Crea sito

TRIGLIE FRITTE

Le triglie fritte, sono ottime sia come antipasto sia come secondo piatto, questa frittura veloce e gustosissima si deve mangiare molto calda, andiamo insieme a vedere la ricetta:

20131225_131413

Per fare le triglie fritte ci occorrono:

500g di triglie già eviscerate

1 uovo

50g di farina 0

pangrattato

prezzemolo

olio di semi di arachide per friggere

sale

La ricetta della triglie fritte è semplice, ma per avere una frittura ben fatta e non unta, bisogna osservare delle regole semplici ed elementari:

1)Friggere in abbondante olio, in questo modo gli alimenti non si impregnano di olio.
2)L’olio non deve fumare, nè essere tiepido altrimenti la frittura assorbe troppo olio.
3)Friggere poco alla volta, altrimenti la temperatura dell’olio scende  e il fritto diventa troppo oleoso.
4)Scolare gli alimenti e fare assorbire l’olio in eccesso su della carta assorbente.
5)Salare il fritto solo al momento di portarlo a tavola e servirlo caldissimo.
Alla fine della cottura il pesce deve essere dorato e croccante all’esterno e morbido all’interno.

Prepariamo le triglie lavandole bene sotto acqua corrente. Tamponiamo le triglie in modo da asciugarle perchè cosi facendo eviteremo che l’involucro non si stacchi durante la frittura poi passiamo ad infarinarle, eliminando la farina in eccesso.

In una casseruola mediana ma dai bordi alti andiamo a scaldare l’olio . Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura (fate la prova con uno stecchino.. se vedete le bollicine attorno è pronto) friggiamo le triglie mettendone poche alla volta nell’olio caldo. Quando le triglie diventeranno dorate da entrambi i lati, con l’aiuto di una ramina, scoliamo e adagiamo le triglie fritte su della carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Salate le triglie poco prima di portare in tavola altrimenti perdono croccantezza.

Servite  le triglie fritte caldissime, magari con una insalata di pachino con uvetta e pinoli pepe.

Print Friendly, PDF & Email