Crea sito

PIZZA IN TEGLIA A LIEVITAZIONE LENTA

Questo periodo di “quarantena” ce lo ricorderemo tutti…tra l’altro su tutti i miei contatti spopolano le foto di pane e pizza fatta in casa…come potevo esimermi e quindi anche io ho la mia ricetta di pizza in teglia a lievitazione lenta alta e morbida ma nel contempo croccoìante.. in più con questo metodo diventa molto più digeribile…il tempo non ci manca

per la pizza in teglia a lievitazione lenta ci occorrono:

350 gr farina 00

250 gr farina integrale

400 ml acqua a temperatura ambiente

40 ml olio extravergine di oliva

10 gr sale fino

10 gr zucchero

7 gr lievito di birra fresco (1/4 di un panetto)

una ciotola capiente richiudibile con coperchio

Per preparare questo impasto ho scelto di utilizzare l’impastatrice utilizzando il gancio a velocità medio bassa. Cominciamo sbriciolando il lievito in un poco d’acqua a temperatura tiepida (circa 50 ml del totale che andremo ad usare) con un cucchiaino di zucchero ed un cucchiaio di farina e mescoliamo il tutto per bene. Copriamo con un poco di pellicola per alimenti e attendiamo che formi la classica schiumetta.  Proseguiamo versando le farine nel boccale dell’impastatrice. Aggiungiamo anche il sale e mescoliamo bene di modo che si incorpori alle farine. Versiamo l’acqua un po’ alla volta e azioniamo l’impastatrice . Quando avremo versato la metà del liquido, aggiungiamo il composto con il lievito e l’olio e continuiamo ad impastare, finiamo di aggiungere l’acqua rimasta.

Quando avremo ottenuto un impasto “incordato”

trasferiamolo su di un ripiano leggermente infarinato e modelliamo il panetto. Lasciamo riposare sul piano di lavoro per una decina di minuti coprendolo con la ciotola . Una volta riposato facciamo le pieghe immaginiamo di divederla in 4 parti, prendiamo l’estremità di ognuna, tiriamo delicatamente e ripiegatela verso il centro, giriamo a dorso in giù, infine ridiamo la forma sferica.

Trasferiamo l’impasto così formato in una ciotola spolverata con della farina , coprite con il coperchio e lasciamo maturare in frigorifero per 8-12 ore. Ricordatevi di tirare fuori l’impasto circa 2 ore prima della cottura cosi da far acclimatare l’impasto e poi proseguire come da ricetta. Prendiamo l’impasto dalla ciotola e trasferiamo sulla spianatoia le torniamo a dare una piega all’impasto, poi capovolgiamoloe e procediamo con la pirlatura girando l’impasto con le mani sul ripiano di lavoro portandolo verso di voi e poi allontanandolo ripetutamente fino ad ottenere una sfera liscia e regolare. Lasciamo riposare per un’ora.

Preriscadate il forno a 220° .Trascorso questo tempo dividiamo l’impasto in tre parti e andiamo a tirare nelle una teglia ben oleate e lasciamo lievitare per una mezz’oretta, Condite le vostre pizze in teglia a piacimento. e cuocete in forno per circa 20 minuti in forno statico. Ricordatevi…la mozzarella va aggiunta negli ultimi tre minuti della cottura, deve solo sciogliere!

pizza in teglia prosciutto e funghi

PIZZA DI SCAROLA

Pizza di scarola, si dice sia uno dei piatti tipici della tradizione gastronomica partenopea, una variante della pizza ripiena dove l’ingrediente principale del ripieno è la scarola stufata, con uva passa, pinoli, olio extravergine, acciughe e pochi altri ingredienti. Avendola preparata per la cena di san valentino la forma è a cuore…la ricetta che andiamo a provare è di A. Cannavacciuolo

pizza di scarola

ingredienti per l’impasto:
600 gr farina 00
150 ml acqua
150 ml latte
100 gr strutto
15 gr lievito di birra
15 gr sale
per guarnizione semi di sesamo

Ingredienti per il ripieno:
2 cespi di scarola
15 gr acciughe sottolio
10 gr uvetta sultanina
20 gr pinoli
1 uovo
uno spicchio d’aglio
olio e.v.o.
sale q.b.

