GNOCCHETTI TRICOLORI AL PESCE

Gnocchetti tricolori al pesce sono un primo piatto semplice ma gustoso, gli gnocchetti di patate risultano morbidi ed il condimento si sposa benissimo con molte varietà di pesce, molluschi e frutti di mare.  Sono davvero gustosi: non vi resta che provarli…andiamo a vedere insieme la ricetta.

per gli gnocchetti al pesce ci occorrono:

500 gr gnocchetti (in questo caso ho scelto le chicche tricolore di patate)

300 gr cozze sgusciate

100 gr gamberetti

300 gr calamaretti

1 pomodoro

1 zucchina

mezzo bicchiere vino bianco

prezzemolo

aglio

sale pepe

Iniziamo la preparazione di questo piatto pulendo le cozze, togliendo il filamento che fuoriesce dalle valve e sciacquiamole con cura sotto l’acqua corrente. Laviamo i calamaretti  sotto l’acqua corrente, ponendo attenzione ad eliminare eventuali residui di sabbia dalle ventose dei tentacoli. Tagliamoli ad  anelli. Puliamo anche i gamberetti, togliendo il carapace.

Poniamo le cozze in un tegame con qualche cucchiaio di olio e l’aglio schiacciato. Mettiamo su fuoco vivace e copriamo per far  dischiudere le cozze, togliendole via via che si aprono; quindi sgusciamole e filtriamo il fondo di cottura con un colino.

Puliamo e spuntiamo la zucchina e riduciamola a cubetti.

Riprendiamo il tegame mettiamo olio e schiacciate l’aglio, facendolo soffriggere a fiamma bassa. Quando sarà dorato aggiungiamo i cubetti di zucchina ed i calamaretti, facciamo cuocere per 5 minuti poi aggiungete i gamberi sgusciati e sfumate con il vino. Lasciamo andare ancora un paio di minuti. Togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

Lessiamo gli gnocchetti in abbondante acqua bollente salata. Quando affiorano, togliamoli con una schiumarola e passateli nella padella con il pesce pronto.

Riduciamo a cubetti il pomodoro e mettiamo gnocchetti con i pesce sul fuoco con il sughetto precedentemente filtrato e le cozze.

Facciamo saltare in padella un alcuni di minuti a fiamma vivace, aggiustiamo di sale e pepe, e per finire il prezzemolo tritato.

Impiattiamo con del prezzemolo fresco tritato grossolanamente e servite subito.

 

POLPO IN UMIDO SU POLENTA

Polpo in umido su polenta, un piatto completo di pesce, in questo caso il polpo cotto nel sugo di pomodoro e aromi, che si “sposa” benissimo con la polenta. Adatto sia per un pranzo che per una cena, con questa ricetta, porteremo sulla tavola tutta la bontà del pesce, unita ad una pietanza classica e sempre apprezzata della tradizione.

per il polpo in umido su polenta ci occorrono:

800 gr polpo

1 costina di sedano

1 carota

1 cipolla bianca

200 gr farina per polenta (nel mio caso quella rapida)

400 gr passata di pomodoro a pezzettoni

8 pomodori ciliegino

olive nere

capperi

vino bianco

olio e.v.o.

sale e pepe

Nota sul polpo: per questa ricetta andremo ad usare il polpo precedentemente cotto a vapore per 20 minuti.

Tagliamo il polpo a pezzi. Prendiamo una padella capiente a bordo altro e andiamo a scaldare qualche cucchiaio di olio e.v.o. dove andremo a soffriggere il sedano, la carota e la cipolla precedentemente pulite e tritate. Appena gli odori si saranno imbionditi, mettiamo il polpo a saltare per qualche minuto. Sfumiamo con un bicchiere di vino bianco e una volta evaporato aggiungiamo la polpa di pomodoro rustica, i pomodorini, le olive ed i capperi dissalati e tritati.

Proseguiamo la cottura per un paio di minuti aggiungendo un paio di mestoli di acqua. Lasciamo andare per 15-20 minuti con coperchio semichiuso, abbassando la fiamma e portando la cottura a fuoco dolce. A fine cottura aggiustiamo di sale e di pepe.

