Crea sito

PIZZA FURBA AL PESTO DI RUCOLA E FUNGHI

Pizza furba al pesto di rucola e funghi …vi chiederete perchè furba? In realtà è una frittata travestita da pizza, quindi low carb. Un’altra cosa è che la cuoceremo in padella e quindi eviteremo il forno che nei giorni d’estate non è il migliore alleato. La base potrà essere sempre la solita, ma poi potremo sbizzarirci in tutte le farciture possibili ed immaginabili.

20160719_203417

per la pizza furba al pesto di rucola e funghi ci occorrono

per la base:

250 ml albume

2 cucchiai di formaggio cremoso

80 gr farina

pizzico di sale

1 cucchiaino di lievito istantaneo per salati

per la farcitura:

pesto di rucola

funghi champignons

mozzarella

Prepariamo l’impasto versando l’albume dentro la ciotola. Sbattiamo con una frusta leggermente incorporando i due cucchiai di formaggio. Aggiungiamo anche la farina un po’ alla volta di modo che non faccia grumi, il sale ed infine il cucchiaino di levito istantaneo. Avremo ottenuto una pastella piuttosto morbida. Con un filo d’olio ungiamo una padella (io ho usato un diametro 27)  e con l’aiuto di uno scottex spalmiamo su tutto il fondo e togliamo l’ecceso. Mettiamo la padella a scaldare a fuoco medio e appena sarà calda versiamo la pastella ottenuta precedentemente. Dopo un minuto abbassiamo un pochino il fuoco e copriamo con un coperchio. Appena la pizza avrà preso consistenza, giriamola e sul lato già cotto andiamo a cominciare la farcitura.

Mettiamo il pesto di rucola e i funghi champignons e copriamo nuovamente la pizza. Controlliamo la cottura alzando un pochino la pizza che dovrà essere bella dorata.

Ultimiamo con la mozzarella e spengiamo il fuoco e ricopriamo. Dopo un minuti la mozzarella sarà fusa e la nostra pizza furba pronta per essere gustata.

 

 

 

INSALATA TIEPIDA DI MARE

insalata tiepida di mare è una proposta di abbinamento crostacei legumi in insalata. Versatile può essere servita come antipasto, ma aumentando le dosi potrà essere anche piatto unico fresco e nutriente.

20160516_183827

Ingredienti:
per l’insalata tiepida di mare ci occorrono

250 gr  gamberetti già puliti
un barattolo di ceci precotti
pomodori datterini
rucola
uno spicchio d’aglio
olio extravergine di oliva
alloro rosmarino e prezzemolo

scorza e succo di un limone
sale

procedimento:
Scoliamo i ceci dal liquido di conservazione e sciacquiamo sotto acqua corrente.
Prediamo una padella e aggiungiamo qualche cucchiaio d’olio. Tagliamo l’aglio a metà e priviandolo dell’anima interna. Mettiamo nella padella con l’alloro ed il rosmarino. Facciamo passire l’aglio fino a che non sarà bello rosolato. Aggiungiamo i ceci e facciamo insaporire per 5 minuti. Aggiustiamo di sale e pepe.
Togliamo dal fuoco eliminiamo aglio e aromi trasferiamo il tutto in una fondina di servizio. Mettete a marinare i gamberetti in olio e succo di limone circa 30 minuti.
Laviamo rucola e pomodorini e questi ultimi tagliamoli a spicchi.
Uniamo nel piatto di portata i gamberetti,i ceci, i pomodori e rucola e mescolate. Aggiustate di olio e sale, terminando con un po’ di scorza di limone e prezzemolo. Scaldiamo un minuto in micro a media potenza e il piatto è pronto per essere gustato.

PANMOLLE AL CARBONE

Panmolle al carbone…un classico rivisitato, a Prato il panmolle è la panzanella per il resto d’italia. In questa versione proprio per riciclare alcune fette di pane al carbone e una manciata di verdure dell’orto , ecco la versione che differenzia solo dalla visibilità cromatica.

 

PicsArt_1467635775790[1]

per il panmolle al carbone ci occorrono

400 pane al carbone raffermo

700 gr acqua

2 foglie di alloro

1/2 bicchiere di aceto

1 cipolla rossa

1 gambo di sedano
1 cetriolo
4 pomodori datterini

qualche foglia di basilico 

olio extravergine d’oliva (EVO)

sale e pepe

Prendiamo una ciotola grande riempiamola con l’acqua, l’aceto, l’alloro e una presa di sale. Con un cucchiaio giriamo bene di modo che il sale si sciolga del tutto. Lasciamo insaporire per un’ora circa, girando ogni tanto.

Nel frattempo puliamo tutte le verdure cetriolo sedano e pomodori e tagliamoli a pezzetti ponendoli in una terrina e condiamo con olio, sale e aceto. La cipolla invece dopo averla pulita la tagliamo a rondelle e mettiamo a rinvenire in acqua e aceto.

Prendiamo 4 fette di pane (se la crosta fosse troppo dura eliminiamo qualche parte) e mettiamole in ammollo nell’acqua aromatizzata e quando saranno inzuppate bene, scoliamole dall’acqua strizzandole un pochino.

Adagiamo il pane che andremo a sbriciolare grossolanamente sopra un vassoio e condiamolo con le verdure a pezzetti, la cipolla scolata dall’acqua, qualche foglia di basilico, l’olio e aggiustiamo di sale e pepe.

Se vi piace potete aggiungere della ricotta che ammorbidirà il gusto delle verdure.