Per l’impasto della pizza all’olio sciogliere il lievito di birra in un poco di acqua tiepida. Nel frattempo in un’impastatrice montare il gancio e lavorare la farina con il latte e il resto dell’acqua, unire a filo l’olio e in ultimo l’acqua con il lievito sciolto e alla fine anche il sale. Quando il composto diventa uniforme formare una palla e farla lievitare per circa 2 ore a temperatura ambiente coperta da un canovaccio.

Nel frattempo lavare la scarola, tagliarla a striscioline e una volta ben asciugata, fare soffriggere in padella con un filo di olio e lo spicchio d’aglio privato dell’anima; quando l’aglio è dorato toglierlo e unire invece le acciughe facendole cuocere fino a che non si disfano. A questo punto aggiungere l’uvetta sultanina precedentemente ammollata in acqua fredda, i pinoli, sale pepe. Far cuocere per circa 5 minuti, scolando poi l’acqua in eccesso.

Riprendere l’impasto della pizza all’olio, dividerlo in due parti e stenderle formando due dischi; in questo caso gli ho modellati a cuore con l’aiuto di uno stampo leggermente unto, rivestendo con il primo disco di pasta il fondo, bucherellare con una forchetta e farcirlo con il sugo di scarola, coprire poi con l’altro disco sempre bucherellandolo; spennellare questa pizza di scarola con l’uovo leggermente sbattuto con un goccio di latte , salare e decorare con i semi di sesamo.

A questo punto fare cuocere in forno a 180° preriscaldato per circa 25-30 minuti o comunque fino a che la superficie non risulta dorata e croccante.

pizza di scarola


COLOMBA SALATA

Colomba salata è un rustico farcito con mortadella, verdure e formaggio, ideale per la scampagnata di pasquetta. Essendo la prima volta che mi cimentavo nella colomba salata ho preso spunto da alcune ricette su internet e questa è la ricetta:

per la colomba salata ci occorrono:

300 gr farina

200 gr farina integrale

3 uova

200 ml latte

1 bicchiere d’olio

200 gr mortadella a cubetti

200 gr emmenthal

2 zucchini

2 pomodori

olive nere

1 cubetto di lievito

mandorle a lamelle

burro

pan grattato

Puliamo le verdure e riduciamo sia gli zucchini che i pomodori a cubetti. Facciamo saltare in padella con un poco d’olio, sale e origano. Quando la verdura apparirà asciutta, togliamo dal fuoco e teniamo da parte. Le olive nere denocciolate e tagliate a metà. Prepariamo anche il formaggio a cubetti e la mortadella, sempre a cubetti.

Sciogliamo il lievito in un poco di acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero che aumenterà la lievitazione.

In una ciotola mettiamo le farine e mescolando aggiungiamo le uova. Sempre mescolando incorporiamo l’olio ed il latte. Aggiungiamo il lievito mescolando bene. L’impasto risulterà morbido.

Andiamo ad incorporare anche la mortadella, le verdure ed il formaggio facendo si che venga distribuito in modo omogeneo.

Versiamo l’impasto nella tortiera o nella forma di colomba, che avremo precedentemente imburrato e cosparso con il pan grattato. Lasciamo lievitare per almeno 3 ore.

Spennellate la colomba con un poco di olio e mettete le mandorle e andiamo ad infornare a 180° per circa 45 minuti. (per il tempo di cottura, siccome da forno a forno varia, affidatevi dalla prova stecchino…dovrà ritornare asciutto.)

Sfornate la colomba salata e lasciate raffreddare. Consumatela a fette.