Nel frattempo prepariamo la polenta, in una pentola mettiamo un litro d’acqua, saliamo leggermente e quando sarà a bollore, togliamo dal fuoco e mettiamo la farina per la polenta a pioggia mescolando, aiutandoci con una frusta di modo che non si formino grumi. Rimettiamo sul fuoco e facciamo cuocere 5 minuti (o seguite i tempi e le modalità indicate sulla confezione).

Andiamo ad impiattare, mettendo la polenta nel piatto, praticando una fossa al centro che andremo a riempire con il polpo in umido. Serviamo a tavola ben caldo.

CANNERONI INTERGRALI RUCOLA POLPO POMODORINI

Canneroni integrali rucola polpo pomodorini,
sono un primo piatto di mare molto saporito, a base di un condimento realizzato con il polpo che in questa ricetta, viene cotto a vapore, esaltandone il sapore e morbidezza.

per questa ricetta ci occorrono:

250 gr canneroni integrali freschi (o tortiglioni)

400 gr polpo piccoli

200 gr pomodorini datterini

un mazzetto di rucola

1/2 carota

1 scalogno

2 coste di sedano

olio e.v.o.

bicchiere di vino

bicchierino di aceto bianco

peperoncino in polvere

Poniamo a cuocere nella vaporiera il polpo dopo averlo pulito. Nell’acqua della vaporiera aggiungiamo un bicchierino di aceto bianco. Facciamo cuocere per 15/20 minuti. Trascorso questo tempo spegniamo e andiamo a ridurre in pezzetti il polpo.

In una padella capiente con qualche cucchiaio di olio e.v.o. mettiamo a soffriggere la carota, scalogno e coste di sedano tritate fino a che non saranno dorate.

Puliamo i pomodori datterini e tagliandoli a metà, saliamo leggermente e lasciamo a scolare l’acqua di vegetazione. Aggiungiamo in padella una spolverata di peperoncino e a seguire il polpo ridotto a pezzetti e lasciamo andare a fiamma veloce un minuto. Mettiamo anche i datterini precedentemente preparati e sfumiamo con un bicchiere di vino bianco.

Nel frattempo andiamo a cuocere la pasta integrale in abbondante acqua salata. In questo caso, essendo pasta fresca occorreranno solo 5 minuti di cottura.

Aggiungiamo in padella la rucola lavata ed asciugata, appena sarà leggermente appassita, scoliamo la pasta e andiamo ad aggiungerla al condimento saltando il tutto, un paio di minuti.

Poniamo i canneroni integrali rucola polpo pomodorini sul piatto di portata e andiamo a servire con un filo d’olio.

FETTUCCINE INTEGRALI POLPO COZZE POMODORINI

Fettuccine integrali polpo cozze pomodorini è un primo piatto saporito, molto adatto ad essere consumato come piatto unico, sia per un pranzo o una cena a base di pesce.

20160724_133132

per le fettuccine integrali poIpo cozze pomodorini ci occorrono

per le fettuccine (circa 320 gr di pasta)

120 gr di farina integrale

100 gr di farina di grano duro

2 uova

un cucchiaio di olio

un pizzico di sale

per il condimento:

300gr di cozze già pulite

1 polpo piccolo (circa 600 gr) già pulito

1 cipolla

2 spicchi d’aglio (in alternativa aglio in polvere)

2 dl vino bianco secco

peperoncino

olio e.v.o.

prezzemolo

Iniziamo col preparare le fettuccine: mischiamo le farine, facciamo la classica fontana e nel mezzo rompiamo le uova e cominciando ad incorporare alla farina. A questo punto andiamo ad impastare fino a che non otterremo un impasto sodo ed elastico. Facciamo riposare in un contenitore ermetico o avvolta in pellicola trasparente per una mezz’oretta.

