ZUPPA CAVOLO NERO FAGIOLI E LONZA

Zuppa cavolo nero fagioli e lonza è una pietanza molto saporita, in cui potete gustare carne e verdura insieme..la zuppa toscana fa parte di una delle ricette più antiche della tradizione italiana, ancora oggi ai primi posti nei menù delle trattorie. Questa che vado a proporvi oggi è la ricetta della zuppa proveniente dal mondo contadino.

per la zuppa cavolo nero fagioli e lonza ci occorrono:

un mazzo di cavolo nero

1 cipolla (non grande)

sedano (un paio di coste)

1 carota

fagioli rossi

2 fette di lonza di maiale

olio e.v.o.

rosmarino

aglio

brodo q.b.

sale e pepe

Prepariamo il cavolo, lavandolo con cura, asciugando le foglie e tagliamolo a pezzi. A seguire prepariamo il soffritto tritando cipolla sedano e carote. Lasciamo rosolare in una pentola con qualche cucchiaio d’olio il soffritto per 4-5 minuti. Nel frattempo, tagliate a listarelle la lonza di maiale e fatela rosolare nel soffritto per 5 minuti, a fuoco vivo. Aggiustate di pepe.

Scoliamo i fagioli rossi dal brodo di conservazione sciacquiamoli sotto acqua corrente, scoliamoli e uniamoli al soffritto mescolando. Prendiamo in ultimo le foglie di cavolo mettendole in pentola e andiamo a coprire il tutto con il brodo. Fare cuocere a fiamma bassa per quasi 1 ora.

In un pentolino a parte prendiamo 3/4 cucchiai d’olio e andiamo ad aromatizzare con uno spicchio d’aglio e del rosmarino per 3/4 minuti.

A fine cottura andiamo ad ultimare la zuppa con l’olio aromatizzato. Regoliamo di sale e pepe mescolando bene.

Serviamo la zuppa,  se gradite potete aggiungere delle fette di pane toscano leggermente abbrustolite.

PEPERONI RIPIENI QUINOA E VERDURE ALLA MEDITERRANEA

Peperoni ripieni quinoa e verdure alla mediterranea sono un primo piatto adatto al periodo, quando ancora è piacevole accendere il forno. Come tutte le verdure ripiene, risultano allettanti e nella mia famiglia hanno sempre un discreto successo.

per i peperoni ripieni alla quinoa e verdure alla mediterranea ci occorrono

dosi per 2 persone

2 peperoni
60 gr quinoa
1        pomodoro
1        zucchina
1        melanzana
1 spicchio di aglio
olio etxravergine d’oliva qb
formaggio grattugiato qb
sale

Cuociamo in una casseruola, la quinoa  in due bicchieri d’acqua in pizzico di sale e un cucchiaio d’olio d’oliva, a fuoco medio, coprendola con un coperchio per circa 15 minuti fino a che non avrà assorbito l’acqua . Teniamo da parte.

Puliamo e svuotiamo i due peperoni tagliandoli nel mezzo ed eliminiamo anche i filamenti esterni. Saliamoli leggermente e mettiamoli a scolare del liquido di vegetazione.

Riduciamo la zucchina e la melanzana a tocchettini. In una padella soffriggere l’aglio con un filo di olio.  Uniamo le verdure regoliamo di sale e pepe e cuocere a fiamma bassa. Nell’ultimo minuto di cottura aggiungiamo il pomodoro ridotto a pezzetti.

Prendiamo la quinoa e andiamo a condire con le verdure saltate mescolando bene. Aggiungiamo anche il parmigiano grattugiato tenendo qualche cucchiaio da parte. Riempiamo quindi con il composto appena preparato i peperoni effettuando una leggera pressione. Mettiamo su una teglia rivestita di carta forno, ungiamo con un filo di olio  spolveriamo col parmigiano rimasto e cuocere in forno caldo a 200°C per circa 25 minuti.

In questo caso ho servito i peperoni ripieni con un crostino di pane intergrale con formaggio cremoso e granella di mandorle.