 

PANE ALLE CRUSCHE

Pane alle crusche, è un mio primo esperimento del pane fatto in casa, grazie alla macchina del pane regalata al mio compagno…il pane ha una crosta croccante e l’interno morbido e asciutto..buonissimo, andiamo a vedere insieme la ricetta

20160413_180842

per il pane alle crusche ci occorrono:

50 gr crusca di grano

100 gr crusca di avena

50 gr maizena

150 gr farina 0

15 gr latte scremato in polvere

2 cm di lievito madre secco

350 ml acqua

2 cm olio d’oliva

1 cc di sale

1 cm zucchero di canna

Mettiamo nel cestello della macchina del pane i liquidi acqua olio zucchero e sale. In una terrina mescoliamo le farine e il latte in polvere e il lievito madre secco. Uniamo gli ingredienti in polvere agli ingredienti liquidi.

La macchina del pane è un moulinex programma 6 durata 3 ore 6 minuti. Impasta lievita e cuoce.

Potrete sicuramente effettuare la preparazione anche a mano senza aiuto della macchina. Impastando tutto, per una decina di minuti, fino a che non otterrete un impasto compatto.Trasferiamo l’impasto su di un piano da lavoro infarinato e impastiamo ancora con entrambe le mani fino a quando l’impasto risulterà liscio ed elastico.

Diamo la forma di una palla allungata così da avere poi un filone. Mettiamo in una ciotola infarinata, copritela con la pellicola e lasciamo lievitare per circa due ore nel forno chiuso.

Trascorso questo tempo la pasta per il pane avrà nuovamente raddoppiato il suo volume e sarà pronta per essere infornata in forno statico già caldo a 200 gradi, per circa 45-50 minuti. Sfornate la pagnotta quando sarà ben dorata.

Il risultato ottenuto è quello che vedete in foto

20160413_180824

Assaggiatelo con un filo di stracchino e salmone…è ottimo!

 

SCHIACCIATA MORBIDA INTEGRALE

Schiacciata morbida integrale, un’ impasto morbido una valida alternativa alla focaccia bianca, ottima da sola ma anche farcita con quello che più vi piace…

20150418_203108

per la schiacciata morbida integrale ci occorrono:

400 gr farina integrale (io ho usato quella marchio conad, che non ha                                                 bisongo di aggiunte con farina bianca)

300 ml acqua tiepida

8 gr lievito secco

10 gr zucchero

30 gr olio d’oliva (più quello per ungere la teglia)

5 gr di sale fino

sale grosso q.b.

Prendiamo una terrina capiente e poniamoci la farina integrale mescoliamo bene il sale e sempre mescolando aggiungiamo lo zucchero e il lievito secco. Prediamo l’acqua tiepida e iniziamo a versare poco per volta iniziando ad impastare,  e sempre mescolando aggiungiamo a filo l’olio e l’altra acqua riuscendo ad ottenere un’impasto abbastanza morbido ma manovrabile. Lasciate a lievitare una prima volta, comprendo con un canovaccio inumidito la terrina. Trascorso un’oretta, quando l’impasto sarà gonfiato, trasferiamo il tutto in una teglia oleata e impastiamo stendendo tirando bene con le mani di modo che riempa tutta la teglia e lasciamo lievitare ancora per un’altra ora. Trascorso questo tempo ungiamo leggermente la schiacciata facciamo i buchi con le dita e mettiamo il sale grosso.
Accendiamo il forno a 230° solo sotto; una volta caldo, inforniamo e lasciamo cuocere finché la focaccia non sarà diventata dorata.

Lasciatela raffreddare leggermente su una griglia…e gustatela…Pronta!

CHIOCCIOLE INTEGRALI

Chiocciole integrali, morbidi e soffici con uvetta e miele, ideali per la colazione…

20140406_112017

per fare le chiocciole integrali ci occorrono:

250 gr farina integrale

150 gr farina manitoba

1 bustina di “mastrofornaio”

3 uova

100 gr formaggio cremoso

100 gr zucchero di canna

200 ml latte

miele uvetta q.b.