Aiutandoci con la sfogliatrice (chi è brava può stendere col mattarello) tiriamo la sfoglia all’incirca dello spessore 2 mm, un pò spessa, ma potremo ridurre ulteriormente lo spessore in base ai nostri gusti. Infariniamo leggermente le sfoglie e lasciamo riposare per qualche minuto in modo che si asciughino un pò e poi procederemo con il taglio.

Trascorso questo tempo passiamo le sfoglie nella macchinetta tagliando e otterremo le fettuccine. Allarghiamo su un vassoio leggermente infarinato e lasciamo asciugare una mezz’oretta.

Dedichiamoci alla preparazione del condimento. Portiamo ebollizione abbondante acqua e uniamo il polpo lasciando lessare 40 minuti con il coperchio. Trascorso questo tempo spegere il fuoco e lasciare intiepidire nel liquido di cottura. Togliamo il polpo sgoccialato e procediamo tagliandolo a pezzetti: dovrà risultare tenero.
Tagliamo dei pomodorini spaccandoli nel mezzo. Tritiamo la cipolla finemente.
Mettiamo a lessare le fettuccine integrali in abbondante acqua salata.
Prepariamo una padella capiente, dove successivamente spadelleremo le fettuccine, e mettiamo a scaldare l’olio con i due spicchi d’aglio leggermente schiacciati e il peperoncino. Appena l’aglio sarà imbiondito togliere e aggiungere la cipolla.
Appena sarà passita uniamo le cozze. Facciamo andare qualche minuto e uniamo anche i pezzi di polpo. Sfumiamo col vino.
Scoliamo le fettuccine integrali e mettiamo a saltare in padella con i pomodorini e qualche cucchiaio di acqua di cottura. Aggiustiamo di sale, togliamo dal fuoco e uniamo il prezzemolo.
Impiattiamo e servite.

 

INSALATA TIEPIDA DI MARE

insalata tiepida di mare è una proposta di abbinamento crostacei legumi in insalata. Versatile può essere servita come antipasto, ma aumentando le dosi potrà essere anche piatto unico fresco e nutriente.

20160516_183827

Ingredienti:
per l’insalata tiepida di mare ci occorrono

250 gr  gamberetti già puliti
un barattolo di ceci precotti
pomodori datterini
rucola
uno spicchio d’aglio
olio extravergine di oliva
alloro rosmarino e prezzemolo

scorza e succo di un limone
sale

procedimento:
Scoliamo i ceci dal liquido di conservazione e sciacquiamo sotto acqua corrente.
Prediamo una padella e aggiungiamo qualche cucchiaio d’olio. Tagliamo l’aglio a metà e priviandolo dell’anima interna. Mettiamo nella padella con l’alloro ed il rosmarino. Facciamo passire l’aglio fino a che non sarà bello rosolato. Aggiungiamo i ceci e facciamo insaporire per 5 minuti. Aggiustiamo di sale e pepe.
Togliamo dal fuoco eliminiamo aglio e aromi trasferiamo il tutto in una fondina di servizio. Mettete a marinare i gamberetti in olio e succo di limone circa 30 minuti.
Laviamo rucola e pomodorini e questi ultimi tagliamoli a spicchi.
Uniamo nel piatto di portata i gamberetti,i ceci, i pomodori e rucola e mescolate. Aggiustate di olio e sale, terminando con un po’ di scorza di limone e prezzemolo. Scaldiamo un minuto in micro a media potenza e il piatto è pronto per essere gustato.

POLPO IN GALERA

Polpo in galera è un piatto tipico dell’Isola d’Elba, molto semplice da preparare, ma richiede una cottura lunga e lenta. In questo modo la carne rimane morbida e il polpo assorbe tutti i profumi. Si dice che il nome del piatto, derivi proprio dal metodo di cottura: il polpo deve infatti rimanere “imprigionato” all’interno della pentola coperta (tanto è vero che in origine venivano messi anche dei pesi sul coperchio per evitare che con il vapore potesse sollevarsi).

ric_polpoingalera

per il polpo in galera ci occorrono:

2 polpi di scoglio piccoli

aglio in polvere

1 scalogno

1 bicchiere di vino bianco

2 limoni

1 mazzetto di prezzemolo

olio evo

olive nere

peperoni grigliati

sale e pepe

Iniziamo a preparare questa ricetta, pulendo bene i polpi, lavandoli e asciugandoli.