FRITTELLE DI RISO IN FORNO

Frittelle di riso in forno…carnevale tempo di dolci fritti…ma ho voluto provare le frittelle di riso cambiando la cottura. La consistenza e delle polpette cotte in forno…molto usate a casa mia…ma dolci e profumate. Andiamo a vedere la ricetta.

per le frittelle di riso in forno ci occorrono:

150 gr riso

400 ml latte

100 gr zucchero

aroma al limone

30 gr burro

1 uovo

100 gr farina

1/2 bustina di lievito

zucchero di canna per la farcitura

In una casseruola andiamo a mettere il riso con l’aroma del limone e lo zucchero. Mescolare di tanto in tanto e far cuocere il riso fino a che non si sarà assorbito tutto il latte.

Togliere dal fuoco e aggiungere il burro mescolando e lasciare raffreddare completamente. Quando il riso sarà freddo aggiungere l’uovo, la farina e il lievito setacciato.

Preriscaldiamo il forno a 180° e prepariamo la leccarda da forno con un tappetino di silicone (in mancanza usiamo la carta forno leggermente inumidita e strizzata.)

Con un cucchiaino andiamo a prelevare una noce di prodotto e andiamo a passare nello zucchero di canna e poniamo sulla leccarda. Cosi fino ad esaurimento dell impasto.

Andiamo a cuocere in forno per una 15 di minuti o fino a che non si saranno dorate le frittelle.

Sfornare,  lasciare raffeddare e gustare.

GATEAU DI CAVOLFIORE

Gateau di cavolfiore una variante del famoso gateau napoletano di patate, ma questa versione sarà amata anche dai piu piccoli, un modo in più per fargli gradire le verdure.

per il gateau al cavolfiore ci occorrono:

1 cavolfiore

2 uova

formaggio a fette

prosciutto cotto

40 gr parmigiano grattugiato

pangrattato

olio evo (o se preferite burro)

sale e pepe

Puliamo il cavolfiore dalle foglie esterne e dal tronco centrale e cuocere a vapore.Una volta cotto, passiamo il cavolfiore nello schiacciapatate, oppure andiamo a schiacciare con una forchetta.

Mettiamo tutto in una terrina capiente e andiamo ad aggiungere le uova, il parmigiano il sale e pepe e mescoliamo bene l’impasto. (se dovesse risultare troppo morbido aggiungete un pò di pan grattato o parmigiano).

Andiamo a ungere le terrine monoporzione (o se preferite usate una teglia da forno dove poi andrete a porzionare a fatte) e cospargiamole di pangrattato.

Andiamo a riempire metà terrina con il composto ottenuto. Sopra mettiamo il formaggio e il prosciutto cotto. Sopra ancora l’altra metà del composto di cavolfiore. Livelliamo la superficie e spolverizziamo con del parmigiano grattugiato e ancora pan grattato.

Inforniamo a 180 °C per circa 30 minuti, sarà pronto quando la superficie risulterà ben dorata, terminata la cottura spengiamo il forno lasciamo la teglie in forno per altri 10 minuti.

Servito il gateau di cavolfiore caldo, o anche a temperatura ambiente che è sempre ottimo.

MUFFIN DI SEMOLINO DAL CUORE DI CIOCCOLATO

Muffin di semolino dal cuore di cioccolato una variante dei dolcetti americani più rinomati. Ideali per la colazione o per una merenda, l’idea mi è venuta da una ricetta per una torta trovata sul web che io ho riadattato per creare questi morbidissimi muffin.

per i muffin di semolino con cuore di cioccolato ci occorrono:

3 uova

60 gr burro

150 gr zucchero

250 gr semolino

400 ml latte

125 ml yogurt

1/2 bustina di levito

scorza di un’arancia

aroma alla vaniglia

barrette kinder

zucchero a velo a decorazione

 

In una pentola a doppio fondo andiamo a versare il latte e portiamo ad ebollizione. Quando il latte è quasi caldo, andiamo a versare lentamente il semolino girando contemporaneamente con un cucchiaio di legno, cercando di evitare la formazione di grumi.

Appena raggiunta l’ebollizione continuando a girare ancora per qualche minuto assicuriamoci dell’intero assorbimento del latte. Il composto dovrà avere la consistenza di una crema.

