STINCO DI TACCHINO

In questa giornata di pioggia vi propongo la ricetta dello stinco di tacchino. Il tacchino è una carne magra e quindi piu digeribile, cotta come da ricetta tradizionale dello stinco di maiale, risulta molto appetitoso.

stincotacchinocipolle (3)

 

Considerate che lo stinco di tacchino solitamente è molto grosso quindi si dovrebbe considerare uno stico per commensale ma io ho considerato due per tre persone. In questa versione io l’ho accompagnato con le cipolle bianche.

Per fare lo stinco di tacchino ci occorrono:

2 stinco di tacchino

4 cipolle bianche

200 ml vino bianco

30 ml aceto di mele

olio e.v.o.

rosmarino

salvia

sale

pepe

Tagliamo le cipolle a fette di un centimetro e mettiamo a macerare in acqua con aceto di mele e due cucchiai di zucchero.

Togliamo la pelle o una gran parte dallo stinco. Laviamo la carne e tamponiamo dall’acqua. Facciamo un trito grossolano della salvia alcune foglie di rosmarino pepe e sale. Andiamo ad incidere lo stinco ed inseriamo nei tagli il trito e facciamo andare lo stinco a fuoco vivace in una casseruola con olio. Quando si presenterà ben rosolato da ambedue le parti, sfumiamo con vino bianco. Evaporato il vino togliamo dal fuoco e teniamo da parte.

A questo punto prendiamo una teglia adagiamo le cipolle scolate dalla marinatura, e poniamo gli stinchi sopra. Poniamo a cuocere in forno a 200° per circa 50 minuti 1 ora.

Girate gli stinchi a metà cottura, se dovesse essere troppo asciutto tenete a portata di mano un pò di brodo per annaffiare la carne.

stincotacchinocipolle (4)

Impiattate e gustate…

I

Print Friendly, PDF & Email
Precedente BRIOCHES ALLA CREMA Successivo TORTA DI COMPLEANNO