Spennellate abbondantemente ogni pezzo da entrambi di lati e inforniamo per altri 20 minuti girandole a metà tempo.

Servite calde accompagnate da patate fritte e una birra fresca, per completare fate una salsina,  con yoghurt bianco, aglio, sale e pepe.

 

 

 

 

ARISTA ALLA BIRRA

Arista alla birra è un secondo piatto saporito preparato con il taglio più succoso del maiale e una marinatura alla birra.

ricette_aristaallabirra (2)

per l’arista alla birra i occorrono:

1 kg arista

1lt birra chiara leggera

1 cipolla

1 carota

2 coste di sedano

aglio in polvere

pepe in grani

bacche di ginepro

rosmarino 2 rametti

salvia

olio evo  4/5 cucchiai

sale q.b

Per preparare arista alla birra iniziamo la sera prima di cucinarlo. Mondiamo e laviamo tagliando a tocchetti le veurdure, la carota la cipolla e le coste di sedano, mettiamo dentro una terrina capiente assieme all’arista. Aggiungiamo la birra qualche bacca di ginepro e il pepe in grani e copriamo tutto con la pellicola trasparente. Lasciamo marinare in frigo tutta la notte.

Il giorno dopo scoliamo e asciughiamo la carne tenendo da parte la marinatura. Mettiamo in un tegame 4/5 cucchiai di olio con l’aglio e mettiamo la carne con il rosmarino e la salvia (se vogliamo che le due erbe stiano a contatto con la carne vi consiglio di legarle alla carne con uno spago da cucina, che cosi facendo si insaporirà e nello stesso tempo aiuterà la carne a mentenere la forma). Facciamo rosolare la carne su tutti i lati poi uniamo le verdure della marinatura. Cuociamo altri 10 minuti poi aggiungiamo un mestolo alla volta la marinatura di birra. Continuamo la cottura a fuoco dolce girando di tanto in tanto pr farlo cuocere bene su tutti i lati. Trascorso un’ora fate la prova della cottura pungendo con uno stecchino di legno la carne: se il liquido e bianco l’arrosto è cotto.

Trasferiamo la carne su un piano di legno e lasciamo raffreddare. Prendiamo il fondo di cottura filtratelo e passiamolo al mixer,tenete da parte.una volta raffreddata affettiamo la carne e disponiamola sul piatto di portata e guarniamola con la riduzione del sughetto ottenuta riscaldandola leggermente.