MACCHERONCINI COZZE CECI CREMA DI PEPERONI

Maccheroncini cozze ceci crema di peperoni è un primo piatto estivo e saporito grazie ai peperoni verdura versatile da gustare ripiena e come contorno. Per questo piatto abbiamo lessato i peperoni e frullati in modo da ottenere questa gustosa cremina che ben si sposa con gli altri due ingredienti.

per i maccheroncini cozze ceci crema di peperoncini ci occorrono:

(dosi per 4 persone)

350 gr maccheroncini integrali

150 gr ceci già lessati e sgocciolati

300 gr cozze sgusciate

aglio e peperoncino

prezzemolo

olio evo

per la crema ai peperoni:

3 peperoni

1 cipolla grande

2 cucchiai di farina

sale

olio evo

acqua

Iniziamo questa ricetta preparando la crema ai peperoni (la potete preparare anche il giorno prima).

In una padella capiente mettiamo qualche cucchiaio di olio evo. Mettiamo a rosolare la cipolla tritata finemente. Puliamo i peperoni e riduciamoli a piccoli pezzi. Aggiungiamoli alla cipolla e lasciamo andare almeno mezz’ora. Versiamo anche un pochino d’acqua. I peperoni cuocendo si ammorbidiranno e cominceranno a fare una cremina. A fine cottura aggiungiamo 2 cucchiai di farina e continuiamo a mescolare per 5 minuti. Togliamo dal fuoco ed appena si sarà intiepidito frulliamo il composto fino ad ottenere una crema. Mettiamo da parte. Questa crema ai peperoni la potrete usare anche per delle buonissime bruschette con pane abbrustolito.

Mettiamo a bollire una pentola con abbondante acqua salata. Nel frattempo in una padella mettiamo qualche cucchiaio di olio, aglio e peperoncino, e quando sarà imbiondito mettiamo le cozze a cuocere. A cottura quasi ultimata aggiungiamo e saltiamo anche i ceci sgocciolati ed il prezzemolo.

Scoliamo la pasta aggiungendola alle cozze e ceci e amalgamiamo bene con dei cucchiai di crema ai peperoni.

Serviamo i maccheroncini cozze ceci crema di peperoni e buon appetito!!

 

 

POLPETTE DI CARNEVALE DI PRATO

Polpette di carnevale di prato di cui l’ingredienti principali sono lo stracotto di carne e il panaccio (pane tipico di Prato). Questo piatto è di tradizione pratese e vengono fatte nel giorno del martedì grasso carnevale e la ricetta originale è della mia amica Manuela tramandata dalla sua mamma. E’ un piatto gustosissimo ed è buono anche se non è carnevale!! Andiamo a vedere insieme come si fà…

per fare le polpette di carnevale occorrono:

600 gr carne per stracotto

400 gr di pane raffermo tipo panaccio

2 carote

2 coste di sedano

2 cipolle

500 gr pomodori pelati

40 gr pamigiano

40 gr pecorino romano

40 gr di pinoli

2 uova

aglio

prezzemolo

uvetta

vino rosso

olio e.v.o.

Iniziamo preparando le verdure che serviranno per la cottura dello stracotto: prendiamo le carote, peliamole e tagliamole grossolanamente, fate lo stesso con le cipolle ed il sedano. Con l’utilizzo di un coltello affilato, praticate dei buchi nel pezzo di manzo ed inserite il battuto, fatto da prezzemolo e aglio cosi da aromatizzare la carne.

Mettiamo tutte le verdure nella pentola con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva e la carne. Facciamo rosolare la carne in tutti i suoi lati. A questo punto sfumate il tutto con un bicchiere di vino rosso e lasciamo cuocere a fiamma alta affinchè evapori la parte alcolica.

Aggiungiamo i pomodori pelati, mescolate bene e lasciate cuocere a pentola coperta e fiamma bassa per almeno 4 ore e se necessario aggiungete dell’acqua.

Lasciamo il fondo di cottura abbastanza liquido perchè andremo a far rinvenire il panaccio raffermo tagliato a dadini.

Mettiamo a rinvenire l’uvetta in acqua tiepida.