Prendete una casseruola mettete qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva e facciamo rosolare lo scalogno e un poco di aglio in polvere…consiglio un cucchiaio di acqua per non far colorare troppo l’aglio. Facciamo rosolare un paio di minuti e aggiungiamo il polpi interi. Aggiungiamo pepe e irroriamo i polpi con il vino bianco.

Copriamo la casseruola con un coperchio e facciamo cuocere per una quarantina di minuti controllando di tanto in tanto la cottura: se dovesse essere necessario aggiungete dell’acqua calda. Trascorso questo tempo uniamo il succo di un limone strizzato e il prezzemolo tritato. Facciamo cuocere per altri 10 minuti.

Togliamo dal fuoco e prepariamo il polpo per essere servito.

Tagliamo i polpi a pezzetti uniamo le olive nere i peperoni grigliati tagliati a listarelle impiattiamo e cospargiamo il tutto con la salsa di cottura e accompagnateli con fettine di limone per guarnire.

Gusterete il polpo cotto nei suoi aromi…del tutto particolare.

INSALATA E GAMBERETTI

Insalata e gamberetti…piatto velocissimo fresco e profumato, accompagnato da petali di carta musica, versatile sia come secondo piatto estivo, sia da antipasto per tutte le occasioni, andiamo a vedere insieme la ricetta

20150722_200548

 

per l’insalata e gamberetti ci occorrono:

300 gr gamberetti surgelati

100 gr insalata

1 pomodoro maturo

1 cetriolo

succo di limone

olio evo

salsa di soia

origano

prezzemolo

aglio

sale

pepe

carta musica

limone a spicchi a decorazione

L’esecuzione è semplice e veloce, prendiamo una ciotola e prepariamo la marinatura per il gamberetti. Poniamo un cucchiaio da cucina di salsa di soia, due cucchiai di succo di limone due cucchiai di olio d’oliva. In questa salsa mettiamo a marinare i gamberetti insaporendo con l’aglio un pizzico di sale e pepe. Mescoliamo bene e mettiamo in frigo per almeno un’ora. (piu sarà il tempo di marinatura piu sapore avranno i gamberetti)

Prepariamo le verdure: tagliamo il pomodoro e mettiamolo in un piatto con un pò di sale e origano. Laviamo l’insalata e asciughiamola e puliamo dalla buccia e dai sementi interni il cetriolo.

Trascorso il tempo di marinatura andiamo ad impiattare.

Facciamo un letto di insalata e sopra poniamo il cetriolo a fette.Mettiamo un cucchiaino di olio e un pizzico di sale. Poniamo sopra una parte di gamberetti e il pomodoro tagliato a dadini e a finire ancora gamberetti, Irroriamo col succo della marinata e decoriamo con una bella manciata di prezzemolo tritato due spicchi di limone e dei petali di carta musica a lato.

INSALATA DI MERLUZZO AL VAPORE

Insalata di merluzzo al vapore con verdure è un secondo piatto leggero e nutriente, che prevede che i filetti di merluzzo e le verdure vengano cotti al vapore e successivamente sminuzzati e uniti alle verdure prezzemolo all’aglio e ai capperi, è adatto a tutti grandi e piccini.

 

20150424_201951

 

Per fare l’insalata di merluzzo al vapore con verdure ci occorrono:

una confezione di filetti di merluzzo (circa 400 gr)

1 peperone giallo

2 zucchine

2 pomodori

1 carota

una manciata di piselli

olive nere

aglio

olio e.v.o.

sale e peperoncino q.b.

Andiamo a cuocere tutti i nostri ingredienti nella vaporiera che cuocerà i nostri alimenti in modo sano e leggero. (in alternativa in mancanza della vaporiera, potete lessare.)