Iniziamo sciogliendo il lievito nel latte tiepido.In una terrina andiamo a mettere tre cucchiai di farina, un cucchiaio di miele e stemperando aggiungiamo il latte con il lievito.Lasciamo riposare per mezzora coperto con una pellicola.
In un’ampia ciotola mettiamo le farine ,il restante zucchero.A questo punto facciamo un buco al centro e mettiamo il lievitino.Iniziamo ad impastare per far assorbire le farine, dopodichè andiamo ad aggiungere le uova incorporandole uno alla volta. Trasferiamo l’impasto sulla spianatoia e impastiamo fino a quando la pasta è bella liscia.Mettiamo l’impasto in una ciotola, facciamo una croce al centro, e andiamo a coprire con la pellicola e facciamo lievitare nel forno precedentemente riscaldato spento con una ciotola piena d’acqua tiepida in fondo, per 2 ore o fino al raddoppio.Suddividiamo l’impasto in otto palline dello stesso peso.Con l’aiuto del matterello stendiamo 8 sfogliette. Adagiare su un piano la prima sfoglia e spennelliamo con il philadelphia, cospargere un pò di zucchero di canna e sovrapporre la seconda sfoglietta, e spennelliamo con il formaggio cremoso, poi un pò di zucchero e ancora un’altra sfoglietta, e continuiamo così fino ad esaurimento delle sfogliette, sull’ottava sfoglia, l’ultima, non andrà messo nè burro nè zucchero.
Con il mattarello spianiamo le sfogliette sovrapposte fino ad ottenere un’unica sfoglia di circa mezzo cm. di spessore. Mettiamo sulla superficie il miele e l’uvetta precedentemente messa a rinvenire in acqua tiepida scolata e strizzata. Arrotoliamo la sfoglia su se stessa e andiamo a porzionare per ottenere le chiocciole all’incirca in larghezza di 3 cm..Posizioniamo le chiocciole ottenute su una teglia da forno ricoperta di carta forno, e facciamo lievitare ancora per 1 ora, devono lievitare fino al raddoppio. Trascorso questo tempo andiamo ad in fornare a 180° per circa 20 minuti.

PIZZA COTTO E FUNGHI

Pizza cotto e funghi. Oggi prepariamo un’altra pizza fra le più amate e richieste.A noi piace molto e qui di seguito la mia ricetta.

20140309_200402

 

per fare la pizza cotto e funghi ci occorrono:

300 g di farina per pizza (io uso la tre mulini)
15 g di lievito
4 cucchiai di olio
8 g di sale
8 g di zucchero
200 ml acqua (o quanta ne assorbe la farina..)
250 gr passata di pomodoro
250 gr mozzarella
200 gr funghi champignon
150 gr prosciutto cotto
origano
sale, olio
Cominciamo preparando il lievitino. Prendiamo una ciotolina con 4 cucchiai di farina mettiamo il lievito secco e lo zucchero mescoliamo e aggiungiamo 100 ml di acqua tiepida. Copriamo la ciotolina con la pellicola alimentare e lasciamo riposare 30 minuti.
Trascorso questo tempo in un’altra ciotola capiente mettiamo la farina rimasta con il sale e mescoliamo bene in modo che non venga a contatto diretto col lievito. Al centro mettiamo il lievitino e cominciamo ad impastare. Continuiamo aggiungendo l’acqua e l’olio e impastiamo ancora per 10 munti fino a che non otterremo un impasto liscio e elastico. Facciamo una croce con una lama copriamo bene e mettiamo a lievitare in un posto riparato da correnti. (considerate che l’impasto deve lievitare in un ambiente di almeno 30 gradi, che in estate non è un problema ma se è inverno riscaldate il forno a 50 ° e una volta spento ponete l’impasto dentro con una ciotola di acqua…vedrete che risultato)Una volta raddoppiato l’impasto (calcolate circa 3 ore perchè l’incidenza del lievito è piuttosto bassa ) ungiamoci le mani e in una teglia leggermente unta andiamo a stendere la pasta con le mani. Lasciamo riposare un’altra mezzora (vederete che la pasta farà come delle piccole bolle..) procediamo farcendo la pizza cotto e funghi. Prendiamo la passata di pomodoro aggiungiamo un paio di cucchiai d’olio e.v.o. e l’origano sale. Con un cucchiaio stendiamo il pomodoro lasciando libero circa mezzo centimetro a cornice.Aggiungiamo il prosciutto cotto spezzando un pò le fette e distribuiamole in modo omogeneo sulla pizza. Puliamo i funghi dalla loro radice e passiamoli con un canovaccio umido per togliere i residui di terra. Affettiamoli fini e mettiamoli sulla pizza. Poniamo in forno a 250° per 10/12 minuti. Trascorso questo tempo togliamo dal forno per aggiungere la mozzarella (io precedentemente la passo nella grattugia a fori larghi).Rimettiamo in forno fino a che la mozzarella non è sciolta…La pizza cotto e funghi è pronta per essere gustata!!