Andiamo a macinare la carne, ed il pane col fondo di cottura che sarà stato in parte assorbito dal pane e aggiungiamo all’impasto ottenuto il formaggio grattugiato parmigiano e pecorino, il prezzemolo i pinoli e l’uvetta con 2 uova.

Facciamo delle palline con l’impasto ottenuto grosse all’incirca una noce. Passiamole nel pan grattato e poniamole in una teglia con cartaforno.

Cuociamo in forno a 180° per 20/30 minuti. Controllate siano belle dorate. A fine cottura se gradite, spennellate con un rosso d’uovo.

ZEPPOLE AL TIRAMISU

Zeppole al tiramisu…questa ricetta l’ ho realizzata per la festa del papà, ma secondo me sono gustabili in ogni momento ed occasione. Girellando sul web mi sono imbattuta in questa ricetta della Vale che mi ha subito appassionato.  La zeppola al sapore di caffè con la crema al tiramisu sono un connubio goloso. Andiamo a vedere insieme la ricetta:

per le zeppole al tiramisu ci occorrono:

Per la pasta choux

2 tazzine di caffè ristretto

100 ml di acqua

50 gr burro

2 uova medie

1 cucchiaio di zucchero

85 gr di farina

per la crema:

200 ml panna (già dolcificata)

200 gr philadelphia

1 tuorlo

due cucchiai zucchero

i cucchiaio di acqua

Per decorare:

cacao amaro in polvere

chicchi di caffè ricoperti al ccioccolato

Versiamo in una pentolino il caffè e l’acqua, aggiungiamo il burro e facciamolo sciogliere a fiamma dolce. Quando tutto il burro sarà sciolto, togliamo dal fuoco e versiamo la farina in un colpo solo, mescoliamo fino a quando il composto si staccherà dai bordi.

Lasciamo raffreddare, dopodichè andiamo ad aggiungere un uovo alla volta mescolando e solo quando sarà ben assorbito, aggiungeremo il secondo. Quando il composto sarà tutto bene amalgamato, trasferiamo il tutto dentro una sac-a-poche.

Prendiamo una teglia coperta da cartaforno ed andiamo a formare le nostre zeppole facendo due giri di impasto con la sac-a-poche. Cuociamo in forno a 200° per i primi 10 minuti e abbassiamo a 170° per altrettanti minuti.

Nel frattempo prepariamo la crema. In un pentolino sciogliamo lo zucchero con il cucchiaio di acqua e portiamo a bollore. Versiamo lo sciroppo ottenuto sul tuorlo sbattendo con un frullatore, in sequenza uniamo al philadelphia. Montiamo a neve la panna ed incorporiamo alla crema con l’uovo.

Una volta che le nostre zeppole al caffè si saranno raffreddate, tagliamole a mezzo per il senso della larghezza e farciamole con la crema al tiramisu. Richiudiamo con la parte superiore e lasciamo un bel ciuffo di crema sul buchetto e sopra posizioniamo il chicco di caffè ricoperto col cioccolato.

Finiamo con una bella spolverata di cacao amaro setacciato.

 

FUSILLI GIGANTI ALLE VERDURE GRATINATI

Fusilli giganti alle verdure gratinati in forno è un primo piatto di facile realizzazione ma molto gustoso. Ricco di verdura con una roux leggera, ottimo da portare in tavola conquisterà tutta la famiglia.

per i fusilli giganti alle verdure gratinati ci occorrono:

400 gr di pasta

2 uova sode

100 gr sedano rapa

200 gr asparagi

200 gr pomodorini

1 cipolla grande

brodo q.b.

50 gr di grana

100 gr di mozzarella

per la roux leggera:

2 cucchiai  maizena

400 ml di latte scremato

2 cucchiai di olio

noce moscata

sale

 

Iniziamo preparando una roux leggera, ponendo in una casseruola un paio di cucchiai di maizena setacciata e due cucchiai di olio. Mescoliamo bene e aggiungiamo un poco di latte sempre mescolando con una frusta e mettiamo sul fuoco basso con il resto del latte. Continuate a girare continuamente per 1-2 minuti per evitare che si formino grumi, mantenendo il fuoco basso fino a che non sarà addensato. Teniamo da parte.