Togliamo dal fuoco e aggiungiamo lo zucchero, il burro e la scorza del limone, infine le uova, uno alla volta sempre mescolando fino a che non è bene incorporato poi via l’altro, infine il lievito setacciato sempre mescolando bene.

Prepariamo una teglia da muffin con i loro pirottini e andiamo a mettere un cucchiaio di composto in ogni pirottino. Prendiamo una barretta kinder e prendiamo 2 pezzetti e poniamo in ogni pirottino. Aggiungiamo un’altro cucchiaio di composto in ogni muffin e andiamo a mettere in forno.

Mettiamo a cuocere a 180 gradi per 15 minuti o fino a che non fanno una crostina dorata.

Trascorso questo tempo, sformiamo e capovolgiamo ogni muffin dentro il suo buchetto della teglia, questo aiuterà il muffin nel raffreddamento a non afflosciarsi.

Una volta raffreddati, cospargere con zucchero a velo e servire.

 

 

PIZZA BIANCA DI ALBUMI AL PROSCIUTTO COTTO

Pizza bianca di albumi al prosciutto cotto, adatta per uno spuntino veloce, oppure per una cena leggera, ricetta di riciclo per gli albumi avanzati da preparazione di creme o torte, velocissima di esecuzione e “salvacena”. Andiamo a vedere la ricetta.

per la pizza bianca di albumi al prosciutto cotto ci occorrono:

180 gr albume

4 cucchiai di farina

un pizzico di sale

1 cucchiaino lievito istantantaneo per salati

un pizzico di sale

3 fette di prosciutto cotto

mozzarella q.b.

olio per ungere la padella

aglio in polvere

peperoncino

Prendiamo una ciotola e mettiamo gli albumi con un pizzico di sale e sbattetiamoli con una forchetta o una frusta fino a farli diventare schiumosi. Aggiungiamo a cucchiaiate la farina continuando a sbattere incorporandola senza grumi infine il lievito sempre mescolando, ottenendo cosi una pastella. Lasciamo riposare l’impasto una ventina di minuti.

Ungiamo una padella di circa 22 cm e mettiamola a scaldare sul fuoco.
Appena la padella sarà calda mettiamo il nostro composto e lasciamo cuocere qualche minuto (piu o meno come per fare una creps) e quando compariranno le prime bollicine, giriamo la focaccia ottenuta.
Sul lato già cotto, andiamo a mettere la mozzarella grattugiata, (io ne ho messa un paio di manciate ed è risultata sufficiente) e “spolveriamo” con l’aglio in polvere.(questo passaggio potete anche ometterlo se non ne gradite il sapore.) Poniamo sopra la mozzarella le fette di prosciutto cotto spezzettate e lasciamo cuocere un paio di minuti.
Aggiungiamo un pizzico di peperoncino e togliamo dal fuoco.
Sformatela su di un piatto e se volete, completate con un filo di olio EVO a crudo e servite! Credetemi è buonissima e molto profumata. Buona settimana a tutti voi!

INVOLTINI DI VERZA STRACCHINO E SALSICCIA

Involtini di verza stracchino e salsiccia, ricetta che da modo di recuperare le foglie di verza più esterne, lessandole, e facendone degli involtini farciti. In questo caso andiamo ad usare la salsiccia e stracchino, connubio di ingredienti molto gustoso.

gli ingredienti per gli involtini di verza stracchino e salsiccia sono:
8 foglie di verza
150 gr stracchino
2 salsicce
4 cucchiai di passata di pomodoro
2 cucchiai di besciamella
parmigiano grattugiato
pan grattato
sale e pepe