 

PANZEROTTI DI SAN VALENTINO

Panzerotti di san Valentino, in questa forma sono adatti alla ricorrenza, ma vanno bene in qualsiasi momento sono un antipasto gustoso, che può diventare anche un secondo accompagnato da salumi formaggi e sottoli.

20140214_190644

 

per fare i panzerotti di san valentino ci occorono:

100 gr manitoba

400 gr farina integrale (io ho usato la spadoni farro saraceno e integrale)

1 uovo

100 gr strutto

250 ml acqua

zucchero

1 bustina lievito essiccato (tipo mastrofornaio)

sale

prosciutto cotto

mozzarella

olio per friggere

Iniziamo preparando il lievitino. In una ciotola mettiamo la manitoba con due cucchiai di zucchero il lievito essiccato e versiamo mescolando 150 ml di acqua tiepida. Copriamo con una pellicola e lasciamo riposare mezz’ora.

Prendiamo una ciotola piu capiente e mettiamo la farina intergrale qualche presa di sale e mescoliamo bene in modo che non entri direttamente a contatto con il lievito. Aggiungiamo il lievitino mescoliamo mettiamo lo strutto e l’uovo e cominciamo ad impastare aggiungendo anche la restante acqua. Io di solito mi ungo bene le mani di modo che l’impasto non mi attaccherà alle mani. Otterremo un impasto morbido e elastico. Copriamo anche questo con la pellicola e lasciamo lievitare per 1 ora. Riprendiamo l’impasto e lo tiriamo in modo da ottenere una sfoglia di 1 cm. Con l’aiuto di un coppasta in questo caso a forma di cuore ritagliamo tanti pezzi, in numero pari, ed andiamo a formare i panzerotti. Prendiamo un cuore mettiamo al centro il prosciutto cotto e la mozzarella (io vi consiglio di triturare un pò sia il prosciutto che la mozzarella)  e richiediamo con un’ altro cuore. Pressiamo bene lungo il bordo di modo che non fuoriesca nella frittura. Una volta andati a esaurimento mettiamoli a lievitare un’altra ora.

20140214_190613

Prepariamo l’olio per la frittura e quando sarà caldo iniziamo a friggere i panzerotti. Vedrete che nella frittura gonfieranno e verranno belli cicciotti…Mettete a scolare dall’olio su carta assorbente salateli. Servite ancora caldi..quando aprirete il “cuore” sarà bello filante

 

 

 

 

PIZZA MARGHERITA

Pizza margherita, tra le pizze, la margherita è quella più amata, specialmente dai bambini, incontra anche i palati più difficili, a patto che gli ingredienti siano di ottima qualità.

20140202_201750

 

per fare la pizza margherita ci occorre:

