Crea sito

PANZEROTTI DI SAN VALENTINO

Panzerotti di san Valentino, in questa forma sono adatti alla ricorrenza, ma vanno bene in qualsiasi momento sono un antipasto gustoso, che può diventare anche un secondo accompagnato da salumi formaggi e sottoli.

20140214_190644

 

per fare i panzerotti di san valentino ci occorono:

100 gr manitoba

400 gr farina integrale (io ho usato la spadoni farro saraceno e integrale)

1 uovo

100 gr strutto

250 ml acqua

zucchero

1 bustina lievito essiccato (tipo mastrofornaio)

sale

prosciutto cotto

mozzarella

olio per friggere

Iniziamo preparando il lievitino. In una ciotola mettiamo la manitoba con due cucchiai di zucchero il lievito essiccato e versiamo mescolando 150 ml di acqua tiepida. Copriamo con una pellicola e lasciamo riposare mezz’ora.

Prendiamo una ciotola piu capiente e mettiamo la farina intergrale qualche presa di sale e mescoliamo bene in modo che non entri direttamente a contatto con il lievito. Aggiungiamo il lievitino mescoliamo mettiamo lo strutto e l’uovo e cominciamo ad impastare aggiungendo anche la restante acqua. Io di solito mi ungo bene le mani di modo che l’impasto non mi attaccherà alle mani. Otterremo un impasto morbido e elastico. Copriamo anche questo con la pellicola e lasciamo lievitare per 1 ora. Riprendiamo l’impasto e lo tiriamo in modo da ottenere una sfoglia di 1 cm. Con l’aiuto di un coppasta in questo caso a forma di cuore ritagliamo tanti pezzi, in numero pari, ed andiamo a formare i panzerotti. Prendiamo un cuore mettiamo al centro il prosciutto cotto e la mozzarella (io vi consiglio di triturare un pò sia il prosciutto che la mozzarella)  e richiediamo con un’ altro cuore. Pressiamo bene lungo il bordo di modo che non fuoriesca nella frittura. Una volta andati a esaurimento mettiamoli a lievitare un’altra ora.

20140214_190613

Prepariamo l’olio per la frittura e quando sarà caldo iniziamo a friggere i panzerotti. Vedrete che nella frittura gonfieranno e verranno belli cicciotti…Mettete a scolare dall’olio su carta assorbente salateli. Servite ancora caldi..quando aprirete il “cuore” sarà bello filante

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email