Prepariamo le verdure per il condimento della pasta. In una padella con qualche cucchiaio d’olio mettiamo la cipolla affettata, quando sarà passita aggiungiamo il sedano rapa che avremo precedentemente pulito, lavato e tagliato a dadini. Prendiamo gli asparagi :le punte le teniamo da parte mentre i gambi gli tagliamo a rondelle e poniamo a cuocere con il resto delle verdure. Aggiungiamo un poco di brodo e facciamo cuocere a fuoco vivace con il coperchio per qualche minuto.

Mettiamo a lessare la pasta in abbondante acqua salata. Scoliamola al dente.

Versiamo qualche cucchiaiata di roux in una pirofila che avremo precedentemente imburrato.

In una terrina mescoliamo la pasta  con la roux e le verdure incorporiamo i bianchi delle uova sode e la mozzarella a dadini. Trasferiamo tutto nella pirofila ed in cima sbricioliamo i rossi sodi delle uova le punte degli asparagi, il parmigiano grattugiato e il pan grattato. Chiudiamo con due o tre riccioli di burro e poi inforniamo in forno già caldo.

Lasciamo a cuocere a 200 gradi per circa mezz’ora, finché non vedremo la superficie della pasta bella gratinata e croccante. Servite calda.

 

 

 

BISCOTTI CON I CORIANDOLI

Biscotti con i coriandoli son dei biscottini buonissimi con i confetti colorati al cioccolato, allegri e di facile esecuzione, ideali per il carnevale ma anche per una festa di compleanno

per i biscotti con i coriandoli ci occorrono:

125 gr di burro ammorbidito

100 gr di zucchero di canna

50 gr zucchero bianco finissimo

1 uovo

250 gr farina

1 bustina di lievito vanigliato

aroma alla vaniglia

una presa di sale

confetti al cioccolato colorati (tipo smarties)

In una terrina mettiamo il burro ammorbidito con i due zuccheri e con le fruste elettriche mescolare fino a che avremo ottenuto un composto bello cremoso. Aggiungiamo l’uovo leggermente sbattuto e l’aroma alla vaniglia. Setacciamo la farina il sale e mescoliamo sempre con l’aiuto delle fruste elettriche fino ad ottenere un impasto morbido. Prendiamo una parte dei confetti colorati inseriamoli in un sacchettino e sminuzziamoli con un mattarello. Aggiungiamo questi all’impasto sempre mescolando.

Preriscaldiamo il forno a 160°. Rivestiamo una leccarda con cartaforno e facciamo delle palline dell’impasto ottenuto distanziandole, perchè in cottura tenderanno ad allargarsi. Sopra ogni pallina mettiamo un paio di confetti colorati e cuociamo per circa 10/12 minuti (dovranno dorarsi a quel punto saranno pronti) Lasciamo raffreddare prima di muoverli perchè saranno molto morbidi all’inizio.

Gustateli da soli o con un bel thè o caffè…

FRITTELLE DI MELE CON UVETTA

Frittelle di mele e uvetta…con questa ricetta apriamo il periodo dei dolci di carnevale. Di ricette per le frittelle ce ne sono infinite varianti da quelle regionali a quelle di casa. Comunque sia, il risultato viene apprezzato da grandi e piccini. Oggi vi propongo questa ricetta..

per le frittelle alle mele con uvetta ci occorrono:

2 mele

4 cucchiai di uvetta

250 ml latte

70 gr burro + quello per passire le mele

100 gr di zucchero

200 gr farina

4 uova

mezza bustina di lievito

aroma al rum

2 limoni

zucchero a velo per guarnire

Iniziamo col mettere ammollo l’uvetta in acqua tiepida dentro una ciotolina. Grattugiamo i limoni e teniamo da parte. Ci serviranno per l’impasto. Sbucciamo le mele e riduciamole in piccoli cubetti irroriamole col succo di limone. Lasciamo riposare una mezzora.