300 g di farina per pizza (io uso la tre mulini)
15 g di lievito
4 cucchiai di olio
8 g di sale
8 g di zucchero
200 ml acqua (o quanta ne assorbe la farina..)
250 gr passata di pomodoro
350 gr mozzarella
origano
sale, olio
Cominciamo preparando il lievitino. Prendiamo una ciotolina con 4 cucchiai di farina mettiamo il lievito secco e lo zucchero mescoliamo e aggiungiamo 100 ml di acqua tiepida. Copriamo la ciotolina con la pellicola alimentare e lasciamo riposare 30 minuti.
Trascorso questo tempo in un’altra ciotola capiente mettiamo la farina rimasta con il sale e mescoliamo bene in modo che non venga a contatto diretto col lievito. Al centro mettiamo il lievitino e cominciamo ad impastare. Continuiamo aggiungendo l’acqua e l’olio e impastiamo ancora per 10 munti fino a che non otterremo un impasto liscio e elastico. Facciamo una croce con una lama copriamo bene e mettiamo a lievitare in un posto riparato da correnti. (considerate che l’impasto deve lievitare in un ambiente di almeno 30 gradi, che in estate non è un problema ma se è inverno riscaldate il forno a 50 ° e una volta spento ponete l’impasto dentro con una ciotola di acqua…vedrete che risultato)

Una volta raddoppiato l’impasto (calcolate circa 3 ore perchè l’incidenza del lievito è piuttosto bassa ) ungiamoci le mani e in una teglia leggermente unta andiamo a stendere la pasta con le mani. Lasciamo riposare un’altra mezzora (vederete che la pasta farà come delle piccole bolle..) Andiamo a farcire la pizza margherita. Prendiamo la passata di pomodoro aggiungiamo un paio di cucchiai d olio e l’origano sale. Con un cucchiaio stendiamo il pomodoro lasciando libero circa mezzo centimetro a cornice.. Poniamo in forno a 250° per 10/12 minuti. Mettiamo la mozzarella (io precedentemente la passo nella grattugia a fori larghi) che deve essere in quantità generosa..deve filare..Rimettiamo in forno fino a che la mozzarella non è sciolta…Gustatevi la pizza margherita (anche con le mani)

 

20140202_202401

PIZZA NAPOLETANA

Pizza napoletana ovvero acciughe capperi e olive, rigorosamente senza mozzarella. Posto questa pizza saporita perchè mi ricorda che da ragazzina il bar vicino a casa mia la vendeva a pezzi…

20140104_202808

per fare la pizza napoletana ci occorrono:

300 g di farina per pizza (io uso la tre mulini)
15 g di lievito
4 cucchiai di olio
8 g di sale
8 g di zucchero
200 ml acqua (o quanta ne assorbe la farina..)
250 gr passata di pomodoro
acciughe salate
1 manciata di capperi
70 g di olive
origano
sale, olio
Cominciamo preparando il lievitino. Prendiamo una ciotolina con 4 cucchiai di farina mettiamo il lievito secco e lo zucchero mescoliamo e aggiungiamo 100 ml di acqua tiepida. Copriamo la ciotolina con la pellicola alimentare e lasciamo riposare 30 minuti.
Trascorso questo tempo in un’altra ciotola capiente mettiamo la farina rimasta con il sale e mescoliamo bene in modo che non venga a contatto diretto col lievito. Al centro mettiamo il lievitino e cominciamo ad impastare. Continuiamo aggiungendo l’acqua e l’olio e impastiamo ancora per 10 munti fino a che non otterremo un impasto liscio e elastico. Facciamo una croce con una lama copriamo bene e mettiamo a lievitare in un posto riparato da correnti. (considerate che l’impasto deve lievitare in un ambiente di almeno 30 gradi, che in estate non è un problema ma se è inverno riscaldate il forno a 50 ° e una volta spento ponete l’impasto dentro con una ciotola di acqua…vedrete che risultato)
pizzapasta
Una volta raddoppiato l’impasto (calcolate circa 3 ore perchè l’incidenza del lievito è piuttosto bassa ) ungiamoci le mani e in una teglia leggermente unta andiamo a stendere la pasta con le mani. Lasciamo riposare un’altra mezzora (vederete che la pasta farà come delle piccole bolle..) Andiamo a farcire la pizza napoletana. Prendiamo la passata di pomodoro aggiungiamo un paio di cucchiai d olio e l’origano sale. Con un cucchiaio stendiamo il pomodoro lasciando libero circa mezzo centimetro a cornice. Mettiamo le acciughe, i capperi e le olive, io preferisco le nere, snocciolate. Poniamo in forno a 250° per 10/12 minuti.
Gustate la pizza napoletana!!!