olio evo

Andiamo a lessare le foglie di verza in acqua salata o in pentola pressione, stando attenti a non romperle. Per questo motivo è meglio lasciarle un poco al dente. Per la pentola a pressione calcolate 2 minuti dal fischio. Scoliamo le foglie di verza dall’ acqua di cottura e stendiamole su un telo o carta assorbente in  modo che si asciughino.
Spelliamo le salsicce e rosoliamo in padella per 5 minuti schiacciandole per sgranare la carne. Togliamo dal fuoco e lasciamo intiepidire. Mescoliamo la salsiccia con lo stracchino e teniamo da parte.
Mescoliamo la passata di pomodoro con la besciamella e aggiustiamo di sale e pepe.
Poniamo un paio di cucchiai sul fondo di una teglia.
Passiamo alla preparazione degli involtini: sopra ogni foglia di verza sistemiamo una cucchiaiata abbondante di salsiccia e stracchino. Chiudiamo gli involtini arrotolando la foglia su se stessa e con i lembi esterni ripiegati come un pacchettino.
Mettiamo l’involtino con la chiusura sotto nella teglia. Ripetiamo il procedimento per tutti gli involtini di verza.
Mettiamo il resto del composto pomodoro e besciamella sugli involtini e spolveriamo con parmigiano grattugiato e pangrattato.
Cuociamo in forno  a 200 gradi per 15 minuti o fino a che non si sarà formata una crosticina dorata.
Lasciamo raffreddare un paio di minuti e serviamo con una fetta di pane abbrustolita.

FRITTATA DI ALBUMI CON PEPERONI E CIPOLLE

Frittata di albumi con peperoni e cipolle può essere una ricetta da riciclo, quando ci avanzano gli albumi, ottima da cuocere in forno. La ricetta è semplice e veloce, ma molto saporita, grazie alle verdure.

20170105_203742

per la frittata con peperoni e cipolle ci occorrono:

(dosi per 4 persone)

8 albumi avanzati (circa 240 gr )

2 peperoni (ho usato uno giallo e uno rosso)

2 cipolle

2 cucchiai formaggio tipo quark

2 cucchiai farina

2 cucchiai parmigiano grattugiato

sale

semi di sesamo

Iniziamo la preparazione tagliando la cipolla a fettine fini e pulendo i peperoni dai filamenti bianchi interni e dei semi, tagliandoli a listrelle. Mettiamo le verdure a passire in una padella con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di acqua. Questa operazione serve per velocizzare la cottura della frittata in forno.

Lasciamo andare per almeno una decina di minuti. Se le verdure dovessero asciugarsi troppo aggiungere ancora un cucchiaio d’acqua. Aggiustiamo di sale e lasciamo raffreddare.

Nel frattempo in una terrina capiente, andiamo a sbattere leggermente gli albumi. Aggiungiamo il formaggio cremoso e mescolando sempre la farina a pioggia e il parmigiano grattugiato, Lasciamo riposare un quarto d’ora l’impasto cosi ottenuto.

Preriscaldiamo il forno a 200 gradi.

Trascorso questo tempo, andiamo ad aggiungere le verdure e versiamo il tutto in una tortiera apribile foderata di cartaforno.Decoriamo con del saesamo nero, che conferirà croccantezza alla superficie della frittata.

Cuociamo in forno per 20 minuti o fino a che la superficie non sarà dorata . Sforniamo e lasciamo intiepidire.

In questo caso ho accompagnato la fetta di frittata di albume con peperoni e cipolle con una melanzana farcita con prosciutto e formaggio

20170105_204100

 

LONZA DI MAIALE CIPOLLE E MELE

Lonza di maiale cipolle e mele per un secondo piatto saporito. È un abbinamento che risale al Medioevo, quando ancora le patate non erano arrivate e la frutta veniva cucinata con la carne. Ricetta tipicamente invernale, andiamo a vedere insieme la preparazione.

20161219_2033181

per questo piatto ci occorrono:

300 gr lonza di maiale tagliata a fettine

2 mele piccole (scegliete un tipo piuttosto friabile)

2 cipolle dorate

una manciata di uva sultanina

20 gr burro

brodo q.b.

sale pepe

Procedimento: puliamo e affettiamo le cipolle dorate. Affettiamo a spicchi privandole del torsolo e della buccia anche le mele. Poniamo queste ultime in una ciotola irrorandole con del succo di limone o se prefrite, di arancia.

In una padella capiente andiamo a sciogliere il burro e mettiamo le cipolle a passire. Aiutatevi con qualche cucchiaio di acqua oppure di brodo. Quando le cipolle saranno passite mettiamo a cuocere le fettine di lonza di maiale.Aggiustiamo di pepe e sale e rosoliamo da tutte e due le parti.