Nel frattempo mettiamo a scaldare sul fuoco il latte col burro e lo zucchero. Non appena il burro si sarà sciolto, andiamo ad aggiungere la farina setacciata ed il lievito. Mescoliamo bene, togliamo dal fuoco ed otterremo un impasto solido. Lasciamo raffreddare.

In una padellina con una noce di burro andiamo a passire le mele a fuoco dolce..se preferite aggiungete un paio di cucchiai di zucchero. Quando le mele saranno appassite togliete dal fuoco ed aggiungete l’uvetta scolata.

Riprendiamo l’impasto che si sarà raffreddato ed andiamo ad incorporare le uova, una alla volta. Mettiamo un uovo, mescoliamo fino a che non si sarà amalgamato bene e procediamo col successivo.

Aggiungiamo all’impasto le mele con l’uvetta la buccia di limone grattugiata e l’aroma al rum.

Prepariamo una pentola con olio di arachidi per la frittura.

Appena l’olio avrà raggiunto la temperatura (fate la prova con un pochino di impasto…deve fare le bolle attorno…) con un cucchiaino prendiamo un pò di impasto e facciamolo scivolare nella pentola.

Rigiriamo le frittelle un paio di volte,

scoliamo dall’olio su di un piatto con carta assorbente, facciamo intiepidire

e trasferiamo nel vassoio di portate con una bella spolverata di zucchero a velo.

COTOLETTE RIPIENE FILANTI..oppure cordon bleu

Cotolette ripiene filanti …o meglio conosciute come cordon bleu, sono un secondo piatto perfetto per portare in tavola qualcosa di gustoso e sfizioso con pochissimi ingredienti. La differenza tra queste cotolette e le sue cugine piu famose (le cordon bleu) è che non sono fritte. Io lo ho servite con dei spinaci lessi. Andiamo a vedere insieme la ricetta.

per le cotolette ripiene e filanti ci occorrono:

8 fettine di tacchino

4 sottilette (io in questo caso avevo quelle al cheddar)

4 fette di prosciutto cotto

2 uova

pangrattato

latte

sale e pepe

olio d’oliva

Iniziamo con prendere le fettine di tacchino poniamole su di un tagliere e battiamole con un batticarne per renderle piu sottili. Sopra a 4 adagiamo una fettina di prosciutto cotto raddoppiandola sopra ancora la sottiletta e ricopriamo con una seconda fettina di carne.

In una ciotola sbattiamo leggermente le uova con il latte e un pizzico di sale. Delicatamente passiamo le cotolette prima nelle uova poi nel pangrattato e nuovamente nel composto di uovo e ancora una volta nel pangrattato. La doppia panatura farà si che il ripieno non fuoriesca.

Prepariamo una teglia da forno rivestita con della carta e adagiamo le cotolette ripiene con un filo d’olio e un pizzico di sale in questo modo risulteranno dorate ma non fritte e cuocetele in forno a 180° per circa 20 minuti , girandole a metà cottura.

PENNETTE AL CAVOLFIORE VIOLA

Pennette al cavolfiore viola è un classico del periodo invernale, semplice e veloce da preparare.Il cavolfiore è una verdura tra le più dietetiche che ci siano quindi sarà una ricetta ipocalorica e vegetrariana.

per le pennette al cavolfiore viola ci occorrono:

400 gr pasta formato mezze penne

700 gr cavolfiore

due cucchiai di ricotta

2 spicchi di aglio

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

paprika

percorino grattugiato qb

sale, pepe.

Procedimento: Puliamo il cavolfiore e riduciamolo in cimette che faremo cuocere a vapore per 10 minuti.

Mettiamo una pentola con acqua salata sul fuoco per cuocere le pennette.

In una padella mettiamo i cucchiai di olio e facciamo andare gli spicchi d’aglio ai quali avremo tolto l’anima. Quando saranno rosolati aggiungiamo le cimette di cavolfiore e la pasta scolata al dente.. Facciamo saltare in padella per un paio di minuti, dopodichè unite la ricotta, il pecorino, la paprika e qualche cucchiaio di acqua di cottura aggiustate di sale, se necessario.

Amalgamiamo bene tutti gli ingredienti, togliamo da fuoco, impiattiamo e serviamo.