Andiamo a cuocere le verdure. Laviamo il peperone puliamolo dai filamenti interni e mettiamo in un cestello assieme la carota. In quello superiore mettiamo gli zucchini anch’essi lavati e puliti dalle calotte alle estremità e i piselli. Vedrete che gli zucchini coi piselli saranno pronti prima degli altri, quindi togliete e tenete da parte, continuando la cottura del peperone e carota. Una volta cotte tutte le verdure andiamo a tagliarle a cubetti o come meglio preferite e mettiamole in una ciotola assieme al pomodoro tagliato e sgocciolato dall’acqua di vegetazione e le olive nere denocciolate. Aggiungiamo un po di olio e lasciamo riposare.

Cuociamo a vapore anche i filetti di merluzzo.Lasciamoli raffreddare, con l’aiuto di una forchetta sfaldiamoli e aggiugiamoli alle verdure. Mettiamo un poco di aglio in polvere del peperoncino, del prezzemolo tritato e aggiustiamo di sale. Lasciamo insaporire almeno una mezz’oretta prima di gustare.

STRUDEL SALMONE E PEPERONI

Strudel salmone e peperoni è un secondo piatto raffinato con verdure miste che arricchiscono il pesce che è racchiuso in un guscio di pasta sfoglia.Questo piatto si ottiene con il salmone fresco che andrà poi farcito con filetti di peperone, carote e cipolle e avvolta in un involucro gustoso ed aromatico di pasta sfoglia

ricette_strudelsamonepeperoni

 

Per il salmone ai peperoni ci occorrono;

400 gr di salmone (meglio se in un pezzo solo)

1 carota

2 peperone rosso

1 cipolla bianca

cuori di carciofo

sale e pepe q.b.

3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

300 gr pasta sfoglia

Iniziamo con pulire le verdure, tagliamo le cipolle a rondelle sottili e carote e peperone a bastoncini sottili, mentre i cuori di carciofo spacchiamoli in quattro. Prendiamo una capiente padella e facciamo scaldare l’olio, uniamo le verdure aggiustiamo di sale e pepe e facciamo stufare a fuoco dolce per 5-6 minuti.

Stendiamo la pasta sfoglia dando una forma rettangolare.Poniamo sul lato basso della sfoglia il salmone lasciando un paio di centimetri vuoti. Aggiungiamo al pesce le nostre verdure i già preprate in precedenza con i peperoni e i cuori di carciofo, cospargiamo il tutto di prezzemolo e avvolgiamo il salmone e le verdure con il resto della pasta sfoglia. Con i rebbi di una forchetta sigilliamo le estremità. Spennelliamo la superficie con olio ed inforniamo a 180 gradi per 15 minuti circa o fin quando la superficie sarà ben dorata.

Sforniamo lo strudel salato e lasciamo leggermente raffreddare per poter fare le fette da dare ai commensali. Serviamolo accompagnandolo con patate arrosto o una ricca insalata mista.

CARPACCIO SALMONE E BUFALA

Carpaccio salmone e bufala all’arancia è un piatto appetitoso buonissimo anche in inverno, una preparazione a freddo e per una volta tanto senza accendere i fornelli…

20141224_203150

 

200 gr salmone affumicato

300 gr songino

1 mozzarella di bufala circa 250 gr

2 arance

olio

pepe

Preparazione: Prendiamo le 2 arance e grattugiamo un po la buccia tenendola da parte per la guarnizione finale. Spremiamo le due arance e con il succo andiamo a marinare il salmone. Trascorso un paio d’ore dalla marinatura cominciamo l’ esecuzione del piatto. Laviamo ed asciughiamo bene il songino e disponiamo sul piatto, sarà il letto sul quale disporremo le fette del salmone marinato. Sgoccioliamo il salmone dalla marinatura e disponiamo sul letto di songino. Filtriamo la marinatura ed in parte andiamo a versare a condimento. Tagliamo la burrata e adagiamola sul pesce. Condiamo con olio d’oliva e se gradite un poco di pepe.