Quando tutte le fettine di lonza saranno belle dorate aggiungiamo le mele con l’uvetta precedentemente ammollata e copriamo con un coperchio cuocendo a fuoco dolce.

Se si dovesse asciugare troppo, aggiungere qualche cucchiaio di brodo.

Quando le mele si saranno ammorbidite, avremmo raggiunto la cottura desiderata.

Impiattiamo mettendo sul fondo le cipolle, sopra la lonza di maiale e per finire le mele con l’uvetta. Gustate e buon appetito

 

 

ROTOLO ALLA ARANCIA

Rotolo alla arancia, ricetta golosa adatta a questo periodo pre-natalizio. Un dolce che si presta per una buona colazione, ma anche per un the del pomeriggio, un pan di spagna arrotolato profumato di questo agrume, ripieno di una crema all’arancia.

20161205_075146

per il rotolo all’arancia ci occorrono:

per la pasta biscotto:

1 arancia

4 uova

100 gr zucchero

preparato al caramello

100 gr farina

20 gr maizena

una bustina di lievito vanigliato

Per la crema

il succo di una arancia

zeste grattugiata di arancia

250 gr ricotta

7 gr  fogli colla di pesce

80 gr zucchero a velo

 

Iniziamo col preparare la pasta biscotto: dividiamo i tuorli dagli albumi. In una ciotola montiamo i tuorli con lo zucchero, fino a farli diventare un composto gonfio e molto spumoso. Considerate circa 10 minuti, il composto dovrà essere chiaro e “scrivere”.

Di seguito montiamo gli albumi in una ciotola aiutandoci con le fruste elettriche, a neve.

Uniamo delicatamente gli albumi montati a neve al composto di tuorli, in più riprese con movimenti dal basso verso l’alto, cercando di non far smontare il tutto.

A questo punto, aggiungiamo la farina 00, la maizena ed il lievito setacciati, sempre in più riprese, mescolando dall’alto verso il basso con una spatola ottenendo un composto omogeneo, privo di grumi.

Ricopriamo una leccarda con carta forno bagnata con acqua e strizzata.

Con l’aiuto di un pennello passiamo il preparato al caramello in maniera da bagnare leggermente tutta la cartaforno.

Peliamo a vivo un’ arancia e tagliamola a spicchi sottili e disponiamola su una metà della carta forno nel senso che poi andrete ad arrotolare la pasta biscotto.

Versiamo il composto, livellando bene e procediamo con la cottura in forno statico e preriscaldato a 180° per 10 minuti. Non prolungate troppo la cottura altrimenti indurirà ed avrete difficoltà ad arrotolare.

Trascorso il tempo necessario, togliamo la pasta biscotto dal forno e poniamola su di un altro foglio di carta forno posto su di una gratella per il raffreddamento. Capovolgiamo ed eliminate la carta forno calda sulla superficie. Arrotoliamo delicatamente e lasciamo raffreddare.

Prepariamo la crema: in una ciotola mettiamo la ricotta con lo zucchero a velo e la zeste di arancia grattugiata facendo attenzione a non grattugiare la parte bianca.

In un pentolino, riscaldiamo leggermente il succo di una arancia e mettiamo a sciogliere i fogli di colla di pesce precedentemente ammorbiditi in acqua fredda.

Aggiungiamo il composto liquido alla ricotta e mescoliamo fino a che sarà liscio. Poniamo la crema a solidificare in frigo un’oretta. trascorso questo tempo, andiamo a comporre il rotolo stendendo sulla pasta biscotto la crema ottenuta, livellando per bene e lasciando liberi i bordi.

Arrotoliamo di nuovo delicatamente, lasciando nella parte esterna il pezzo con gli spicchi di arancia, ben stretto cercando di non romperlo. Avvolgiamo nella cartaforno usata prima di modo che stia in “forma”. Facciamo riposare in frigorifero per almeno due ore. Come per tutti i rotoli più riposano e meglio sarà la resa.

Per la presenza della crema, il rotolo all’arancia deve essere conservato in frigorifero sempre ben chiuso.

Tagliate il rotolo all’ arancia a fette e servite.