ALBERINI E STELLA DI PASTASFOGLIA

Alberini e stella di pastasfoglia, sono un antipasto scenografico per le feste natalizie. Facili e veloci da realizzare, possono avere tantissime combinazioni di ripieno, da soddisfare tutti i palati…

per gli alberini e stella di natale ci occorrono

Alberini:

una confezione di pasta sfoglia rettangolare

formaggio a fette

mortadella

olive verdi denocciolate

stecchini da spiedini

Stella:

una confezione di pasta sfoglia rotonda

passata di pomodoro

prosciutto cotto

mozzarella

olio

origano

sale

Cominciamo con la preparazione degli alberini, stendiamo la pasta sfoglia rettangolare. Mettiamo sulla pasta il formaggio a fette a ricoprire tutta la pasta. Sopra poniamo le fette di mortadella a ricoprire il formaggio. A questo punto con l’aiuto di una rotella da pizza, tagliamo a strisce tutto il rettangongolo con il suo ripieno. Ogni striscia la piegheremo a fisarmonica componendo cosi l’alberino. Fermiamo il tutto con lo stecchino da spiedino. Mettiamo tutti gli alberini ottenuti in una teglia ricoperta da cartaforno e cuociamo a 180° per 15 minuti o fino a che la pasta risulterà dorata. Lasciamo raffreddare e spostiamo sul piatto di servizio.

Adesso prepariamo la stella. Stendiamo la pasta sfoglia rotonda e andiamo a praticare otto tagli lungo il bordo di circa 5 centimetri, l’uno opposto all’altro. e incidiamo due croci che si intersecano al centro della sfoglia, ottenendo 8 vertici di ipotetici triangoli.

In ogni “triangolo” sistemiamo la passata di pomodoro un pò d’olio origano, prosciutto cotto a pezzetti ed infine la mozzarella.Ripiegate sulla farcitura i lembi tagliati formando un triangolo, e ripiegate anche il triangolino centrale verso il ripieno. Cuociamo a 180° per 15 minuti. Facciamo raffreddare e trasferiamo sul piatto di portata.

 

 

PASTA SALSICCIA E CARCIOFI

Pasta salsiccia e carciofi è un primo piatto molto gustoso, molto semplice, ma bisogna tenere conto dei diversi tempi di cottura. I carciofi devono cuocere a fuoco basso, stufandoli con poca acqua, mentre in un’altra padella dovrete cuocere la salsiccia, facendola rosolare a fiamma più vivace. Andiamo a vedere insieme la ricetta.

per la nostra ricetta ci occorrono:

(Ingredienti x 4 persone)

350 gr pasta (io ho scelto i garganelli all’uovo)

4 carciofi

250 gr salsiccia

1 spicchio di aglio

30 gr pecorino grattugiato (o se preferite parmigiano)

olio extreavergine di oliva

sale, pepe

succo di limone

 

iniziamo la preparazione pulendo i carciofi affettandoli e mettendoli in una ciotola con acqua acidulata, puliamo anche i gambi e tagliamoli a piccoli pezzi.

In una padella con alcuni cucchiai di olio, andiamo a fare imbiondire l’aglio. Dopodichè aggiungiamo i carciofi, dopo averli scolati dall’acqua, e facciamoli rosolare per un paio di minuti. Aggiustiamo di sale e copriamo con acqua facendoli stufare con un coperchio per circa 15 minuti finchè non risulteranno morbidi.

Nel frattempo andiamo a cuocere le salsicce. Eliminiamo la pelle e cerchiamo di sgranare la carne mettendo in una padella antiaderente, rosolando bene a fuoco vivo per 3-5 minuti.

A questo punto uniamo la salsiccia ai carciofi, mescolando bene.

Cuociamo la pasta in abbondante acqua salata, scoliamola al dente e versiamo i garganelli nella padella con i carciofi e la salsiccia. Facciamo amalgamare gli ingredienti per qualche istante. Aggiungiamo del pecorino grattugiato con un cucchiaio di acqua di cottura, per ottenere una pasta più cremosa. Se preferite aggiungete la scorza di limone grattugiata.